Roger Federer: “Sconfitta inspiegabile, spero di non essermi fatto male. Nel 2017 ci sarò”

Roger Federer: “Sconfitta inspiegabile, spero di non essermi fatto male. Nel 2017 ci sarò”

Le parole di Roger Federer dopo la bruciante sconfitta patita contro Milos Raonic nella semifinale di Wimbledon. Lo svizzero non si capacita di come sia finito il quarto set ma è convinto di tornare sul Centre Court anche il prossimo anno.

È un Roger Federer molto deluso quello che si è presentato in conferenza stampa dopo la bruciante sconfitta rimediata nella semifinale di Wimbledon da Milos Raonic. Lo svizzero non riesce a capacitarsi di come abbia perso il quarto set dove sul 5-6 era avanti 40-0 sul suo turno di servizio.

“Fa male perchè avrei potuto vincere, sono arrabbiato e sorpreso per aver perso il quarto set così facilmente. Non ho giocato male ma desidero dimenticare questa partita, ho commesso due doppi falli in momenti cruciali. Non so come sia successo, è inspiegabile. La caduta non c’entra anche se poi da quel momento non mi sono più sentito lo stesso”.

Positività– Nessuno forse alla vigilia, alla luce delle sconfitte a Stoccarda e ad Halle, si sarebbe aspettato che il 17 volte campione Slam raggiungesse la semifinale e neanche Roger era sicurissimo della propria condizione. “Prendo ciò che c’è di positivo, è incoraggiante aver retto 10 set in due giorni. Sono arrivato qui senza aspettative ed il successo contro Cilic è incoraggiante per il resto della mia carriera”.

AELTC/Joel Marklund . 08 July 2016

Ritorno nel 2017– Il sette volte campione dei Championships non ha alcune intenzione di appendere la racchetta al chiodo tanto che in conferenza stampa chiarisce sorridendo che tornerà anche il prossimo anno sul suo giardino preferito. “L’ottavo titolo qui è il mio sogno ma non è l’unica ragione per cui gioco a tennis. Tornerò nel 2017, a fine match ho guardato il pubblico del Centrale per ringraziarlo perché è stato straordinario con me”.

Prossimi obiettivi– “Rio e Us Open. Alle Olimpiadi ho in programma di giocare il misto con Martina Hingis, dopo Wimbledon ne parleremo meglio. Spero di fare una buona stagione sul cemento a meno che l’infortunio non sia grave, ora non voglio pensarci. Vediamo come sto quando mi sveglio domani mattina, spero di non essermi fatto male”.

Fonte: TennisWorldItalia

13 commenti

13 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Caterina Tambornino - 9 mesi fa

    Sempre grande Roger …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Francesca Sarzetto - 9 mesi fa

    Come al solito riempie l’avversario di complimenti… È ora che cominci ad imparare a perdere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luca Baldissera - 9 mesi fa

      Francesca, non è vero, leggi tutta l’intervista, qui sono riportate solo alcune risposte 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Francesca Sarzetto - 9 mesi fa

      Allora è chi fa i titoli che lo rende un insopportabile antipatico presuntuoso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Luca Baldissera - 9 mesi fa

      Evidentemente sì :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nadia Guidi - 9 mesi fa

    Purtroppo Roger si è distratto un attimo, e a quei livelli (e non solo) un attimo può essere fatale. Ci è rimasto malissimo perché ci credeva e stavolta, secondo me, non se lo dimentica. Onore a Raonic che ha saputo cogliere l’attimo per ribaltare un match.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mario Frasca - 9 mesi fa

    Ci manca che si mette a piangere!!! Poverino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Carmela Lombardi - 9 mesi fa

    Raonic ha un tennis molto noioso… L’indiscusso campione di sempre e per sempre è THE KING!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Nicola Dealessi - 9 mesi fa

    Roger,Una Leggenda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Michele Russo - 9 mesi fa

    Raonic è inguardabile..il problema è che nonostante i campi siano molto più lenti rispetto ad una volta,gli attrezzi e le palline danno la possibilità di tirare dei missili ai bombardieri di turno. In conclusione la superficie è sì più lenta (secondo molti oggi c’è la Terba) ma le racchette e le palle rendono i servizi dei tennisti fondamentali molto più di prima per le vittorie di partite di questo tipo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Giselda Meneghetti - 9 mesi fa

    Grazie Roger e speriamo tutto bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Giuseppe Agostaro - 9 mesi fa

    Raonic ha strameritato…Roger non è stato all’altezza nei momenti Clou…!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ivana Moresco - 9 mesi fa

    Sempre unico anche quando non vince.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy