La svizzera Jil Teichman conquista il WTA di Palermo

La svizzera Jil Teichman conquista il WTA di Palermo

Demolendo in finale una nervosa Kiki Bertens, la ventiduenne svizzera, tra il vento, gli applausi del pubblico ed i complimenti dell’avversaria conquista in un colpo solo best ranking ed il secondo titolo in carriera.

di Fabrizio Messina

Un finale a sorpresa, per una finale annunciata, solo a metà. Il torneo WTA di Palermo, fino all’ultimo atto di questa 30° edizione del Ladies Open, non ha lesinato colpi di scena e sorprese ai numerosi appassionati accorsi ordinatamente per assistere devotamente allo spettacolo offerto dal “Circo del Tennis”, finalmente, dopo quasi cinque anni, tornato in terra di Sicilia. Terra natale di Salvatore Caruso e Marco Cecchinato. Ma non solo.

Sotto picchi di 40° che questa settimana hanno spinto le giocatrici ad allenarsi nelle ore centrali per acclimatarsi meglio al caldo siciliano, i campi in terra rossa del Country time Club di viale dell’Olimpo, sede del torneo, hanno visto per anni allenarsi la mitica Roberta Vinci (vamos!), anche lei tornata da queste parti per rivestire il ruolo di ambasciatrice nel mondo del torneo palermitano.

Una finale come dicevamo annunciata perchè, come da pronostico, Kiki Bertens vi è arrivata. In realtà non così tanto agevolmente. L’olandese, best ranking da numero 4 del mondo per lei, dopo essersi sbarazzata al primo turno della Gorgodze (poi finalista in doppio, in coppia con Aranxta Rus) e poi della Krunic, ha dovuto soffrire, cedendo un set ad una meravigliosa Jasmine Paolini (6/4 – 1/6 –  6/1), vera beniamina del pubblico palermitano, perchè italiana ma, sopratutto, perchè ha saputo dimostrare un grande cuore ed un immenso coraggio nell’affrontare “a testa alta” un’avversaria sicuramente ben più quotata di lei, trovandosi addirittura quasi sul punto di compiere il tanto atteso miracolo.

Ed infine, la semifinale contro la spagnola Badosa (6/1  – 7/5) che è riuscita a fare sua solo all’ottavo match point sul proprio servizio, in un game pazzesco in cui si sono alternate palle break e palle match.

“Naturalmente mi dispiace aver perso la finale, ma è andata così” ha dichiarato Kiki Bertens, in conferenza stampa.  “Jil è stata più brava di me”, ha detto la numero cinque del mondo. 

Dall’altra parte più lineare il cammino della Teichman, sempre sul pezzo, sempre a lottare. Si sbarazza prima della Gavrilova, poi della Ce quindi della Friedsam, che si ritira sotto di un set; infine affronta in semifinale l’altra beniamina del pubblico palermitano, la russa Ljudmila Samsonova che dopo aver perso all’ultimo turno del tabellone di qualificazioni, è entrata nel main draw come lucky loser; dopo essersi sbarazzata della qualificata Fourlis, ha fatto fuori la testa di serie numero 4 T. Zidansek e quindi in rimonta al terzo set la top 100 Fiona Ferro fino alle semi proprio con la Teichman. Netto ma un po’ bugiardo il risultato del match, 6/3 6/1 in favore della svizzera, brava a concretizzare ed a sbagliare di meno. Quasi un anno fa Tennis Circus parlava del sorriso e della semplicità con cui  Ljudmila Samsonova    affronta la vita. Lei, nata a Olenegorsk nell’estremo nord della Russia, vicino al circolo polare artico, ha ormai un cuore italiano, paese in cui si è trasferita quando aveva appena un anno.  Ljudmila (allenata dal Team Piccari) ha letteralmente conquistato il pubblico di Palermo.

Come ci ha confidato il suo coach Alessandro Piccari “Ljudimila farà tesoro di questa esperienza. Per lei ora Vancouver e poi le qualificazioni per gli Us Open”. 

Grazie alla vittoria nel WTA di Palermo, Jil Teichman festeggia il suo best ranking e intravede la Top 50, posizionandosi al numero 54.

La finale è stata praticamente dominata dalla svizzera sebbene si sia dovuti arrivare al tie break per stabilire la vincirice del primo set.  La svizzera ha corso di più, è sembrata più in forma e più affamata di successo.  Al contrario della Bertens che restava sulla linea di fondo, Jil Teichman ha variato il proprio gioco attaccando l’olandese e provando a chiamarla più volte a rete, suo punto  dolente. Sarà per questo che anche quando si trovava con i piedi abbondantemente dentro il campo per chiudere il punto, preferiva cercare angolazioni estreme e soluzioni di forza che la inducevano tuttavia ad un numero troppo alto di gratuiti piuttosto che provare a chiudere a rete. Mentre invece, specularmente, commetteva errori davvero madornali quando veniva chiamata dalla sua avversaria a compiere relativamente facili smash o volee. La Bertens, complice anche il vento ha quasi perso le staffe, trovandosi più volte sul punto di lanciare la racchetta o voltandosi male verso il pubblico od i ball boys, rei di non passarle in tempo la tovaglietta o fornirle le palline.  Complimenti alla giovane svizzera, quindi, che ha saputo cogliere l’occasione rimanendo concentrata ed attenta fino all’ultimo punto. 

Abbastanza nutrita la troupe delle italiane. Tra loro anche la wild card Sara Errani, in passato vincitrice del torneo e, purttoppo, fatta subito fuori in tre set dall’ungherese Fanny Stollar. Travolgente e coinvolgente l’entusiamo e la carica delle altre meno titolate azzurrine. Giulia Gatto-Monticone, Federica Bilardo, Dalila Spiteri, Jasmine Paolini, Jessica Pieri, Elisabetta Cocciaretto, Martina Trevisan, Deborah Chiesa, Federica Rossi, Anastasia Grymalska e Giorgia Marchetti.

Per loro, ovviamente, destini tutti diversi. Su tutte, non ce ne vogliano le altre, il cuore ed il coraggio della toscana Jasmine Paolini. La giovane giocatrice di Bagni di Lucca si è sbarazzata prima della testa di serie numero 6 Laura Siegmund, poi della più quotata rumena Begu quindi ha strappato un set alla Bertens. Il sucsesso nella gara di doppio è invece andato alla coppia formata da Cornelia Lister e Renata Voracova, che sabato si è imposta sulla coppia formata dalla georgiana Ekaterine Gorgodze, e dall’olandese Arantxa Rus per 7-6 6-2.

54 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Colonnello Van Loon - 5 mesi fa

    È più elegante di Roger. Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy