US Open, semifinale: la Stephens non si ferma più, è in finale!

US Open, semifinale: la Stephens non si ferma più, è in finale!

Sloane Stephens, rivelazione di questa edizione degli US Open, si è conquistata l’accesso alla finale, prevalendo su Venus Williams con il punteggio di 6-1 0-6 7-5. Le due contendenti hanno dato vita ad un confronto davvero entusiasmante.

3 commenti

Head to head – Le due tenniste si sono incontrate soltanto una volta prima di questa semifinale, in occasione degli Open di Francia 2015. In quella circostanza, s’impose la Stephens per due set a zero. Formalmente esiste un altro precedente, che risale al torneo di Miami 2013. Ma la Williams diede forfait, consegnando la vittoria a tavolino alla Stephens.

Il primo set – La Stephens si è espressa in modo pregevole nel corso di tutto il parziale, variando efficacemente il gioco e realizzando numerosi vincenti con entrambi i colpi. Inoltre, ha rivelato fin da subito di avere uno stato d’animo rilassato, che le ha permesso di giocare con naturalezza e senza troppa pressione. La Williams, di contro, è entrata in campo piuttosto nervosa e contratta. Sin dai primi scambi, ha cercato di forzare i colpi con insistenza, ma è spesso andata incontro all’errore, soprattutto con il rovescio. Anche nelle fasi successive del parziale non è stata in grado di trovare il ritmo della gara, evidenziando, peraltro, problemi cronici con il servizio. Relativamente al punteggio, la Stephens si è aggiudicata due break: al quarto gioco e poi al sesto. In virtù di questo vantaggio, ha chiuso il set agevolmente per 6-1.

Il secondo set – La seconda partita si è svolta in modo completamente diverso rispetto al parziale precedente. La Williams ha iniziato ad aumentare notevolmente l’intensità degli scambi, riuscendo finalmente ad essere precisa e potendo forzare i colpi con più frequenza. Spesso si è portata in attacco ed ha chiuso diversi punti direttamente a rete. La Stephens è rimasta intrappolata e si è vista costretta a giocare prevalentemente in modo difensivo, senza poter contrattaccare. L’azione della Williams è stata davvero veemente ed inarrestabile: in mezz’ora di gioco ha conquistato il set con un perentorio 6-0. .

Il terzo set – Il parziale decisivo è stato avvincente. Ogni game è stato lottato fino all’ultima risorsa di energia. Gli scambi si sono distinti per il tentativo, da parte di entrambe le giocatrici, di cercare il punto attraverso soluzioni complesse e spettacolari. In merito al punteggio, la Stephens si è avvantaggiata con un break in apertura, tuttavia, la Williams si è immediatamente riportata sotto, vincendo un contro break al quarto game. Nei game successivi, le due contendenti hanno conquistato un break per parte, arrivando appaiate fino alla conclusione del set. Il tenore della partita non è mai mutato. Le due giocatrici hanno continuato a darsele di santa ragione, realizzando delle azioni di gioco sbalorditive dal punto di vista tecnico. In conclusione, la Stephens ha strappato un break decisivo all’undicesimo game, con il quale ha potuto chiudere il set e la partita con il proprio servizio.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Camolli Marco - 2 settimane fa

    Solo le donne passano da un 6 1 a un 0 6 . Che roba !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marinella Picosanta - 2 settimane fa

    La Stephens ha della stoffa e facevano a bene a parlare di lei benissimo qualche anno fa…mi è sempre piaciuto sono certa che sarà una protagonista che conta , sinceramente la trovo più forte di tante giovanissime di adesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Michal Walkow - 2 settimane fa

    Solo Sloane non mi delude mai

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy