Ana Ivanovic e il consiglio a Serena Williams per conquistare il 24° titolo Slam

L’emotività, ecco quale è l’ostacolo più grande da superare per Serena Williams per raggiungere il record di Margaret Court: parola di Ana Ivanovic 

di Diletta Barilla

Ana Ivanovic non ha dubbi che Serena Williams possa raggiungere il tanto agognato 24esimo titolo in un torneo dello Slam. La corsa della statunitense al record di Margaret Court si è interrotta, ovviamente, con lo stop per il covid-19 ma è pronta a ripartire non appena si riapriranno le competizioni.

Per l’ex tennista serba, l’unico ostacolo sulla strada della più piccola di casa Williams si chiama emotività. Nel video Instagram con Barbara Schett sul canale di Eurosport, Ana Ivanovic non ha avuto dubbi: “Credo che per Serena il problema non sia se ce la farà, quanto il pensiero continuo di dovercela fare per forza”.

In fondo, dal suo ritorno nel circuito dopo la nascita della piccola Olympia, Serena Williams non solo è riuscita a rientrare nella Top 10 del ranking WTA ma ha anche raggiunto ben 4 finali nei tornei del Grande Slam anche se l’esito poi ha sempre tradito le sue aspettative. 

Nonostante siano passati 4 anni dal suo addio al tennis giocato, Ana Ivanovic – diventata nel frattempo mamma di due bambini, Luka nato nel 2018 e Stefan l’anno successivo – non ha mai avuto la tentazione di tornare sui suoi passi come hanno fatto altre sue colleghe dopo la maternità.

La pausa forzata per la pandemia del nuovo coronavirus ha “azzerato” tutte le gerarchie. Il ritorno in campo non sarà facile ed è difficile, anche per una veterana come Ivanovic pensare che ci possa essere qualcuno più agevolato di altri: “È qualcosa di davvero difficile da dover affrontare. Per tanti giocatori sarà facile abituarsi ma per tanti altri sarà il contrario. Ho visto tennisti e tenniste tornare a giocare dopo un lungo stop per infortunio e magari essere anche più forti di prima”.

I tanti infortuni, e una condizione fisica che stentava a tornare, hanno invece portato Ana Ivanovic alla scelta del ritiro e, per questo motivo, la 33enne originaria di Belgrado non ha dubbi: “Sono felice di non dover pensare ed affrontare tutto questo da giocatrice”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy