Raonic: “Sono all’80% della forma. Australian Open? Dico Djokovic”

Raonic: “Sono all’80% della forma. Australian Open? Dico Djokovic”

Milos spera di poter iniziare la stagione nella migliore condizione fisica possibile e indica Djokovic come candidato alla vittoria per il prossimo Australian Open

di Franco Campagna

Uno dei giocatori più colpiti dagli infortuni nel 2016 e nel 2017, Milos Raonic cerca la continuità fisica che gli è mancata in queste ultime stagioni. L’ex numero 3 del mondo e finalista a Wimbledon 2016, vuole recuperare il terreno perso, ammettendo di non essere ancora pronto , necessita di più tempo per essere al top della forma fisica.  Allo stresso tempo, quello che è stato un vecchio problema, è finito per essere un’opportunità per allenarsi di più, e meglio, durante la preparazione. “Ho recuperato al 100% dagli infortuni ma sono all’80% della forma fisica. Mi sarebbe piaciuto avere un po’ più di tempo per preparami, però i miei infortuni hanno ritardato i tempi. Mi sento meglio dello scorso anno perché ho avuto più tempo per prepararmi. Lo scorso anno la stagione è terminata tardi per me, quindi il tempo era limitato e tutto si concluso in fretta. Ora ho avuto il tempo di riprendermi”.

Milos Raonic
Milos Raonic

Nonostante ciò si è cancellato dal torneo di esibizione a Mubadala, non è ancora convinto della condizione fisica raggiunta. Il programma di recupero richiede più tempo. Il suo obiettivo, ovviamente, è quello di esser pronto per l’Australian Open, torneo dove ritiene che Novak Djokovic sia uno dei maggiori candidati alla vittoria, nonostante la sua lunga assenza. Il sei volte campione di Melbourne, con un team tutto nuovo e spettacolare, cercherà di tornare alla grande. “Novak ha sempre giocato bene qui, ha avuto molto tempo per allenarsi e recuperare. Lui potrebbe ripetere quello che Roger ha potuto fare quest’anno. Roger sta giocando in maniera geniale. E’ difficile saperlo, è realmente difficile da sapere. Se osservi come sono andate le cose l’anno scorso, sono Roger e Rafa i favoriti, però è difficile affrontare i ragazzi quando hanno tempo di allenarsi. Credo che Roger abbia dimostrato che molte persone si sbagliavano in questo senso”. Per ultimo Milos afferma che Melbourne è sempre stato un luogo dove ha offerto un buon livello di tennis e spera di poter avere un buon rendimento nella Rod L’aver Arena. “E’ stato il mio slam più consistente ed è quello dove ho sentito di avere le maggiori opportunità. Sono stato sfortunato negli ultimi due anni uscendo per infortuni, però sempre mi sono sentito bene e in forma per come ho giocato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy