US Open, il main draw: pericolo Makarova per la Williams, ghiotta chance per la Kerber

US Open, il main draw: pericolo Makarova per la Williams, ghiotta chance per la Kerber

Nello giornata di ieri è stato sorteggiato il tabellone di singolare femminile dello slam statunitense, la numero 1 al mondo non avrà un esordio agevole, subito messa a dura prova dalla russa Makarova. Al contrario, il tabellone sorride alla Kerber, sempre più vicina alla prima posizione in classifica. La fortuna di certo non ha aiutato le italiane, sorteggiate contro avversarie non proprio abbordabili, come si comporteranno? La Vinci riuscirà a confermare l’exploit dello scorso anno?

Commenta per primo!

Mancano ormai pochi giorni all’inizio dell’ultimo slam stagionale e tutti gli occhi degli americani sono puntati sulla numero 1 al mondo, al ritorno alle competizione dopo un mese di stop e ben 2 tornei saltati, La statunitense cercherà di difendere con le unghie e con i denti il suo primato in classifica, sempre più attaccato dalla temibile Angelique Kerber, la quale ha sprecato una grande occasione già la scorsa settimana a Cincinnati. La Vinci, al suo ultimo slam, dovrà difendere la finale conquistata nel 2015, la tarantina però non è nella migliore delle condizioni, ciò potrebbe far presagire anche ad un ritiro prematuro dell’italiana.

ESORDI INSIDIOSI – Oltre ad Ekaterina Makarova, altre tenniste, non teste di serie, potrebbero spaventare e non poco le top players. Una di queste è sicuramente Jelena Ostapenko, 19enne lettone e numero 39 al mondo, la quale affronterà al primo turno Petra Kvitova, non in ottimi rapporti con gli US Open, infatti la ceca vanta come miglior risultato “solo” un quarto di finale, ottenuto nel 2015, un risultato un po’ scarso per una due volte vincitrice di slam. Le due si sono incontrate due volte in carriera ed in entrambe le situazioni è stata la nativa di Riga a centrare la vittoria, sebbene in tre duri set. Anche Anna-Lena Friedsam è un’avversaria che la Vinci avrebbe voluto sicuramente evitare, infatti la tarantina non ha buoni ricordi della sua avversaria, affrontata quest’anno agli Australian Open: dopo aver vinto il primo set per 6-0, la numero 8 al mondo ha perso i restanti due set, sfumando così il sogno di terzo turno. Probabilmente questo sarà l’ultimo slam per l’italiana, che qui difende la finale conquistata lo scorso anno, ma a causa dei problemi fisici, difficilmente potrà raggiungere.

TEORICI QUARTI – La sfida che potrebbe regalare più spettacolo è quella tra la ritrovata Garbine Muguruza e la giovane stella americana Madison Keys, rispettivamente numero 3 e numero 9 del mondo. Uno stile di gioco quasi simile, servizio molto incisivo e potente, entrambe possono vantare un eccellente diritto, il quale le permette di trovare la potenza e la profondità giusta. L’americana e la spagnola simili sia nel bene che nel male, infatti il loro punto debole è proprio la concentrazione e la continuità, quando la situazione comincia a mettersi male, rifiutano di lottare, Muguruza in primis. Ma è anche vero che quando giocano come sanno fare loro, è uno spettacolo per tutti coloro che le guardano. Un altro teorico quarto potrebbe essere quello tra la numero 1 al mondo, Serena Williams e la numero 5, Simona Halep, le due si sono affrontate già 8 volte in carriera, con la tennista di Costanza vincitrice una sola volta, alle WTA Finals di Singapore del 2014, da allora ci sono state ben 4 vittorie di fila da parte dell’americana, l’ultima quest’anno ad Indian Wells. Prima di arrivare a questa sfida bisogna testare la condizione fisica della statunitense, dopo aver saltato Cincinnati per un problema al piede, potrebbe risentire di alcuni fastidi fisici e non riuscire ad esprimere al meglio il suo miglior tennis, la rumena non ha proprio un tabellone semplice, dopo il primo turno con la Flipkens, le aspetta un secondo turno di fuoco con una tra Gavrilova e Safarova, giocatrici molto insidiose su questi campi. I restanti quarti potrebbero essere V.Williams-Radwanska e Kerber-Vinci, il secolo sembrerebbe il meno probabile di tutti, poichè la pugliese dalla sua, oltre ad una forma fisica non al massimo, ha avuto anche un sorteggio sfortunato.

VITTORIA FINALE – Le favorite al successo finale sembrerebbero essere su tutte, Serena Williams ed Angelique Kerber, forse più la tedesca rispetto alla statunitense. La tennista di Brema recentemente sta mettendo in mostra un tennis incantevole ed eccezionale, grazie anche agli ultimi risultati ottenuti si sta avvicinando sempre più alla vetta. Serena per mantenere saldo il primato deve riuscire a conquistare il titolo, nel caso uscisse ai quarti di finale, il primo posto in classifica sarebbe automaticamente della tedesca, indipendentemente dal suo piazzamento qui a New York. In caso di semifinale da parte della numero uno al mondo, alla teutonica basterebbe issarsi fino in finale per garantirsi il tanto ambito premio in classifica. Certo che una possibilità di successo potrebbe averla anche Agnieszka Radwanska, con la campionessa di Wimbledon non proprio al meglio, la polacca può tranquillamente dire la sua ed in caso di successo sarà proprio la tennista di Cracovia la nuova detentrice della classifica WTA.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy