Us Open, Novak Djokovic: “Stan è stato più forte mentalmente”

Us Open, Novak Djokovic: “Stan è stato più forte mentalmente”

Novak Djokovic ha accettato con grande sportività la sconfitta in finale agli Us Open riconoscendo che Wawrinka è stato più forte dal punto di vista psicologico. Il serbo ha inoltre elogiato lo svizzero che considera uno dei più forti dell’epoca.

2 commenti

Non avrebbe potuto finire in modo peggiore l’ultimo Slam stagionale per Novak Djokovic. Il serbo tuttavia ha accettato la sconfitta con il sorriso e si è complimentato con Wawrinka, avversario che lo costringe sempre a dover tirare fuori il meglio per batterlo. “La vittoria è stata completamente meritata. Lui ha avuto più coraggio nei momenti decisivi. Lo ha dimostrato dall’inizio e ancor di più quando ha perso il primo set ed il suo gioco nel secondo è stato maggiormente solido e consistente. A partire da quel momento Stan ha meritato di essere il campione” ha spiegato il vincitore della passata edizione dopo aver rivissuto la maledizione che sorvola Flushing Meadows dal 2009: nessuno è stato capace di difendere il titolo.

Un incontro molto duro dal punto di vista fisico in cui a fare la differenza è stata la tenuta mentale. “È stata una partita molto complicata. Stan ha saputo cosa fare nei momenti che contavano. È stato più forte mentalmente. Sono pochi punti a decidere match di questo calibro ed oggi è stato così. Non ho sfruttato le occasioni per strappargli il servizio e se non lo fai l’avversario ti punisce. È stato più coraggioso, ha fatto un passo avanti, mentre io ero lì ad aspettare” ha analizzato con freddezza il tennista di Belgrado.

Wawrinka tra i Big 5? “Stan merita di essere inserito tra questa cerchia ristretta di grandi giocatori. Non c’è dubbio. Ha vinto tre Slam diversi, medaglia olimpica, Coppa Davis ed è stato al top diversi anni giocando il suo miglior tennis nei match che contavano. È un grande giocatore, molto solido. Ha un gran servizio ed un incredibile rovescio. Si muove bene, è completo e a volte dà la sensazione che se è in forma non sbaglia molto e trova tanti vincenti. Oggi è stato così”.

 

Infine un bilancio sul suo 2016. Novak si porta a casa tutto ciò che c’è di positivo, in primis 2 Slam ed il Career Grand Slam. “Vincere 4 Major di fila è stato incredibile. Sono molto orgoglioso e la sconfitta di oggi non cancella i trionfi in Australia e a Parigi. Ovviamente avrei voluto sollevare io il trofeo più importante ma in questi casi devi dare la mano al rivale e fargli i complimenti. Accettare la sconfitta e andare avanti” ha concluso Djokovic alla quinta disfatta in finale a Flushing Meadows.

 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Niccolò Bianchi - 10 mesi fa

    dopo a aparole si..durante..come sempre…non sportivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Damiano ROlland - 10 mesi fa

    Insomma..un po’ a ribadire il suo piccolo infortunio e non la fortuna relativa ad esser arrivato in finale senza giocare. Insomma se covava l’infortunio avrebbe avuto tante difficoltà lungo il percorso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy