Dimitrov confessa: “Ecco cosa mi manca del tennis”

Raccontando le sue giornate di quarantena, il 28enne bulgaro indica gli aspetti del tennis di cui più sta soffrendo la mancanza.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Grigor Dimitrov e l’astinenza da tennis. Il 28enne bulgaro affida ai suoi profili social un lungo ed emozionante post in cui svela gli aspetti del suo sport che più gli mancano.

L’ex n. 3 del mondo, rivelando come sia impossibile fare a meno di pensare alla competizione nel corso del lungo periodo di quarantena, ha indicato tutto ciò di cui sta soffrendo la mancanza, relativamente al tennis: “Mentre i giorni scorrono, sto riflettendo su quanto sia strano non giocare. Mi manca la preparazione alle partite, mi manca arrivare allo stadio, mi mancano quelle sensazioni di farfalle nello stomaco quando senti il tuo nome su un campo centrale, quando alzi la testa verso l’alto e per un minuto pensi che il mondo si sia fermato. Tutto ciò che pensi è solo quel momento, cercando di approfittare dell’occasione per essere lì“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy