Circus Preview: Kerber prova a sabotare i piani di casa Williams

Circus Preview: Kerber prova a sabotare i piani di casa Williams

Se vivessimo nel migliore dei mondi possibili, quest’oggi potremmo assistere a due semifinali dello stesso livello qualitativo, compiendo una semplice inversione di avversarie per le sorelle Williams. Se Venus e Serena fossero costrette a giocare rispettivamente contro Vesnina e Kerber, infatti, a quest’ora potremmo pregustarci due partite dall’esito non così scontato. La cinica realtà, invece, ci proporrà una semifinale del tutto risibile, quella tra Serena e la russa Vesnina, mentre Venere dovrà vedersela con Angelique Kerber, in quello che per forza di cose può definirsi il match del giorno.

Se vivessimo nel migliore dei mondi possibili, quest’oggi potremmo assistere a due semifinali dello stesso livello qualitativo, compiendo una semplice inversione di avversarie per le sorelle Williams. Se Venus e Serena fossero costrette a giocare rispettivamente contro Vesnina e Kerber, infatti, a quest’ora potremmo pregustarci due partite dall’esito non così scontato. La cinica realtà, invece, ci proporrà una semifinale del tutto risibile, quella tra Serena e la russa Vesnina, mentre Venere dovrà vedersela con Angelique Kerber, in quello che per forza di cose può definirsi il match del giorno.

la-sp-sn-venus-williams-wimbledon-20140627-600x399

La sfida tra la decana statunitense e la campionessa in carica dell’Australian Open garantisce un sufficiente dosaggio di pathos e talento, come dimostra l’andamento degli scontri diretti tra le due. Venere ed Angelique si sono sfidate per cinque volte e, tralasciando le prime due sfide in cui la tedesca era ancora troppo acerba per poter competere ad armi pari, le restanti tre sono state caratterizzate da un comune denominatore: l’equilibrio. La teutonica si è aggiudicata l’unico precedente disputato sull’erba, ambientato sempre a Londra ma in occasione dei giochi olimpici 2012. Kerber prevalse al termine di due tirarissimi tie break, prima di essere estromessa da Vika Azarenka nei quarti di finale. Le successive due sfide si sono entrambe concluse al terzo set, la prima a New York e la seconda a Montreal, con un’equa spartizione dei successi. Allo stato attuale è difficile immaginare che Venus possa arginare la straripanza fisico-agonistica della tedesca, protagonista della stagione più ispirata della carriera.

Serena-Williams-Wimbledon-20133.jpg

19 giochi in quattro scontri diretti: questo lo scarno bottino di Elena Vesnina nel computo delle sfide contro Serena. La russa assapora la prima semifinale da singolarista in un torneo dello Slam, dopo aver ripetutamente calcato le fasi finali dei quattro Major nella specialità del doppio. La 29enne di Leopoli, infatti, può vantare ben due titoli dello Slam (Roland Garros ed U.S Open), oltre a due finali ai Championships e una in Australia. In tutte le cinque finali Slam disputate, Vesnina è stata affiancata Ekaterina Makarova, insostituibile compagna di doppio e fondamentale crocevia per il raggiungimento di questa insperata semifinale. Le due si sono sfidate proprio negli ottavi di finale di questa edizione dei Championships, con la vittoria a sorpresa di Vesnina per 9-7 nel set decisivo. Il trattamento brutale che Serena le riserverà quest’oggi non riuscirà ad offuscare la portata di questa impresa. La russa potrà comunque consolarsi provando ad aggiudicarsi i Championships per vie traverse, o nel doppio misto con Bruno Soares, o in compagnia della fedele Makarova, nel match di quarti di finale che le vedrà opposte proprio alle sorelle Williams.

Questo il programma completo:

Campo centrale ore 14.00

S.Williams- E.Vesnina

A seguire

A.Kerber- V.Williams

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy