Us Open: storica Flavia Pennetta, batte in rimonta Petra Kvitova e centra la semifinale

Us Open: storica Flavia Pennetta, batte in rimonta Petra Kvitova e centra la semifinale

Una grandissima e tenace Flavia Pennetta batte a sorpresa Petra Kvitova e si qualifica per la semifinale degli Us Open, la seconda in carriera sui campi di Flushing Meadows. L’Italia potrà vantare dunque due rappresentanti al penultimo atto.

[26]F.Pennetta d [5]P.Kvitova 4-6 6-4 6-2

Flavia Pennetta sorprende ancora regalandosi un risultato insperato, un traguardo storico per il tennis italiano. La brindisina raggiunge infatti Roberta Vinci in semifinale centrando per la seconda volta questo risultato in uno Slam, dopo l’impresa del 2013. L’Italia come non è mai successo prima avrà dunque due portacolori al penultimo atto grazie al carattere e al grande cuore di Flavia Pennetta che recupera uno svantaggio di 6-4 3-1 eliminando la recente campionessa di New Haven Petra Kvitova con testa, carattere e grande capacità di leggere la partita.  Un’emozione incredibile, che traspare anche dal volto di una brindisina mai doma che a 33 anni non smette di sognare continuando a scrivere la storia dello sport italiano. Che il sogno continui Flavia!! Ora ad attenderla ci sarà la vincente di Halep-Azarenka, ostacoli non insormontabili.

Il match inizia nel migliore dei modi per Flavia che centra subito il break in apertura grazie ad un errore di dritto della Kvitova ma è costretta a cederlo subito dopo a causa delle spaventose accelerazioni della sua avversaria che va a segno con una risposta incrociata di rovescio vincente. La prima ad allungare purtroppo è la recente campionessa di New Haven che si porta sul 4-2 dopo che Flavia nel game precedente non ha sfruttato una palla break spedendo un rovescio in rete. Petra si salva ancora, recupera dallo 0-30 , annulla due palle break con una solida prima ed un dritto vincente prima di impattare sul 5-2.

Clamorosamente però al momento di chiudere la ceca si complica la vita con 3 doppi falli, di cui uno sul set point in suo favore, rimettendo in scia l’azzurra che va a segno con una risposta di rovescio vincente che le regala il game del 4-5. La Pennetta però si dimostra poco cinica, dal 40-0 perde infatti i successivi 5 punti, a causa di risposte incisive sulle seconde di servizio da parte di una Kvitova molto carica dal punto di vista mentale che si va a prendere la frazione per 6-4.

Samantha Stosur - Flavia Pennetta Women's Singles - Round 4

La tennista di Bilovec scappa subito via anche nella seconda frazione grazie al break ottenuto nel terzo gioco. Flavia però questa volta riesce completare il riaggancio sul 3-3 approfittando di qualche errore di troppo da parte della sua avversaria. Finalmente l’azzurra riesce a portarsi in vantaggio nella seconda frazione centrando sul 4 pari un’importantissimo break grazie ad una risposta vincente con il rovescio lungo-linea. Flavia non si fa intimidire dalle due palle break concesse, le annulla in modo magistrale (la seconda con un rovescio lungolinea vincente) e si aggiudica la frazione per 6-4 rimandando la conclusione dell’incontro al terzo.

L’inizio del set decisivo è molto equilibrato con le due tenniste che senza particolari problemi tengono i loro turni di battuta fino al 2 pari. Flavia capisce che questo è il momento di rendersi più aggressiva in risposta e  riesce nell ‘intento perchè la Kvitova spedisce un dritto oltre la linea di fondo cedendo la battuta. La ceca inizia a mostrare i primi segni di stanchezza commettendo diversi errori, Flavia ringrazia ed impatta sul 4-2 a soli due game dal successo. Un altro break proietta un’azzurra decisa e solida più che mai sul 5-2 con la possibilità di servire per il match. Occasione che Flavia non si lascia sfuggire alzando le braccia al cielo al primo match point utile.

Un risultato questo, insieme a quello colto da Roberta Vinci, che se ancora ce ne fosse bisogno mostra tutta la competitività e la forza del tennis italiano perchè se escludiamo lo scorso anno quando comunque ai quarti arrivarono sempre Flavia e Sara, sono tre anni che almeno un’italiana scrive il proprio nome tra le prime quattro. Un torneo fortunato per le nostre ragazze questo di Flushing Meadows che ogni anno incolla tantissimi spettatori agli schermi per godersi le gioie di chi con il duro lavoro si è costruito il successo ed una carriera invidiabile. Comunque vada siamo orgogliosi di voi ragazze!!

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy