I tornei della prossima settimana: il circuito ATP fa tappa a Delray Beach, Rio e Marsiglia, la WTA attende Kim Clijsters a Dubai

Dopo la conclusione degli Australian Open a Melbourne, primo Slam stagionale, e in attesa dell’inizio dei primi Masters 1000 e WTA Premier Mandatory a Indian Wells e Miami, prendono il via la prossima settimana alcuni eventi intermedi, ma senza dubbio di grande rilievo e interesse, soprattutto per l’inaspettato e sorprendente ritorno in campo di una grande campionessa. A partire dal 17 Febbraio, infatti, si terrà il WTA Premier di Dubai, in cui la numero 1 del seeding sarà Simona Halep, ma dove tutti gli occhi saranno puntati sul rientro di Kim Clijsters, che esordisce contro Garbine Muguruza. Il circuito ATP, invece, rimane sul veloce con i tornei di Marsiglia e di Delray Beach, ma si sposta anche in Sudamerica, dove si svolgerà l’ATP 500 di Rio de Janeiro.

di Giacomo Marchetti, @GiackMarket28

Come spesso avviene al termine di un evento  principale, dopo gli Australian Open la stagione tennistica sta vivendo in queste settimane una fase transitoria, di avvicinamento ai primi appuntamenti essenziali della stagione sul cemento nordamericano delle prime settimane di Marzo, con alcuni tornei intermedi che però, soprattutto per quanto riguarda il circuito femminile, saranno già segnati dal rientro in campo di alcune giocatrici di primo piano. La stagione della WTA, infatti, farà tappa a Dubai, in cui si terrà il quarto WTA Premier dell’anno dopo Brisbane, Sydney e San Pietroburgo: nella capitale degli Emirati Arabi si contenderanno il titolo giocatrici del calibro di Simona Halep, la recente vincitrice a Melbourne Sofia Kenin, Garbine Muguruza e Karolina Pliskova, ma anche una straordinaria campionessa, che ha scosso il mondo del tennis con l’annuncio del suo ritorno dopo otto anni, ovvero Kim Clijsters.

Il calendario dell’ATP, invece, prevede ancora due tornei relativamente minori sul veloce, ma senza dubbio di grande interesse, che si svolgeranno a Marsiglia e Delray Beach: negli Stati Uniti, la testa di serie numero 1 spetta a Nick Kyrgios, ma l’attenzione sarà rivolta certamente anche al ritorno di Tennys Sandgren e, per i tifosi italiani, alle prestazioni di Andreas Seppi, e nel 250 francese invece la competizione sarà infiammata da giovani promesse di alto livello, come Daniil Medvedev, Karen Kachanov e Stefanos Tsitsipas, ma anche Yannick Sinner. Infine, un ultimo evento  è l’ATP 500 di Rio de Janeiro, primo appuntamento di rilievo dell’anno sulla terra, in cui scenderà nuovamente in campo il finalista degli Australian Open, Dominic Thiem, dopo la grande cavalcata e la cocente sconfitta contro Novak Djokovic a Melbourne.

WTA DUBAI: AL VIA HALEP, PLISKOVA  E MUGURUZA, MA TUTTI ASPETTANO KIM CLIJSTERS- A Dubai  prenderà il via, a partire da Lunedì 17 Febbraio,  il WTA Premier di Dubai, primo evento prestigioso sul cemento nel mese di Febbraio, funzionale spesso alla preparazione per gli appuntamenti di Indian Wells e Miami. Quest’anno il tabellone sarà guidato, in particolare, da Simona Halep, prima testa di serie e numero 2 del mondo, che nei prossimi mesi cercherà probabilmente riscatto dopo la sconfitta in semifinale agli Australian Open per mano di Garbine Muguruza. Tuttavia, nel torneo delgi Emirati Aravi saranno al via anche Karolina Pliskova, testa di serie numero 2, e proprio la Muguruza, reduce dalla finale di Melbourne, in cui ha avuto la peggio contro la sorprendente Kenin, che a sua volta scenderà in campo a Dubai.

Nonostante la loro presenza, tuttavia, nessuno potrebbe negare che negli Emirati Arabi tutti i riflettori saranno puntati senza dubbio su un ritorno alle competizioni annunciato, ma anticipato inaspettatamente già al mese di Febbraio: nel main draw, infatti, spicca senza dubbio il nome di Kim Clijsters, ex numero 1 del mondo e quattro volte campionessa Slam, che ha disputato il suo ultimo incontro ufficiale nel circuito nel 2012, all’età di 29 anni, ma aveva dichiarato nel Settembre dello scorso anno la sua intenzione di riprendere in mano la racchetta, ed esordirà proprio contro Muguruza.

Nel primo quarto di finale, salvo sorprese, la favorita dovrebbe essere senza dubbio la Halep, che dopo un bye esordirà contro la vincitrice del match tra Riske e Jabeur, e nello stesso spicchio di tabellone si può segnalare anche la presenza della belga Elise Mertens, che affronterà al primo turno la cinese Wang, e lo scontro tra la Sabalenka e la Sakkari, che potrebbe risultare interessante. Se dovesse accedere alla semifinale, la rumena dovrebbe vedersela, quantomeno in linea teorica, con la testa di serie numero 3 del seeding, Elina Svitolina, che comincerà la sua campagna a Dubai contro una qualificata e dovrà poi affrontare la Vondrousova o la Sevastova. Nella stessa metà del draw, infine, una potenziale aspirante ai quarti di finale è Garbine Muguruza, che è attesa però da una prova tutt’altro che scontata in quello che è senza dubbio l’incontro più affascinante del primo turno, in cui sarà impegnata contro Kim Clijsters, e la vincitrice di questa sfida, infine, dovrebbe essere favorita contro una tra Yasmtremska e una qualificata.

Nella sezione inferiore del tabellone, la testa di serie numero 2 è assegnata a Karolina Pliskova, che non sta certo attraversando, però, uno dei periodi più entusiasmanti della propria carriera: la tennista ceca, che è stata sconfitta al terzo turno degli Australian open dalla Pavlyuchenkova, dopo il bye dovrà scontrarsi con una qualificata, e il suo quarto di finale è presidiato dalla recente campionessa del primo Slam Stagionale, Sofia Kenin, autentica rivelazione di questo inizio di 2020, che all’esordio incontrerà la kazaka Rybakina. Infine, la testa di serie numero 4 spetta a Belinda Bencic, che scenderà in campo al primo turno proprio contro la Pavlyuchenkova e potrebbe trovare poi, probabilmente, al secondo turno Anett Kontaveit. La sua probabile avversaria ai quarti di finale sarà Petra Martic, numero 8 del seeding, che esordirà contro una qualificata o una lucky loser, e dovrà poi fronteggiare una tra la Anisimova e la Strycova.

Tabellone: http://wtafiles.wtatennis.com/pdf/draws/2020/718/MDS.pdf

ATP MARSIGLIA, TORNEO RICCO DI GIOVANI: PRESENTI MEDVEDEV, TSITSIPAS, KACHANOV E SHAPOVALOV, PER L’ITALIA C’E’ SINNER- Si tratta, formalmente e apparentemente, solo di un banale ATP 250, ma al contrario l'”Open 13 Provence” di Marsiglia si preannuncia estremamente interessante e ricco di sfide promettenti e affascinanti, che riflettono probabilmente il graduale, ma sostanziale e decisivo cambiamento che sta coinvolgendo il tennis maschile negli ultimi due anni: saranno al via, infatti, numerosi esponenti della Next Gen, che hanno già dimostrato grandi capacità e, in alcuni casi, raccolto risultati eccellenti, e spingono sempre più per affermarsi nel circuito, nonostante la strenua e tutt’altro che scontata resistenza dei tre grandi fenomeni del nostro sport, Djokovic, Federer e Nadal.

La testa di serie numero 1, in particolare, è attribuita a Daniil Medvedev, reduce dalla sconfitta al quarto turno degli Australian Open contro Stan Wawrinka, che beneficerà di un BYE al primo turno ed esordirà, in seguito, contro un’altra giovane premessa e principale rappresentante del movimento italiano in provenza, Yannick Sinner: nonostante le critiche certamente immeritate, infatti, l’altoatesino si sta mettendo in mostra negli ultimi mesi per prestazioni e risultati senza dubbio notevoli per un ragazzo di appena diciotto anni, e affronterà al proprio esordio un qualificato o un lucky loser, con buone possibilità di giungere allo scontro col russo al secondo turno. In questo stesso quarto di finale, tuttavia, è presenta anche un altro tennista russo di rilievo, Karen Kachanov, che, nonostante una serie di risultati non entusiasmanti nell’ultimo periodo, può essere considerato sempre un giocatore estremamente efficace e promettente e può ambire anche ad arrivare in fondo: la testa di serie numero 5, in particolare, è attesa da una sfida iniziale contro Aljaz Bedene, apparentemente non troppo ostica, e dovrà poi superare uno tra Gilles Simon e la Wild Card Mayot.

Nella parte alta del draw, inoltre, si trova la testa di serie numero 3 David Goffin, impegnato questa settimana a Rotterdam, dove è stato sconfitto proprio da Sinner, e ancora in cerca del proprio miglior livello: il belga, salvo sorprese inaspettate, non dovrebbe incontrare difficoltà eccessive fino ai quarti di finale, in quanto esordirà contro un qualificato, e a quel punto dovrebbe vedersela probabilmente contro un’altra grande promessa, ovvero Felix Auger-Aliassime. Il canadese, classe 2000 e testa di serie numero 7, sfiderà al primo turno il secondo italiano in tabellone, Stefano Travaglia, e affronterà poi uno tra Mikhail Kukushkin e Pierre-Hugues Herbert.

La sezione inferiore del main draw, invece, è segnata soprattutto dalla presenza della testa di serie numero 2, Stefanos Tsitipas, che sarà senza dubbio desideroso di riscatto dopo il deludente risultato degli Australian Open ed esordirà contro uno tra Gasquet e Mikael Ymer, che potrebbero dare vita a uno scontro interessante e imprevedibile. In questo quarto di finale, poi, il secondo favorito per la semifinale è la testa di serie numero 8, Hurkacz, che dopo l’incontro agevole sulla carta con una wild card dovrà però superare Vasek Pospisil, che ha messo in mostra nuovamente nelle ultime settimane uno stato di forma almeno in parte degno degli anni migliori. Nell’altro quarto di finale di questa parte di tabellone, il favorito alla semifinale è certamente Denis Shapovalov, numero 4 del seeding, che potrebbe essere atteso da un match tutt’altro che semplice contro Marin Cilic, recentemente diventato padre, ed eventualmente dovrebbe avere la meglio ai quarti, almeno in teoria, su Benoit Paire, nettamente favorito all’esordio contro la wild card Barrere, e atteso al secondo turno da una sfida contro uno tra Fucsovics e Bublik

Tabellone: http://www.protennislive.com/posting/2020/496/mds.pdf

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy