Federer: “Non ho mai smesso di crederci”. Cilic: “Ho dato il massimo, come sempre”

Federer: “Non ho mai smesso di crederci”. Cilic: “Ho dato il massimo, come sempre”

Riportiamo le dichiarazioni dei finalisti di Wimbledon. Un Federer straripante e un Cilic deluso per via dei suoi problemi fisici.

La partita è stata breve, ma molto molto intensa. Roger Federer alza per l’ottava volta il trofeo di Wimbledon e conquista il 19esimo Slam battendo il croato Marin Cilic in tre set netti.

“HO DATO IL MASSIMO” – Le lacrime di Cilic, oltre che sul campo si trasferiscono anche nelle sue parole. “Come in tutta la mia carriera anche oggi ho fatto del mio meglio, non posso fare altrimenti. E’ stato un buon torneo sono felice di come ho giocato. Ringrazio la mia famiglia e tutti quelli che mi aiutano. Spero di poterci riprovare il prossimo anno. Grazie!”.

“PER LA MIA FAMIGLIA” – Federer usa parole dolci per il suo avversario: “Devi essere davvero orgoglioso di ciò che hai fatto, hai giocato un torneo incredibile. Non essere al massimo in una finale è crudele, ti auguro il meglio”. L’intervistatrice scherza con Roger: “stai sempre meglio, tu?!”, Federer replica con una battuta: “Beh forse mi dovrei prendere altri sei mesi di pausa, anche se non so se potrò tornare così bene. E’ stato un anno durissimo, abbiamo lavorato tanto e siamo tornati qua per vincere, non ho mai smesso di crederci. Devo ringraziare il mio team e la mia famiglia. Dopo le sconfitte del 2014 e 2015 contro Djokovic era difficile che tornassi in una finale qui a Wimbledon.  Essere in questo campo per onorare questo sport è speciale, ora ho il trofeo in meno ed è fantastico e spero di riuscire ad essere qua il prossimo anno per difendere il titolo. Questo trofeo è per la mia famiglia, per il mio team e per la Svizzera”.

CONFERENZA STAMPA

CILIC: “Sono scoppiato in lacrime solamente per la frustrazione di non poter giocare al 100% oggi. Era una buona opportunità. Avevo una vescica sotto il piede, ho iniziato a sentirla durante la partita contro Querrey e me la sono portata dietro da allora: ogni volta che provavo a fare uno scatto era un disastro, non avevo velocità.

FEDERER: Lo svizzero è probabilmente la persona più felice sulla terra in questo momento e, come al solito, fa poco per nasconderlo e scherza con i giornalisti: “Potrei farmi ibernare per 300 giorni e giocare solo Wimbledon, forse così vincerò anche a 40 anni“. Poi, più seriamente, sulla programmazione delle prossime settimane dice: “non so se andrò a Montreal, sicuramente sarò a Cincinnati e agli US Open”

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gianna Mameli - 2 mesi fa

    Ecco,ha detto giusto:ha dato il.massimo,ma di fronte a sua maestà,il massimo non.basta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Davide Trombini - 2 mesi fa

    Tutto scontato … Il peggior Wimbledon di sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Stefano Pedro - 2 mesi fa

    Povero Cilic lo capisco,tra la tensione della finale e avere di fronte una leggenda…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Enrico Carrossino - 2 mesi fa

      Più che altro era infortunato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Stefano Pedro - 2 mesi fa

      Soprattutto quello…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Antonio Quarta - 2 mesi fa

    Minchia…immagina se dava il minimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Vale Dolfini - 2 mesi fa

    Grazie Roger

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy