Wimbledon: niente da fare per Sara Errani, Pironkova vince in due set

Wimbledon: niente da fare per Sara Errani, Pironkova vince in due set

Dopo Roberta Vinci, anche Sara Errani saluta il torneo londinese, eliminata dalla bulgara Tsvetana Pironkova con il punteggio di 6-1 6-4.

18 commenti

Dopo l’uscita di Roberta Vinci contro Krystina Pliskova, anche Sara Errani lascia il torneo all’esordio di Wimbledon, battuta con il punteggio di 6-1 6-4 dalla bulgara Tsvetana Pironkova, 29 anni e n. 131 del mondo. Nonostante il suo periodo negativo, i favori del pronostico erano comunque dalla parte di Pironkova, che proprio nello Slam londinese ha giocato negli ultimi anni il tennis migliore della sua carriera (nel 2010 ha raggiunto la semifinale battendo Marion Bartoli e Venus Williams, superata poi in tre set dalla russa Vera Zvonareva). Non è un mistero che Sara Errani non si sia mai trovata bene sull’erba: ai Championship ha raccolto appena due terzi turni (2010 e 2012). Proprio cinque anni fa ha subito forse l’umiliazione più grande sul rettangolo di gioco contro la kazaka Yeroslava Shvedova, che le ha inflitto un parziale di 24-0 (golden set) nella prima frazione. Negli head to head Errani e Pironkova erano 2 pari, ma non si erano mai affrontate sull’erba.

Sul far della sera, nel Campo 5, la bulgara domina sin dall’inizio, con il suo tennis rapido e potente, costringendo l’Errani a remare dal fondo. Il primo set è impietoso, 6-1 in appena 23 minuti. Si vede che Sarita fin da subito cerca di spezzare il ritmo all’avversaria, che però non soffre i suoi back e i suoi slice. Il rimbalzo rapido e rapido sull’erba non permette all’azzurra di costruire il gioco con i top di dritto, che spesso finiscono poco oltre la metà campo, facile preda dei colpi piatti di Pironkova, molto costante anche al servizio.

Nel secondo parziale per fortuna c’è molta più partita, con un certo equilibrio in tutti i game. Errani trova la chiave per mandare un po’ in confusione la bulgara e, quando può, trova coraggio anche per attaccare e spostare l’avversaria. Nel quinto e nel sesto gioco si susseguono due break per parte, ma poi Pironkova riesce a strappare di nuovo la battuta e salire 5 a 4 con l’occasione di servire per il match. Qui per poco l’azzurra non riesce a riprendersi il game perso, avendo due occasioni per contro-breakkare sul 15-40. Grazie al servizio Tsvetana li annulla e riesce a chiudere 6-4 dopo 46 minuti. Ora la attende la danese Caroline Wozniacki.

Con l’uscita di Errani e Vinci, rimangono nel tabellone principale Francesca Schiavone e Camila Giorgi, impegnate domani rispettivamente contro Elina Svitolina e Madison Keys.

Wimbledon – Risultati primo turno:

[1] A. Kerber b. [Q] I. Falconi 6-4 6-4
K. Flipkens b. M. Doi 6-4 6-2
S. Rogers b. J. Boserup 6-4 3-6 6-4
[32] L. Safarova b. O. Dodin 6-2 6-2
S. Cirstea b. [23] K. Bertens 7-6(5) 7-5
B. Mattek Sands b. M. Linette 1-6 6-2 6-3
Y. Wickmayer b. K. Bondarenko 6-2 7-5
[14] G. Muguruza b. E. Alexandrova 6-2 6-4
[9] A. Radwanska b. J. Jankovic 7-6(4) 6-0
C. McHale b. [WC] K. Boulter 3-6 7-5 6-3
K. Kucova vs [Q] B. Andreescu
[19] T. Bacsinszky b. M. Puig 6-1 3-6 6-0
V. Lepchenko b. [28] L. Davis 6-4 7-5
[Q] P. Hercog b. A. Beck 6-2 6-1
E. Makarova vs A. Van Uytvanck
[Q] O. Jabeur vs [7] S. Kuznetsova
[3] Ka. Pliskova b. E. Rodina 6-3 6-4
[PR] M. Rybarikova b. M. Niculescu 6-4 6-1
L. Tsurenko b. J. Goerges 6-7(4) 7-6(8) 6-4
V. Golubic b. [30] S. Zhang 6-3 6-7(4) 6-1
[Q] P. Martic b. [20] D. Gavrilova 6-4 2-6 10-8
D. Allertova b. R. Ozaki 7-6(5) 3-6 6-4
[WC] Z. Diyas b. Z. Han 6-4 6-2
[Q] Ar. Rodionova b. [16] A. Pavlyuchenkova 3-6 7-6(6) 9-7
[12] K. Mladenovic b. P. Parmentier 6-1 6-3
A. Riske b. [PR] S. Stephens 6-2 7-5
T. Maria b. [Q] A. Potapova 6-3 2-2 rit.
[24] C. Vandeweghe b. M. Barthel 7-5 6-4
[29] D. Kasatkina b. S. Zheng 6-2 6-4
L. Arruabarrena b. A. Kontaveit 6-2 6-4
T. Pironkova b. S. Errani 6-1 6-4
[5] C. Wozniacki b. T. Babos 6-4 4-6 6-1

18 commenti

18 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniel Ercolani - 3 mesi fa

    Mi spiace per la vinci ma per l’errani sono super contento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Stefano Bernardini - 3 mesi fa

    Sara ha costruito il 90 per cento dei suoi successi contando su tenacia e fisicità altissime, sopperendo a servizi improponibili per una professionista e fondamentali ordinari. Adesso che si avvia a fine carriera, purtroppo è carne da macello in confronto a qualsiasi giocatrice di medio livello WTA.
    Ringraziamola per tutte le gioie che ci ha dato e mettiamoci l’animo in pace. Accanirsi adesso contro di lei non ha senso.
    Come è giusto che cerchi di monetizzare gli ultimi scampoli di carriera da professionista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Andrea Centoni - 3 mesi fa

    Troppo facile darle addosso… tipico “sport” italiano… forza sara, non mollare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mauri Rizzato - 3 mesi fa

    Ma come????? No,non se possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giuliano Baccarini - 3 mesi fa

    Fine di una bella generazione, beh Sara non e’ vecchia ma vuota dentro mi pare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Alfredo Orrico - 3 mesi fa

    Caduta verticale inarrestabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Michele Giorgini - 3 mesi fa

    Dai ma qualcuno sperava vincesse? Ahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Daniele Piazza - 3 mesi fa

    Solo doppi……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Paolo Polo - 3 mesi fa

    Dovrebbe smettere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio Zimbaro - 3 mesi fa

      Mi è stato spiegato che non avrebbealcun vantaggio a smettere adesso visto che continua a guadagnare bei soldini, pur facendo ridere ormai da molti mesi…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Paolo Polo - 3 mesi fa

      Lo sbaglio più grande è mollare il coach spagnolo . gli ha fatto vincere 3/4 delle partite.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Paolo Polo - 3 mesi fa

      Una presenza di primo turno come perdente è un appartamentino da 45 mila euro. Ci va anche su una sedia a rotelle

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Stefania Passanese - 3 mesi fa

      Forse sarà stato un sbaglio mollare lo spagnolo, ma tu fai il maestro di tennis ? Oppure fai il coach ? Oppure sei tennista di professione?dimmi qual è la tua qualifica ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Paolo Polo - 3 mesi fa

      È ora di appendere la racchetta al chiodo. Non sono belle queste prestazioni. O no ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Stefano Bernardini - 3 mesi fa

      Sara ha costruito il 90 per cento dei suoi successi contando su tenacia e fisicità altissime, sopperendo a servizi improponibili per una professionista e fondamentali ordinari. Adesso che si avvia a fine carriera, purtroppo è carne da macello in confronto a qualsiasi giocatrice di medio livello WTA.
      Ringraziamola per tutte le gioie che ci ha dato e mettiamoci l’animo in pace. Accanirsi adesso contro di lei non ha senso.
      Come è giusto che cerchi di monetizzare gli ultimi scampoli di carriera da professionista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Emilio Sobacchi - 3 mesi fa

    Però che sfiga! Alla Errani Sarebbero bastate le sue prime di servizio per vincere a mani basse!
    Ma basse basse,eh?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Carmelo Guido - 3 mesi fa

    a questo punto è probabile che Sara non creda più in se stessa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mauro Assiemi - 3 mesi fa

    Pironkova non vinceva una partita a Wimbledon da 4 anni.. non ho parole!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy