Rivoluzione Wimbledon: sul 12-12 del quinto set ci sarà il tie break

Rivoluzione Wimbledon: sul 12-12 del quinto set ci sarà il tie break

Il Comitato Aeltc ha annunciato che dal 2019, a Wimbledon, si avrà il tie break al quinto set, ma solo sul punteggio di 12-12. La soluzione adottata dal torneo londinese rappresenta un unicum nel panorama tennistico internazionale e mira a raggiungere il giusto compromesso tra intrattenimento e salute dei giocatori.

di Pierluigi Serra, @pierluigi_serra

A partire dalla prossima edizione, il torneo di Wimbledon introdurrà il tie break al quinto set, ma solo sul 12 pari. Fino a questo momento, tutti gli Slam, eccetto gli US Open, prevedevano un quinto set ad oltranza e senza limiti, ma le polemiche e le discussioni generate dalla lunghissima semifinale di quest’anno tra Kevin Anderson e John Isner (26-24, il punteggio finale del quinto parziale ndr) hanno convinto la direzione dello storico torneo londinese ad accogliere le richieste delle tante voci critiche e a rivedere il regolamento.

Come è stato spiegato dal presidente del club, Philip Brook, sono stati molti i fattori tenuti in considerazione nella scelta di questa particolare soluzione: “Prima di giungere a questa decisione il Comitato Aeltc ha svolto un’approfondita analisi dei dati delle partite delle ultime venti edizioni, consultando anche giocatori e arbitri, e ha preso in considerazione altri fattori tra cui la complessità della programmazione degli incontri e l’esperienza degli spettatori”.

“Dal momento che sappiamo che le partite che si allungano nel set finale sono rare, riteniamo che un tie-break sul 12-12 possa rappresentare un equilibrio equo tra il consentire ai giocatori ampie opportunità di completare il match con il vantaggio di due game e anche la certezza che la partita si concluderà in un periodo di tempo accettabile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy