US Open, secondo turno: Camila Giorgi si arrende a Venus Williams. Eliminata Julia Goerges

US Open, secondo turno: Camila Giorgi si arrende a Venus Williams. Eliminata Julia Goerges

Camila Giorgi si arrende in due set a Venus Williams. Facile affermazione per Karolina Pliskova su Ana Bogdan. Eliminata Julia Goerges: la tennista tedesca è stata sconfitta da Ekaterina Makarova.

di Monica Tola

ELIMINATA CAMILA GIORGI – Sconfitta in due set per Camila Giorgi. Niente da fare per la tennista di Macerata che si è imbattuta in una Venus Williams in fin dei conti più concreta. L’azzurra non ha sfigurato, ma ha pagato dazio per la tensione nei momenti chiave del match, la propensione alla fretta di chiudere i punti e i troppi gratuiti. Qualche rammarico resta, perché Camila Giorgi è stata avanti di un break sia nel primo che nel secondo parziale, ma per demeriti propri, quanto per la freddezza e le scelte tattiche ben ponderate da parte dell’americana, non ha gestito i vantaggi. Altra costante della partita è che in entrambe le frazioni di gioco, ogni volta che è stata chiamata a servire per rimanere nel set o nel torneo, Camila Giorgi ha ceduto. E’ accaduto alla prima occasione nel primo set e al seondo tentativo nel parziale numero due. Inutile dire che ci si aspettava una partita diversa, perché Camila possiede il tennis che infastidisce la Venere Nera. La maggiore delle sorelle Williams è abituata a comandare il gioco e soffre quando raramente trova una avversaria che non glielo permette. Camila, difatti, a tratti, non glielo ha consentito e Venus più colpiva forte e più si è vista tornare indietro una palla velocissima e altrettanto pesante. Sono state invece le palle alte e prive di peso a mettere nei guai la tennista di Macerata. Camila non ha resistito alla tentazione di avventarsi e ha perso le misure del campo. 29 i vincenti della tennista azzurra, ma ben 40 i gratuti. Un dato che raffrontato a quello di Venus, che si è attestata a 13 winners e 30 non forzati, mostra quanto Camila abbia prodotto gioco, ma si sia persa in tanti piccoli match nel match per via di un andamento a corrente alternata. Molto fallosa con il dritto, Camila Giorgi, è caduta nella trappola imbastita da Venus Williams, che con il servizio e senza forzare troppo è andata costantemente a cercare quel fondamentale. Come anticipato è stata l’azzurra ad andare avanti di un break in entrambi i set. Nel primo, Venus ha ceduto il turno in battuta nel terzo gioco. Controbreak immediato con la Giorgi che ha pagato cari due errori in uscita dal servizio. La statunitense, nell’ottavo game, ha capitalizzato due doppi falli di Camila (i primi del match) e un rovescio spedito fuori dall’italiana su una palla alta e leggerina, per portarsi 5-3 e servizio. Moto di orgoglio della tennista di Macerata che, prima ha annullato due set point con personalità e coraggio, poi si è ripresa il break. L’aggancio sul 5-5 non è però riuscito: Venus ha estratto dal cilindro tre ottime risposte e Camila si è consegnata con un altro errore su una palla senza peso. Il 6-4 non ha galvanizzato Venus Williams: passaggio a vuoto della ex numero 1 e Camila ne ha approfittato per involarsi sul 2-0. L’azzurra ha conservato il break fino al sesto game. Venus Williams ha pareggiato i conti sul 3-3 e senza far nulla di particolare: determinanti sono stati un doppio fallo di Camila Giorgi, sommato a due banalissimi errrori in uacita dal servizio. A completare il disastro un dritto a colpo sicuro scagliato in rete. Il grande rimpianto che ha pesato nell’economia del secondo set di Camila Giorgi, sono le 5 palle break non finalizzate nel nono game. Sul 4-4, Venus Williams si è trovata seriamente nei guai quando in un attimo si è trovata sullo 0-40. Ma nulla di fatto per Camila che, dopo aver vanificato le tre opportunità consecutive, se ne è fatta scappare altre due nello stesso gioco. Poteva essere 5-4 e servizio Giorgi, invece a passare avanti è stata Venus. Camila non ha tremato quando è andata in battuta per restare in partita. Ma sul 6-5 per Venus Williams riecco la tensione e al secondo turno di servizio per non salutare Flushing Meadows, la sconfitta ha preso ufficialmente forma con l’ennesimo dritto stampato in rete.

PLISKOVA IN SCIOLTEZZA, ELIMINATA GOERGES – Karolina Pliskova in due set sulla rumena Ana Bogdan. Partita a senso unico con la ceca che ha ceduto appena 5 giochi e liquidato l’avversaria con un 6-2, 6-3. Ekaterina Makarova si prende la rivincita e con gli interessi su Julia Goerges che l’aveva sconfitta (peraltro senza brillare) la scorsa settimana a New Haven. Quello odierno è stato un match equilibratissimo. A fare la differenza è stata una palla break non salvata dalla Goerges, sulle due concesse nell’intera partita. 5 su 5 quelle cancellate da Ekaterina Makarova. Tre nel primo set e quelle opportunità avevano un enorme peso: erano anche set point a favore della tedesca (nel nono gioco sul 5-4 per la teutonica). Il primo parziale si è chiuso 12-10 al tie-break per la Makarova. Julia Goerges, prima di arrendersi nel jeu décisif, ha annullato 8 set point. Seconda frazione decisa di fatto dal break centrato dalla Makarova nel sesto gioco. 4-2 e servizio per la tennista mancina, che ha amministrato fino al 6-3 finale.

Risultati – Secondo Turno:

[16] V. Williams b C. Giorgi 6-4 7-5

[Q] Wang b I. Begu 6-3 6-1

[8] Ka. Pliskova b A. Bogdan 6-2 6-3

E. Makarova b [9] J. Goerges 7-6 (10) 6-3

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. William Viezzer - 2 mesi fa

    Provare a farsi allenare da un o una ex tennista giusto x vedere se riesce farla rallentare in alcuni momenti e che riesca ad essere meno tesa…io ci proverei!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Stefano Tomasella - 2 mesi fa

    Che battuta del cazzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Massimo Mangiarotti - 2 mesi fa

    Secondo qualcuno sarebbe stata potenzialmente in grado di vincere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy