Infortunio e ritiro, la delusione di Andreescu: “Ho sentito un crack. Volevo continuare, ma il dolore era forte”

Infortunio e ritiro, la delusione di Andreescu: “Ho sentito un crack. Volevo continuare, ma il dolore era forte”

La tennista canadese, reduce dal ritiro dalle Wta Finals di Shenzhen, ha parlato dell’infortunio che non le ha permesso di proseguire il match con Karolina Pliskova.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Con uno Slam in cascina e due prestigiosi titoli vinti come Indian Wells e Toronto, Bianca Andreescu è stata senz’altro la rivelazione della stagione 2019. La prima partecipazione alle Wta Finals, però, non è risultata altrettanto brillante a causa di un brutto infortunio che non le ha consentito di proseguire la seconda sfida del Gruppo Viola contro la ceca Pliskova.

Nel corso della conferenza stampa post partita, la giovane canadese ha chiarito dinamica ed entità del guaio fisico, mostrandosi particolarmente carica in vista del 2020: “Mi si è girato il ginocchio durante l’incontro. Ho sentito un crack, dopodiché è stato difficile fare pressione su di esso. Sul posto la fisioterapista ha pensato che si trattasse del mio menisco, quindi ha fatto il possibile per attenuare il dolore. Era davvero difficile piegarsi con il nastro e il problema continuava a peggiorare, perciò ho dovuto smettere. Ho combattuto, ma poi ho detto basta. Sicuramente è deludente ciò che è accaduto nell’ultimo torneo della stagione. Ho fatto di tutto, ma valutando le cose, ho deciso di fare un passo indietro. È stato emozionante far parte delle migliori otto di questa stagione, questo mi dà una carica in più per il futuro. Ora non mi resta che godermi famiglia, amici e tempo libero, poi inizierà il recupero in vista del prossimo anno. Diventerò ancora più forte nel 2020“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy