US Open: Djokovic parte bene, avanzano anche Raonic e Tsonga

US Open: Djokovic parte bene, avanzano anche Raonic e Tsonga

Il serbo non sembra ancora al meglio e cede un set ad un Janowicz arrembante. Raonic e Tsonga passano, invece, senza problemi.

Commenta per primo!
DJOKOVIC NON BRILLA , MA PASSA ALLA DISTANZA- L’attesa per l’esordio del numero 1 del mondo era tanta. Nole non è al Top della forma fisica. Qualcosa si è inceppato nella perfetta macchina serba e i primi due set del match contro Jerszy  Janowicz sembrano confermarlo. Nole non serve al meglio , sembra chiaramente soffrire soprattutto sul dritto e non riesce , quindi,  ad arginare l’aggressività quasi prepotente, ma alla lunga sterile, del polacco. Janowicz  , dal canto suo, è al rientro dopo il terzo intervento chirurgico subìto in due anni di calvario. Il suo tennis, di pura potenza, mette alla prova il campione uscente sin dai primi game. Tuttavia, la potenza è nulla se non unita dalla dovuta precisione e, dopo i primi cinque game, due doppi falli ed una risposta da manuale mandano Nole in break. Il servizio del serbo è in altalena e  i problemi fisici che causano un MTO sono evidenti. Tuttavia, ciò basta per assicurare a Djokovic il primo set. Non sarà così nel secondo. Janowicz continua il suo arrembaggio che sembra , sulle prime, portare buoni frutti. Il polacco brekka e sale sul 4-2. La reazione di Nole in risposta  è immediata e lo riporta , di fatto, in parità. Ciononostante, un Janowicz  sempre più falloso è omaggiato da  Nole con un disastroso turno al servizio nel dodicesimo game. Il secondo parziale, così, va al giocatore di Lodz. Si apre il terzo  e Janowicz scompare ,di colpo, dal campo. Come prevedibile, la sua potenza scema , la mobilità è progressivamente in caduta libera ed arriva un diluvio di errori.  Nole, da parte sua,  mantiene lo standard del suo gioco su livelli buoni e tanto basta per lasciare all’avversario solo tre game nei successivi due parziali. Partenza del campione di Belgrado che lascia una scia di dubbi, come spesso è accaduto in altri tornei. Questa volta, però, c’è qualcosa di diverso. La netta sensazione data da questo incontro è che saranno la capacità di Nole di saper gestire i propri malanni  ed il riuscire a conviverci al meglio a decidere le sue sorti nell’ultimo Major stagionale.
raonic us open 2016 1
RAONIC E TSONGA AVANZANO FACILMENTE- Il finalista di Wimbledon fà il suo esordio a New York incontrando un avversario, in fondo , facile facile .  Quel Dustin Brown, che sull’erba esalta se stesso e le folle, sul cemento newyorkese paga dazio, come previsto. Raonic è in buona forma. Un solo game perso al servizio nel primo parziale non inficia una prestazione che lo vede superiore in tutto. Velocità e pesantezza di palla sono troppo impari per proporre un qualsivoglia confronto tra i due. Tuttavia, il tedesco delizia  il pubblico, come sempre,  e prova a contrastare lo strapotere del gigante canadese con i mezzi a sua disposizione, ovvero virtuosismo e fantasia. A Dustin non basterà. Crede poco, invece,  alle proprie possibilità Guido Andreozzi. Jo Tsonga , chiamato ad un impegno facile sulla carta, non sembra al meglio. Il francese, che sembra soffrire il caldo in maniera particolare,  è lento e falloso più del solito. L’argentino , numero 135 del ranking, fa ciò che può, o forse meno; in molte fasi dell’incontro, invero non spettacolare,  la sensazione che possa rendere la vita più dura al blasonato avversario è forte e chiara. Così non è e la sua passività non manca di agevolare il cammino del giocatore di Parigi.
I RISULTATI :
N.Djokovic b. J.Janowicz 6-3 5-7 6-2 6-1
M.Raonic b. D.Brown 7-5 6-3 6-4
J.Tsonga b. G.Andreozzi 6-3 6-4 6-4
R.Bautista -Agut b.G.Garcia-Lopez  7-5 6-1 6-7 (5) 7-6 (3)
L. Pouille b.M.Kukushkin 3-6 6-2 6-4 6-2
J.Sock b.T.Fritz 7-6 (3) 7-5 3-6 1-6 6-4
M.Chiudinelli b. G.Clezar 2-6 7-6 (5) 6-2 6-4
J. Duckworth b.R.Haase  4-6 7-5 6-3 4-6 6-3
R.Harrison b. A.Mannarino 6-4 7-6 (5) 6-3
J.Vesely b. S.Myneni 7-6 (5) 4-6 2-6 6-2 7-5
M.Zverev b. P.Herbert 6-4 7-6 (6) 4-6 6-0
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy