Wimbledon: 1T qualificazioni

Wimbledon: 1T qualificazioni

A Roheampton sono iniziate le qualificazioni per Wimbledon. Solo Thomas Fabbiano supera il primo turno, per ora. Avanti anche Rublev e Sijsling. Fuori Andrea Arnaboldi dopo una lunga battaglia contro Soeda e Giannessi opposto all’inglese Salisbury

Al via a Roheampton diversi italiani tra quelli che non hanno ceduto al richiamo della rassicurante terra nostra.

Dopo la sconfitta di Federico Gaio contro il francese Sidorenko, oggi è uscito di scena un altro italiano, ovvero Salvatore Caruso.
Il siciliano, opposto al talentuoso colombiano Alejandro Falla, ha lottato per un set, sprecando anche un set point, perso poi al tiebreak per 9 punti a  7. Nel secondo parziale è stato un monologo colombiano, con Falla a dominare per 6-1.

Bella vittoria invece di Thomas Fabbiano. Il pugliese torna al successo dopo una partentesi negativa sulla terra rossa italiana, sconfiggendo Blaz Kavcic. Match dai due volti: Fabbiano domina il primo set con grande facilità, portandolo a casa per 6-1 lasciando le briciole all’avversario, in appena 21′. Cambio di copione nel secondo set, con Kavcic che toglie il servizio al pugliese e si porta 3-1 salvo poi essere rimontato, ma qualcosa si rompe nel gioco di Fabbiano, specie nella prima palla di servizio sempre fuori misura. Il nostro giocatore si innervosisce per il tifo piuttosto esagitato di alcuni sloveni a bordo campo e si distrae, ma riprende il filo del match nel terzo set, che segue i servizi dopo l’iniziale break del nostro giocatore, il quale poi riesce a togliere il servizio al suo avversario al decimo game e a chiudere al primo match point.

Esce con tanti rimpianti Alessandro Giannessi, opposto all’inglese Salisbury. Il nostro rappresentante giocava un match praticamente perfetto al servizio fino al 6-4 5-4 in suo favore, quando inopinatamente perdeva sicurezza al servizio proprio al momento di chiudere, facendo rientrare in partita il giocatore inglese, il quale, confortato dal break conquistato in extremis si portava al tiebreak che vinceva piuttosto nettamente. Nel terzo set si seguivano i servizi fino al 2 pari ma poi Salisbury cambiava marcia complice un crollo delle percentuali di prima palla di Giannessi che consegnava il break al quinto e settimo game. Giannessi provava a rientrare, togliendo a 15 il servizio al suo giovane avversario, ma poi cedeva ancora il suo game alla battuta dopo aver sprecato una palla per  il 4-5.

Brutta sconfitta di Andrea Arnaboldi contro il giapponese Go Soeda. Il giocatore lombardo parte male e perde il primo set per 6-4 pagando un break iniziale, ma si rimette in carreggiata molto bene vincendo in volata un combattutissimo secondo set al tiebreak. Il match sembrava andare su binari tranquilli per Arna che aveva subito preso un break di vantaggio nel terzo set, portandosi sul 2-1, ma niente da fare, perché Soeda trovava un game miracoloso in risposta e si portava in vantaggio, chiudendo nettamente per 6-3 dopo oltre 2h di gioco.

rublev-2.jpg
Va avanti Andrej Rublev. Il gioiellino russo ha facilmente la meglio sullo statunitense di origini georgiane Sarkissian, mentre esce la tds n. 26, l’argentino Gonzalez molto nettamente per mano di Nikola Sektic.  Fuori anche la n. 7 Martin, sconfitto in un match tirato dallo spagnolo Pere Riba. Avanti l’olandese Sijsiling contro l’austriaco Langer. Avanti Luke Saville, l’australiano molto a suo agio sui prati, ha vinto un match tirato contro lo spagnolo Roca Batalla. Tra le sorprese fuori il giapponese Sugita, tds n.4 e per solito buon frequentatore dei prati, sorpreso dall’inglese Willis.

Qui i risultati completi della giornata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy