ATP Finals: tutto quello che c’è da sapere

ATP Finals: tutto quello che c’è da sapere

Domenica prenderà al via l’ultimo grande appuntamento stagionale per quanto riguardo il circuito ATP, i migliori 8 giocatori del mondo si battaglieranno per il titolo di maestro del 2017. Andiamo a scoprire tutte le novità e le caratteristiche di questa edizioni delle ATP Finals.

Commenta per primo!

Sono stati sorteggiati oggi i due gironi delle ATP Finals con Nadal, Thiem, Dimitrov e Goffin da una parte e Federer, Zverev, Cilic e Sock in un’altra. Però ci sono molte curiosità e novità da scoprire riguardo quest’edizione del torneo, a partire dallo sponsor fino ad arrivare al montepremi finale, dando anche qualche piccola considerazione al torneo di doppio.

LO SPONSOR E NOME – Negli anni scorsi lo sponsor fisso delle ATP Finals era Barclays, nota banca britannica che è sponsorizzata anche dal campionato di calcio inglese, la Premier League. Quest’anno però le cose sono cambiate: la Nitto Denko Corporation, un’azienda giapponese, ha stretto un contratto con l’ATP fino al 2020, data in cui la competizione potrebbe cambiare anche sede e dunque non esser più ospitata a Londra. Inoltre dal 2015 i gruppi di singoli prendono il nome di due grandi campioni del passato come Pete Sampras(Gruppo A) e Boris Becker(Gruppo B), mentre per il doppio ci saranno i Gruppi Woodbridge / Woodforde(Gruppo A) e Eltingh / Haarhuis(Gruppo B).

IL DOPPIO – A proposito di questa disciplina saranno 8 le coppie che si frontegieranno, i numeri 1 del seeding sono la coppia formata da Lukasz Kubot e Marcelo Melo e sono inseriti nel gruppo A, insieme a Jamie Murray / Bruno Soares, i Bryan e il duo formato da Dodig / Granollers. Mentre nel gruppo B troviamo Kontinen / Peers, Rojer / Tecau, Herbert / Mahut e gli ultimi qualificati Harrison/ Venus.

IL FORMAT – Nonostante i tanti anni in cui sono in vigore le ATP Finals, molti appassionati non hanno ancora ben capito il format ed il modo in cui i giocatori si qualificano alle semifinale, infatti i giocatori seguiranno le seguenti condizioni:

1)Maggior numero di vittorie: niente da dire qui, il giocatore che vince più partite si qualifica automaticamente alla fase successiva

2)Maggior numero di set vinti: nel caso in cui le vittorie tra due giocatori sono in parità, allora si conteranno anche i set vinti, dunque un giocatore che ha perso un match non è del tutto eliminato, l’importante è che in quel caso sia riuscito comunque ad aggiudicarsi un set.

3)Gli scontri diretti: un elemento da considerare notevolmente sono gli scontri diretti nel Round Robin, infatti nel caso in cui due giocatori si trovassero in perfetta parità sia con le vittorie che con i set si calcolerà lo scontro diretto tra quei due tennisti, il quale decreterà di fatto la loro posizione in classifica.

4)Maggior numero di giochi vinti e classifica ATP: Ovviamente chi gioca meno di 3 partite è automaticamente eliminato, degli altri due invece si guarda chi è uscito vincitore nello scontro diretto nel Round Robin, in caso contrario si fa riferimento alla percentuale di maggior numero di set, in caso di parità si calcoleranno il maggior numero di giochi vinti, sennò, sempre in parità, verrà presa in considerazione la classifica ATP.

IL PUBBLICO ED I PREMI – Numeri impressionati quelle delle ATP Finals, infatti la competizione si disputa dal 2009 alla O2 Arena di Londra ed ha registrato l’anno scorso circa 252 mila persone e più di 100 milioni di spettatori in diretta televisiva. Inoltre l’edizione prevede anche un ricco contributo per chi parteciperà e per chi no: infatti la sola partecipazione come riserva porterà ben 105.000$ ai singolaristi mentre ai doppisti 36.000$. Mentre i partecipanti solo per giocare avranno un compenso di 191.000$ e 94.000$ le coppie di doppio, ogni vittoria nel Round Robin varrà altri 191.000$ per i singolaristi e 36.000$ per i doppisti. Il singolarista che vincerà in semifinale avrà un profitto di 585.000$ mentre per i doppisti “solo” 96.000$, mentre il tennista vincente in finale riceverà oltre al trofeo anche 1.200.000$, molto meno quello per i doppisti: 188.000$. Dunque il campione che riuscirà a vincere tutte le partite del suo girone più i due incontri successivi riceverà un compenso di circa 2.549.000$, mentre i doppisti che avranno un percorso completo 486.000$. Per quanto riguarda i punti ATP, sia in singolo che in doppio, la vittoria nel girone vale 200 punti, il successo in semifinale ne darà 400, mentre in finale 500. In totale ci sono in palio 1.5000 punti per il tennista o la coppia che trionferà in tutte le partite del torneo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy