WTA Wuhan, finale: il titolo è della Garcia

WTA Wuhan, finale: il titolo è della Garcia

Caroline Garcia si è aggiudicata la vittoria del torneo di Wuhan, prevalendo su Ashleigh Barty, con il punteggio di 6-7 7-6 6-2. La tennista transalpina avrebbe potuto aver ragione della propria avversaria con meno suspance, ma in diverse occasioni si è complicata la vita, permettendo all’australiana di rimanere costantemente insidiosa nel punteggio.

di Federico Gasparella

Head to head – Le due giocatrici non si sono mai incontrate prima di questa sfida.

La cronaca – Nel game di apertura la Barty si è vista costretta a difendere strenuamente il proprio turno di battuta, messa sotto pressione da una serie di temibili accelerazioni di diritto della Garcia. Soltanto ai vantaggi, dopo aver annullato due palle break, è venuta a capo del game. Nelle fasi successive della gara, l’australiana si è dimostrata in grado di contenere l’aggressività della transalpina, pur faticando a conquistarsi gli spazi necessari per poter contrattaccare con efficacia. Ciò nonostante, nel complesso, il confronto si è svolto in modo equilibrato. La Garcia, al quinto game, è riuscita a strappare il primo break dell’incontro. Un vantaggio che ha abilmente conservato fino alla conclusione. Ma sul 5-4 in proprio favore, quando si è trovata a servire per il set, ha commesso una serie di errori banali, causati dalla frenesia di chiudere immediatamente il punto ed ha permesso alla Barty di rientrare in partita e di prendersi il break di ritardo. Il set, in conclusione, si è deciso al tie break: la Barty si è portata sul 6-2, con due mini break di vantaggio. Infine, ha concretizzato la seconda delle quattro palle set avute a disposizione, chiudendo per 7-3. La Garcia ha iniziato il parziale nel peggiore dei modi, poco motivata e delusa per aver visto sfumare la vittoria del primo set. Conseguentemente, ha ceduto la battuta in apertura, trovandosi sotto per 2-0. Ma nei game successivi, in modo del tutto inaspettato, ha ripreso a giocare con sicurezza ed è tornata sufficientemente competitiva. Nello specifico del punteggio è riuscita a realizzare addirittura tre game di fila. La Barty, invece, si è mantenuta sempre su canoni di gioco regolari, senza soluzione di continuità rispetto a quanto espresso nella prima partita. Le fasi centrali e conclusive del parziale si sono distinte per i continui capovolgimenti di fronte: le due tenniste sono arrivate sul 6-6, cedendo ben tre break per parte. Al tie break decisivo, tuttavia, la Garcia ha allungato nel punteggio in ragione di una serie di bei vincenti, raggiungendo il 5-3. Ha chiuso favorevolmente alla fine per 7-4, rimettendo tutto in discussione. La transalpina, galvanizzata per la vittoria del set, è tornata ad esprimersi in maniera incisiva, convinta di poter ottenere la vittoria finale. Ha lasciato andare i colpi senza temere di incorrere nell’errore, mettendo in seria difficoltà la Barty. Quest’ultima non ha saputo porre in essere alcuna strategia difensive, men che meno quindi reagire. Anzi, in diverse occasioni è apparsa anche provata fisicamente, non più reattiva come nel corso dei parziali precedenti. Con un due break conquistati al terzo gioco e al settimo game, la Garcia ha raggiunto il punteggio di 5-1. Ed in conclusione si è aggiudicata la vittoria del set per 6-2 e della competizione.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy