Circus Preview: Serena prenota la semifinale, Halep in cerca di riscatto, Venus prova a fermare il tempo

Circus Preview: Serena prenota la semifinale, Halep in cerca di riscatto, Venus prova a fermare il tempo

Dopo aver sacrificato l’intoccabile Middle Sunday di riposo, un altro capo saldo della ritualità londinese tra poche ore verrà abbattuto. Il secondo martedì dei Championships, infatti, non sarà interamente dedicato ai quarti di finale delle donzelle, stavolta non a causa delle bizze meteorologiche, bensì per la lungaggine del derby ceco tra Berdych e Vesely, interrotto ieri sul risultato di due set pari. Scampato il pericolo di un quarto di finale con Roberta Vinci, Serena se la vedrà con la russa Pavlyuchenkova, sempre battuta nei cinque precedenti. Stuzzicante il quarto di finale che vedrà opporsi Angelique Kerber e Simona Halep, mentre nonna Venus prova a raggiungere l’ennesima semifinale Slam della carriera, a distanza di sei anni dall’ultima affermazione in un quarto di finale di un Major (U.S Open 2010).

La tradizione è una bellezza da conservare, non un mazzo di catene per legarci. Chi avrebbe mai potuto immaginare che questa datata massima, coniata da quel simpatico fascistoide di Ezra Pound, a distanza di quasi un secolo potesse attagliarsi alla perfezione all’edizione 2016 dei Championships. Dopo aver sacrificato l’intoccabile Middle Sunday di riposo, a causa del ritardo accumulato nelle precedenti giornate, un altro capo saldo della ritualità londinese tra poche ore verrà abbattuto. Il secondo martedì dei Championships, infatti, non sarà interamente dedicato ai quarti di finale delle donzelle, stavolta non a causa delle bizze meteorologiche, bensì per la lungaggine del derby ceco tra Berdych e Vesely, interrotto ieri sul risultato di due set pari.

Tennis - 2015 Wimbledon Championships - Day Twelve - The All England Lawn Tennis and Croquet Club

Tornando al nostro martedì rosa, impegno da pilota automatico per Serena Williams. La numero 1 del mondo, scampato il pericolo di un quarto di finale con Roberta Vinci, estromessa dalla connazionale Vandeweghe, se la vedrà con la russa Pavlyuchenkova, a sua volta carnefice della vulcanica Coco. I precedenti non lasciano scampo alla burrosa Anastasija, visto che la statunitense si è aggiudicata tutti i cinque confronti diretti, concedendo alla russa un solo set, per giunta nel primo confronto diretto tra le due andato in scena nel remoto 2010. Per caratteristiche fisiche e tecniche dell’avversaria, Serena potrebbe vivere una replica della recente semifinale parigina contro Kiki Bertens, al netto della diversità di superficie. Se la russa non si farà soggiogare dall’emotività, è possibile immaginare un primo set piuttosto combatutto, prima dell’ineluttabile crollo di Pavlyuchenkova nel secondo.

halep-wimbledon-1

Stuzzicante il quarto di finale che vedrà opporsi Angelique Kerber e Simona Halep. La teutonica sembra aver ritrovato la retta via, dopo la fugace apparizione al Roland Garros. La campionessa dell’Australian Open giunge a questo appuntamento con un ruolino di marcia immacolato, figlio di un parziale di otto set consecutivi in suo favore, dei quali solo uno finito al tie break. Al suo cospetto si presenterà una Simona Halep reduce dal convincente successo in rimonta su Madison Keys. La rumena sta lentamente ritrovando fiducia in se stessa e nel proprio gioco, dopo una prima parte di 2016 caraterizzata da sporadici acuti e prolungate eclissi. Kerber si è aggiudicata l’ultimo scontro diretto, andato in scena sulla terra rossa nella sfida di Fed Cup tra Germania e Romania, primo ed unico successo della tedesca, dopo le tre affermazioni consecutive di Halep, tutte ottenute sul cemento. Partita da terzo set con possibili psicodrammi finali.

 

la-sp-sn-venus-williams-wimbledon-20140627-600x399

Negli ultimi due quarti di finale in programma, nonna Venus prova a raggiungere l’ennesima semifinale Slam della carriera, a distanza di sei anni dall’ultima affermazione in un quarto di finale di un Major (U.S Open 2010). L’immarcescibile Venere, dopo aver respinto l’assalto della triade di poppanti Vekic-Sakkari-Kasatkina (59 anni in tre), negli ottavi ha avuto la meglio su una delle sue personali bestie nera, la spagnola Carla Suarez-Navarro. Quest’oggi la decana statunitense affronterà la kazaka Shvedova, eterna mina vagante del circuito femminile. Match meno scontato di quanto possa sembrare, nel quale Venus parte favorita, a patto che il fisico non le faccia pagare il conto per gli sforzi profusi nella prima settimana. Ultimo quarto di finale, sia in ordine temporale che per grado di interesse, quello tra Cibulkova e Vesnina. La trottolina slovacca è reduce da una serie di nove successi consecutivi sull’erba, cinque ottenuti nel torneo di Eastbourne e i restanti quattro nella prima settimana dei Championships. Vesnina sembra aver raggiunto il massimo traguardo possibile, dati i mezzi e le aspettative. Unica incognita legata alla condizione fisica della slovacca, dopo la sfibrante maratona contro Aga Radwanska, conclusasi per 9-7 nel terzo set.

Questo il programma completo:

Centre Court – 2:00pm
(5) Simona Halep – (4) Angelique Kerber
(1) Serena Williams – (21) Anastasia Pavlyuchenkova

No.1 Court – 2:00pm
(8) Venus Williams – Yaroslava Shvedova
(19) Dominika Cibulkova – Elena Vesnina

No.3 Court – 2:00pm

(10) Tomas Berdych- Jiri Vesely

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy