WTA Lussemburgo, primo turno: tutto facile per Kontaveit. Bene anche Mertens e Witthoeft

WTA Lussemburgo, primo turno: tutto facile per Kontaveit. Bene anche Mertens e Witthoeft

Il resoconto della prima giornata di gare.

di Federico Gasparella

Anett Kontaveit, testa di serie numero tre del seeding, ha superato brillantemente la slovacca Jana Cepelova, con il punteggio di 6-0 6-2. Nel primo set, la tennista estone ha lasciato andare i colpi con molta disinvoltura, commettendo pochi errori e riuscendo spesso ad avere la meglio nella conquista del punto. In appena venticinque minuti di gara ha chiuso il parziale con un perentorio 6-0. Il tenore della partita non è mutato nel secondo parziale: la Kontaveit ha continuato a gestire gli scambi secondo le proprie strategie ed ha condotto favorevolmente l’incontro sino al termine. La sua avversaria, pur riuscendo ad aumentare i ritmi del proprio gioco rispetto al set precedette, ha potuto realizzare appena due game.

Gli highlights:

Le altre partite – Elise Mertens [5] ha battuto nettamente la spagnola Sara Sorribes Tormo, per 6-0 6-2. La giocatrice belga si è espressa in modo davvero convincente in questa sfida. La sua avversaria, in entrambi i set, non si è mai dimostrata in grado di opporrle una strategia di gioco efficace, riuscendo a realizzare solo due game nel secondo parziale. Ad attendere la Mertens agli ottavi di finale, ci sarà la statunitense Madison Brengle, che ha avuto ragione di Lara Arruabarrena-Vecino, con un doppio 6-2. A proposito del match tra Veronica Cepede e Sorana Cirstea, la paraguaiana è avanzata al turno successivo a causa del ritiro dell’ avversaria. La tennista romena, a metà del secondo parziale, è stata costretta ad abbandonare il campo per un problema fisico. Le due contendenti si trovavano sul punteggio di 7-5 3-2 in favore della Cepede. La brasiliana Beatriz Haddad Maia [7] si è imposta su Kirsten Flipkens, per 6-3 6-4. Ci si aspettava qualcosa in più da parte della tennista belga, soprattutto durante la seconda partita, quando avrebbe potuto giocarsi meglio una serie di opportunità che le avrebbero permesso di portarsi in vantaggio e di pareggiare il conto dei parziali. Invece, ha sempre mantenuto una condotta attendista, troppo focalizzata sull’aspetto difensivo, anziché tentare delle azioni di contrattacco. In conclusione, Carina Witthoeft ha avuto la meglio su Varvara Lepchenko [8]. In avvio di gara, la giovane tennista tedesca ha dato vita ad un vero e proprio assolo, nel quale ha realizzato innumerevoli giocate vincenti: in appena un quarto d’ora ha raggiunto il punteggio di 5-0. La sua avversaria, di contro, è entrata in partita con molta fatica. Ma inaspettatamente, quando il set sembrava oramai compromesso, ha iniziato a rendersi pericolosa e, conquistando un game dopo l’altro, ha raggiunto la Witthoeft sul 5-5. Il parziale, alla fine, si è deciso al tie break: la tedesca è tornata a comandare le operazioni, non concedendo praticamente nulla alla statunitense e vincendo per 7-1. La seconda partita ha avuto uno svolgimento favorevole alla Lepchenko. La statunitense, con due break raggiunti al quarto e all’ottavo gioco, si è aggiudicata il secondo set per 6-2. La partita decisiva, invece, è stata estremamente equilibrata. Alla fine, le due giocatrici hanno regolato i conti del match al tie break. La tedesca si è portata sul 6-0 con tre mini break di vantaggio. Infine, ha chiuso per 7-1, sfruttando la seconda palla match a disposizione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy