Fabrice Pastore lancia l”International Padel Tour”

Fabrice Pastore lancia l”International Padel Tour”

L’International Padel Tour è stato presentato ufficialmente a Madrid. Si tratta di un nuovo circuito professionistico, gestito dalla “Monte-Carlo Internatonal Sports” di Fabrice Pastore, che si propone come alternativa al World Padel Tour.

di Fabrizio Messina

Come vi avevamo anticipato in un nostro precedente articolo, è stato ufficializzata a Madrid la creazione dell'”International Padel Tour”. Si tratta di un nuovo circuito di padel professionistico, alternativo a quello tradizionale (World Padel Tour), la cui organizzazione sarà gestita dalla società appartenente all’imprenditore monegasco Fabrice Pastore, la Monte-Carlo International Sports. I successi manageriali di Pastore sono già emersi nel corso dell’esperienza della Fabrice Pastore cup, un evento che in breve tempo ha riscosso notevole fortuna, come hanno confermato alcuni testimonial d’eccezione che lo hanno sostenuto, tra cui il campione del mondo Dieder Dechamps ed il coach di Roger Federer, Ivan Ljubicic.

37805109_10216746018102755_1854851338391781376_n
Il manager Fabrice Pastore con il campione del mondo Didier Dechamps

Come la stessa Monte-Carlo International Sports ha comunicato nel corso della conferenza stampa ufficiale, saranno tre le principali novità inserite nel nuovo circuito, in linea con volontà del suo ideatore Fabrice Pastore: maggiore disponibilità economica degli organizzatori nonché cospicui premi partita, presenza della diretta televisiva e maggior numero di paesi coinvolti. Vediamole nel dettaglio:

IL CALENDARIO L’International Padel Tour partirà presumibilmente a febbraio del 2019 ed avrà luogo in Argentina ed in Brasile, ma saranno almeno altri undici i paesi coinvolti. Il circuito infatti arriverà in Paraguay, Messico, Stati Uniti, Portogallo, Italia, Francia, Svezia, Belgio e Spagna. Si parla anche di trattative avanzate per portare il padel professionistico nel continente asiatico.  Si disputeranno almeno 16 tornei e un Master finale che si svolgerà a Madrid. L’obiettivo, tuttavia, è quello di raggiungere almeno 22 eventi più 6 Challenger. Un’ ulteriore novità è costituita dal Grand Slam, che si aggiungerà ai circuiti Challenger, Open e Master, capace di distribuire 150 mila euro come montepremi.

37860274_1888075401213541_3480717908441563136_n

PREMI PARTITA – A differenza dell’attuale modello seguito dal World Padel Tour, il circuito ideato da Pastore cercherà di coinvolgere il maggior numero di sponsor possibili. Quindi non ci sarà più la presenza esclusiva di Estrella DAMM. Questo cambiamento comporterà un rilevante aumento dei premi partita, si crede circa del 25%. Questa modifica farà in modo dare che nel mondo del padel facciano ingresso nuovi agenti, investitori, promotori e società sponsor. Una mecca per lo sport inventato da Enrique Corquera che nonostante i milioni di appassionati è ancora lontano dalla cifre che gravitano intorno ad altri sport meno diffusi.

TELEVISIONE – Uno degli aspetti più rilevanti del lavoro svolto da Pastore in questi mesi, è quello di avere trovato un accordo per la diffusione televisiva del circuito, che permetterà di ottenere una maggiore visibilità del padel in tutto il mondo con la conseguente apertura di nuovi mercati.

LE REAZIONI  L’aspetto più interessante sarà vedere come si comporteranno i giocatori professionisti, molti dei quali hanno già firmato un pre-contratto con Pastore, ma che al momento stanno giocando per il WPT. Il presidente della Monte-Carlo International Sports ha affermato che i giocatori devono decidere in questo periodo cosa intenderanno fare per il prossimo futuro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy