Andrea Petkovic: “Il tennis è una rappresentazione della vita”

L’ex top-10 tedesca ha parlato del suo rapporto col tennis e di come, nonostante gli alti e i bassi, gli debba molto

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

In un’intervista per The Bild, la 32enne Andrea Petkovic ha parlato dell’impatto del tennis sulla vita: “Per me questo sport è come una rappresentazione della vita stessa. A volte sei fortunata, a volte meno, vinci e perdi, ma continui a crescere e a conoscere persone nuove.
E’ un ambiente molto competitivo. Per questo lo amo tantissimo e gli devo molto”.

“Ora riesco a divertirmi di più, perché prima degli incontri non ho più troppa ansia. Ormai ho sviluppato una routine, sono più rilassata e conosco le altre giocatrici ormai. Non ci sarà mai nulla allo stesso livello del tennis per me. Questo sport è così pieno di emozioni, adrenalina, vittorie e sconfitte che non si può provare niente del genere in nessun’altra professione”.

Parlando di un ipotetico futuro da giornalista, dice: “Mi piace chiedere alle persone perché fanno quello che fanno, che progetto hanno dietro a ciò”.

La tedesca, ora numero 87 al mondo, aveva dichiarato di volersi ritirare alla fine della stagione 2020. Tuttavia, volendo giocare gli eventi di casa, ha deciso di rimandare questa decisione, anche per poter terminare la propria carriera in campo e non a casa a causa Covid-19.

Fonte: tennisworldes.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy