Wta Finals: Stephens s’impone al terzo set su Osaka

Nella partita inaugurale del gruppo rosso, Sloane Stephens ha avuto ragione di Naomi Osaka con il punteggio di 7-5 4-6 6-1, in poco meno di un’ora e mezza di gioco. Si è trattato di un confronto che non ha corrisposto alle aspettative, in quanto le due giocatrici si sono espresse decisamente al di sotto delle proprie possibilità.

di Federico Gasparella

GRUPPO ROSSO

La cronaca della gara tra Naomi Osaka e Sloane Stephens:

PRIMO SET – Entrambe le giocatrici hanno iniziato il confronto in maniera contratta, rivelando un po’ di tensione per il debutto assoluto alle Finals, tanto da risultare estremamente imprecise nel corso dei rispettivi primi turni di battuta. Dapprima, è stata la Osaka a cedere il break, poi la sua avversaria ha fatto altrettanto nel game seguente. Le contendenti, in seguito, hanno preso maggiore confidenza con i colpi, sebbene non siano ancora sembrate in grado di esprimersi al loro massimo potenziale. Soprattutto la nipponica ha continuato ad attraversare degli improvvisi passaggi a vuoto, in cui ha faticato ad entrare negli scambi, risultando troppo precipitosa nella ricerca spasmodica del vincente. Al settimo game ha finito per cedere il secondo break del parziale, senza subire una particolare pressione di risposta da parte della Stephens. Quest’ultima, tuttavia, non ha saputo approfittarne, conducendo il game di servizio successivo con poco mordente, dove tra l’altro ha commesso due doppi falli, e consegnando subito il contro break alla giapponese. Il livello di gioco della Osaka non è decollato neanche al termine della frazione, in quanto all’undicesimo gioco ha letteralmente regalato il break alla statunitense, a seguito della commissione di una serie di errori gratuiti. L’americana si è così potuta aggiudicare il set con il proprio servizio, per 7-5.

SECONDO SET – In avvio di secondo parziale, l’incontro ha continuato a svolgersi in modo altalenante, poiché le due giocatrici hanno avvicendato momenti in cui si sono espresse a buoni ritmi e senza evidenti sbavature, a fasi di gioco in cui sono risultate troppo fallose. Ciò nonostante, pur concedendo reciprocamente diverse palle break, sono riuscite a venire a capo dei rispettivi turni di battuta. Questo apparente equilibrio si è rotto verso la metà della frazione, al sesto gioco, quando la nipponica ha costretto la Stephens a cedergli il primo break del set. Nel game seguente, con molta fatica, in quanto ha dovuto annullare una palla per il contro break, la Osaka ha consolidato il vantaggio, portandosi sul 5-2. Successivamente, sul punteggio di 5-3, ha potuto servire per il set, ma ha concesso una palla del contro break, che la sua avversaria ha immediatamente concretizzato. La tennista giapponese è comunque riuscita ad aggiudicarsi la frazione nel gioco seguente, procurandosi due match point sul servizio della Stephens e concretizzando la seconda opportunità avuta a disposizione.

TERZO SET – L’andamento oscillante della gara è proseguito anche nella terza partita. La Stephens si è aggiudicata un break in apertura, ma ha rischiato grosso nel game di battuta successivo, essendo costretta ad annullare addirittura tre palle del contro break. La statunitense è comunque parsa più solida sotto il profilo nervoso della sua avversaria, riuscendo a mantenere un livello di concentrazione sufficientemente elevato per aggiudicarsi i punti di maggior rilievo. Mentre la Osaka ha persistito nel disputare una gara nervosa, costellata di errori banali, quasi mai causati dal gioco della sua avversaria. Al quinto game ha ceduto un altro break, che ha proiettato la tennista nata in Florida sullo score di 4-1. Infine, sul punteggio di 5-1, ha costretto la nipponica a consegnargli il terzo break del parziale e la vittoria del confronto.

S.Stephens b. N.Osaka 7-5 4-6 6-1

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dario Giorgi - 2 anni fa

    Probabilmente…di testa !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emanuela Filippi - 2 anni fa

    La stevens non è nelle mie grazie dopo essere stata maleducata contro pavlucenkova

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Emanuela Filippi - 2 anni fa

    Sembra che le favorite quest’anno stiano accusando diversi problemi . Di tensione ? O stanchezza ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy