Roland Garros 2019: Serena Williams può competere con le giovani rampanti?

Roland Garros 2019: Serena Williams può competere con le giovani rampanti?

Il Roland Garros è pronto a cominciare e come evidenziato anche da ESPN, la vittoria di Serena Williams è piuttosto complicata. La concorrenza è tanta…

di Mattia Esposito

Il Roland Garros 2019 finalmente è pronto a cominciare! Dopo tanta attesa dal primo Slam dell’anno in quel Melbourne, vinto da Naomi Osaka, Parigi viene investito dal mondo del tennis. Come spesso accade nei grandi tornei, Roger Federer e Serena Williams hanno spesso gli occhi addosso per quanto riguarda una possibile vittoria, ma purtroppo, anche per due Leggende come loro, il tempo passa. La statunitense non è in ottime condizioni, come dimostrato nelle ultime settimane, sia a Roma, con problemi al ginocchio, sia l’anno scorso agli Open di Francia. Attualmente #10 al mondo, dal ritorno in campo dalla maternità, ha giocato solo 4 partite sulla terra rossa. Tra le tenniste più vincitrici della storia, la minore delle sorelle Williams, ha vinto tre titoli nella capitale transalpina, con 28 vittorie e 4 sconfitte in carriera. Potrà sorprendere?

IL PARERE DI ESPN- Come Roger Federer, anche Serena non ha giocato molti match sulla superficie più scivolosa e lenta del circuito, quindi darle i favori del pronostico sarebbe quasi utopico, ma il fratello di John, Patrick McEnoe non la pensa così: “Serena è Serena. Si può dire la stessa cosa anche per Federer: tanto lavoro potrebbe aiutarli, giocando match consecutivi in cui possono trovare continuità, ma anche stress e difficoltà.” Problemi di tennis certo, ma anche soprattutto dal punto di vista fisico, per cui, Chris Evert, prova ad immaginare un possibile evento pazzesco: “Se dovesse vincere il Roland Garros sarebbe uno spettacolo pazzesco per il tennis. Sarebbe un upset clamoroso, ma se dovesse disporre del giusto tabellone e di una condizione fisica pazzesca. In tal caso potrebbe vincere ma credo sia più possibile a Wimbledon.” Secondo ESPN, il miracolo è possibile: ma davvero gli esperti di tennis non hanno tenuto conto della forza delle giovani tenniste?

roland_garros_ill_pascal-guyot-afp

LE CONCORRENTI- La concorrenza infatti è piuttosto fitta nel tennis femminile, per cui immaginare un successo di Serena Williams sarà piuttosto difficile, soprattutto considerando le tante giovani in rampa di lancio. A partire da Naomi Osaka, attuale #1 del mondo, che a Parigi ha raggiunto il terzo turno nel 2016 e nel 2018. I due successi di fila negli Slam per la 21enne giapponese la pongono come favorita del torneo, soprattutto dopo la semifinale di Stoccarda e i quarti di finale con ritiro in quel di Roma. Ma se la Osaka è detentrice di due titoli Slam, non va dimenticata la defening champion Simona Halep, che quest’anno non ha ancora entusiasmato: emulerà Justine Henin come ultima donna a vincere due volte di fila Parigi?
Ad intromettersi però c’è Karolina Pliskova, reduce dal meraviglioso successo nella Città Eterna. La ceca sa come arrivare in una finale Slam, come nel 2017 negli States, dove diventò numero 1 al mondo. Come la connazionale Petra Kvitova, il ruolo di favorita e di esperienza, dopo 4 Fed Cup, le si addice: la Francia adotterà gli stessi colori ma con forma diversa per un pomeriggio domenicale? Magari la Repubblica Ceca porterà entrambe le rappresentanti in finale, con tanti saluti alla concorrenza. Tra le outsider, Sloane Stephens e Kiki Bertens sono da tenere d’occhio: rispettivamente semifinalista e vincitrice in quel di Madrid, la loro forma non è da sottovalutare. La concorrenza incombe: davvero Serena sarà più forte di tutte?

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Delia Leonardi - 7 mesi fa

    Se non si infortuna nuovamente….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andrea Mennilli - 7 mesi fa

    Grande giocatrice, ormai con l’età si è un pochino appesantita, deficit movimenti laterali, la potenza , il carattere e la classe non mancano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Massimo Della - 7 mesi fa

    Dipende tutto da come sta ! Come sempre dipende da lei , dietro c’è il vuoto e possono vincere tutte non c’è un nome che prevale ! Osaka? Una meteora !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Patrizia Zotti - 7 mesi fa

    Certo che si..lei se vuole può tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sconfienza Elia - 7 mesi fa

      Patrizia Zotti non esageriamo……..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alessandro Ongaro - 7 mesi fa

    No !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy