Navratilova: “Maria Sharapova ritornerà grande, ma sarà un percorso difficile”

Navratilova: “Maria Sharapova ritornerà grande, ma sarà un percorso difficile”

La vincitrice di 18 prove Slam parla della 30enne russa, n. 41 del ranking, e delle sue difficoltà a conquistare di nuovo buoni risultati: “Ora tutte le avversarie che incontra sono convinte di avere qualche possibilità di batterla. Per riacquistare fiducia, ha bisogno di vincere un altro grande torneo”.

di Redazione Tennis Circus

Sul sito Wta.com leggenda Martina Navratilova ha parlato di un’altra campionessa, la 30enne Maria Sharapova, che sta vivendo un periodo difficile. La russa, vincitrice di 5 prove Slam, dopo la squalifica per doping nel 2016, non è mai riuscita a tornare ai suoi livelli abituali. La recente sconfitta contro Monica Niculescu a Doha e il forfait a Dubai lasciano molti dubbi per il prosieguo della stagione. La stessa Martina condivide queste perplessità.

“La vera difficoltà per Maria – spiega – è che in questo periodo le avversarie hanno fiducia quando giocano contro di lei, pensano di avere una chance di batterle. Succede un po’ a tutti i campioni, anche a Serena Williams nei suoi periodi peggiori, e così le avversarie pensavano: “Oh, forse ho una possibilità”. Queste sconfitte della Sharapova regalano fiducia alle future avversarie. Un tempo avrebbero detto: “Che sfortuna, gioco contro Maria!”, mentre ora la sensazione è cambiata”.

Secondo Martina, sarà più difficile per Maria accumulare vittorie e acquistare fiducia nel proprio tennis, perché già nei primi turni le avversarie sono ultra motivate e giocano al massimo delle loro possibilità, e si forma una sorta di circolo vizioso” che le impedisce di salire di livello.

Maria, per la tennista ceca naturalizzata statunitense, sarebbe ancora molto insicura dei propri mezzi: “Negli ultimi tempi forse teme che i suoi colpi non siano veloci come prima e meno profondi. Il guaio è che nelle ultime partite, quando cerca di spingere, le avversarie hanno alzato il livello di gioco e le hanno tenuto testa. Sono tutte piccole cose che le rendono complicato il suo miglioramento. Certo, lei è una combattente nata e vive ogni match molto intensamente, ma è anche vero che sta invecchiando e ciò rende tutto più difficile. Io spero che torni al suo migliore livello, e penso che succederà, ma non credo che accadrà da un giorno all’altro. Sarà una salita molto difficile. Se Maria riuscirà a conquistare un altro grande torneo, tutto verrà da sé: le avversarie penseranno che è tornata davvero e potrebbe restarci a lungo”.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sconfienza Elia - 2 mesi fa

    C’è la può fare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Massimo Mangiarotti - 2 mesi fa

    Ormai è tardi. Its over.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy