Wimbledon, Day 9: Una sontuosa Kerber batte la Halep e conquista la semifinale, affronterà Venus Williams

Wimbledon, Day 9: Una sontuosa Kerber batte la Halep e conquista la semifinale, affronterà Venus Williams

La tedesca conquista la semifinale dei Championships, battendo in due set la rumena. Dopo il successo australiano la mancina di Brema prova a ripetersi anche qui a Londra, su una superficie a lei molto favorevole. Sulla sua strada per la finale però ci sarà la venere nera, Venus Williams, la quale grazie al successo sulla kazaka Yaroslava Shvedova ritorna in una semifinale slam dopo ben 6 anni.

Commenta per primo!

I primi quarti femminili a Wimbledon si sono appena conclusi, ad imporsi sono stati la tedesca Angelique Kerber in due complicati set su Simona Halep e l’americana Venus Williams, sconfiggendo sempre in due set Yaroslava Shvedova. La tedesca grazie a questa vittoria raggiunge la semifinale qui a Londra e interrompe una crisi di risultati che duravi da mesi, da quel famoso successo agli Australian Open. Ora la numero 4 al mondo sta ritrovando la sua miglior forma e vuole togliersi grandi soddisfazioni su questa superficie. La venere nera raggiunge una semifinale slam dopo quasi 6 anni, Us Open 2010, qui a Wimbledon invece l’ultima  l’ha centrata nel 2009.

TROPPI BREAK – Primo set poco esaltante per le giocatrici al servizio: ben 9 break e soli 3 game conquistati con la battuta a disposizione. La più astuta delle due è stata sicuramente la Kerber, la quale ha tenuto il servizio in un momento delicatissimo del set ed ha brekkato la sua avversaria in chiusura di parziale. Un set in cui la seconda di servizio non ha assistito alcuna delle due tenniste: 18% di punti ottenuti per la Halep e 22% per la tedesca. Solo 5 punti di differenza tra le due, ma quei pochi “15” conquistati dalla tennista di Brema le hanno permesso di far suo il primo parziale.

KERBER MAGNIFICA – Set secondo che comincia in maniera diversa rispetto al precedente, le giocatrici riesco a mantenere i propri servizi, concedendo poche palle break. L’allungo però arriva nel sesto game, quando la tedesca grazie ai suoi colpi profondi ed alla sua difesa estenuante riesce a brekkare la sua rivale ed a portarsi avanti nel punteggio. Al momento di servire per il match, la Halep gioca uno dei game migliori del torneo, mandando in crisi la tedesca con i suoi rovesci lungolinea, e trovando un break insperato. Si arriva la tie break, con una rumena che sembra più ispirata e propensa a conquistare questo set rispetto alla Kerber, la quale ha sprecato una grande occasione per chiude il match. La tennista di Costanza parte subito con un minibreak, la gioia però dura un’attimo poichè la tedesca mette in mostra tutto il suo repertorio e costringe l’avversaria a sbagliare. Da lì in poi, un assolo della tedesca, la quale chiude per 7-2 e conquista la semifinale qui a Wimbledon.

LA VENERE E’ TORNATA – Un primo set più complicato del solito, quello che ha dovuto fronteggiare Venus Williams. Dopo esser stata brekkata ad inizio parziale, l’americana riesce dopo 3 palle break ad agguantare la sua avversaria, portando il punteggio in parità. Senza alcun rischio le due raggiungono il tie break, dove la kazaka ha rimpianti maggiori: avanti 5-2 spreca troppe occasioni e finisce per perdere il set con il punteggio di 7-5. Nel secondo l’americana sale in cattedra e concede veramente le briciole alla sfortunata Shvedova la quale di fronte alla potenza ed al servizio della statunitense può davvero poco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy