Atp Basilea: finalmente Federer! Lezione a Medvedev e finale con Copil

Poco più di un allenamento il match odierno per Roger Federer, che con una prestazione superba liquida in due set Medvedev e centra la finale. Domani, il tennista elvetico se la vedrà con Marius Copil, autentica sorpresa del torneo e capace di sconfiggere quest’oggi Sascha Zverev.

di Antonio Sepe

[1] R. Federer b. [7] D. Medvedev 6-1 6-4: Roger Federer domina Daniil Medvedev e raggiunge la 14ª finale in carriera in quel di Basilea. Tutto facile quest’oggi per lo svizzero, che è riuscito ad avere la meglio del suo avversario dopo appena un’ora e cinque minuti di gioco, esprimendo un buon tennis e convincendo decisamente di più rispetto ai precedenti match. Nonostante ci siano ancora un paio di cose da rivedere, come ad esempio i 5 doppi falli commessi, ma in generale un po’ tutto il servizio, dal quale Roger non sta traendo il 100% del potenziale, nella giornata odierna la prima forza del seeding ha dimostrato di essere in buona condizione ed i colpi uscivano dalla racchetta molto bene. Ovviamente bisogna tenere in conto che dall’altra parte della rete oggi c’era un avversario che ha giocato davvero male, sotto tutti i punti di vista, e non è quasi mai riuscito ad impensierire Roger, per cui la prestazione dello svizzero non si può ancora definire ineccepibile; le premesse per la finale di domani, però, sono buone e, considerando anche che non ci sarà Zverev bensì Copil, i favori del pronostico sono ancora di più verso Federer. 

Nella giornata odierna, fin da subito le cose sono apparse piuttosto chiare e, di fatto, il primo set è finito quando Roger Federer ha annullato con un ace la palla break a disposizione del suo avversario nel gioco d’apertura. Da quel momento in poi, infatti, il tennista russo ha cominciato a commettere errori a ripetizione e, in totale confusione, ha saputo portare a casa appena un gioco. Apparso poco lucido ed incapace di trovare una tattica alternativa, Medvedev ha steso il tappeto rosso al suo avversario, che in venti minuti di gioco ha fatto suo il primo parziale per 6 giochi a 1.

Nella seconda frazione di gioco la musica non è cambiata e, complice il fatto che il suo avversario abbia terminato il suo match ieri in tarda serata e quindi un po’ stanco quest’oggi, l’elvetico si è rapidamente portato sul 5-1. Dopo aver fallito un match point nel settimo gioco, Federer si è fatto trovare impreparato quando è toccato a lui servire per il match ed ha subito un break a 0, il primo dell’incontro. Dopo aver sprecato un secondo match point sul 5-3, non riuscendo a far superare la rete al suo passante di rovescio, finalmente Roger è riuscito a chiudere 6-4, alla quarta palla match in totale, e ad approdare in finale. skysports-tennis-roger-federer-basel_4137189

[Q] M. Copil b. [2] A. Zverev 6-3 6-7 [6] 6-4: Mischa Zverev, Lajovic, Harrison, Cilic, Fritz e oggi Sascha Zverev. Questi i nomi degli avversari sconfitti da Marius Copil, che sta vivendo indubbiamente la settimana della vita e domani tenterà di mettere la ciliegina sulla torta, a dir poco, tentando l’impresa contro il padrone di casa Roger Federer. A dir poco fantastico il cammino del tennista romeno in questi sette giorni, che partendo dalle qualificazioni si è spinto fino all’atto conclusivo del torneo e, oltre ad una cospicua somma di denaro che finirà nelle sue tasche, anche il suo ranking ne beneficierà dato che Copil guadagnerà ben 33 posizioni e volerà alla 60ª piazza. Seconda finale in stagione per il classe 90, che a Sofia si era arreso a Mirza Basic, ma domani avrà una nuova opportunità. Quella odierna è solo l’ennesima vittoria contro pronostico e, per certi versi, si può dire che sia anche passata inosservata. Quando tutti davano per scontato che Zverev fosse già in finale e la vera sorpresa di giornata poteva uscire fuori dall’altra semifinale, Copil ha saputo destreggiarsi molto bene in campo ed è riuscito a mettere fuori gioco il suo avversario.

Partita di sacrificio del rumeno, che già nel primo set ha dovuto annullare ben tre palle break e portare a casa diversi turni di servizio estremamente combattuti per conquistare il parziale d’apertura. Premiato infatti dal break ottenuto nel sesto gioco, dopo tre quarti d’ora di gioco, il punteggio recitava Copil 1 e Zverev 0. Secondo parziale simile al primo per certi versi, con la sola differenza che non ci sono stati break e che in media i games sono stati meno equilibrati. Le uniche palle break sono arrivate in favore del tedesco, che però non le ha sfruttate ed ha dunque contribuito all’avvento del tie-break. Qui, in controllo praticamente fin dall’inizio, Sascha ha chiuso al secondo set point con il punteggio di 8-6. Nel terzo parziale, infine, dopo nove games di totale equilibrio, Copil si è conquistato una chance di break sul 5-4, che corrispondeva a match point e, senza farselo ripetere due volte, con un gioco volto all’attacco è andato a prendersi la finale più importante della sua carriera.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nole intratable , el mejor de todos

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniela Vasile - 2 anni fa

    Grande Marius!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Milena Ginocchio - 2 anni fa

    GRANDE ROGER

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy