Wimbledon: Nadal avanza, Cilic è fuori. Fabbiano batte Wawrinka

Wimbledon: Nadal avanza, Cilic è fuori. Fabbiano batte Wawrinka

Rafael Nadal si è aggiudicato l’accesso al terzo turno dello Slam londinese. Nella sfida contro il kazako Mikhail Kukushkin, si è imposto con il punteggio di 6-4 6-3 6-4. Mentre Marin Cilic, testa di serie numero tre del torneo nonché finalista della scorsa edizione, si è dovuto arrendere al quinto set all’argentino Guido Pella. Si ricorda che la partita era stata interrotta ieri pomeriggio a causa della pioggia, quando il tennista croato aveva conseguito la vittoria dei primi due set. Relativamente agli azzurri, Thomas Fabbiano è riuscito nell’impresa di sconfiggere Stan Wawrinka. Matteo Berrettini e Andreas Seppi, invece, sono usciti dalla competizione.

di Federico Gasparella

Il resoconto della prima sessione di gare odierna:

[2]R.Nadal b.M.Kukushkin 6-4 6-3 6-4

Fin oltre la metà del primo parziale nessuno dei due contendenti ha trovato la necessaria continuità di rendimento all’interno dei propri game di battuta. Di conseguenza, la competizione non ha avuto uno svolgimento armonico, in quanto è stata scandita da frequenti capovolgimenti di fronte. Dapprima, è stato il campione iberico a prendere l’iniziativa e a strappare il servizio a Kukushkin (al secondo gioco). Successivamente, c’è stata la reazione del kazako, il quale, nel corso del quinto gioco, approfittando di qualche titubanza dello spagnolo al servizio, si è guadagnato il contro break. La frazione si è infine risolta al decimo gioco, sul 5-4 in favore dello spagnolo, quando Kukushkin, a seguito dello scarso profitto ottenuto con la prima palla di servizio, ha lasciato che Nadal lo attaccasse ripetutamente di risposta e conquistasse facilmente i punti necessari per fare proprio il break (ed il set 6-4). In seguito, nel corso della secondo parziale, Il tennista kazako ha evidenziato una leggera flessione sotto il profilo atletico, che l’ha penalizzato oltremodo, obbligandolo a realizzare un gioco prevalentemente conservativo. Al quinto game ha ceduto il break, che Nadal ha mantenuto senza grandi sforzi fino alla vittoria della seconda partita per 6-3. Il conclusione, la terza frazione si è svolta diversamente dalle precedenti: Kukushkin ha ritrovato brillantezza e un buon ritmo di gioco, dando vita ad una sfida equilibrata, dove l’esito dei duelli non è mai risultato scontato. Il kazako si è avvantaggiato di un break al quarto gioco, tuttavia, già nel game seguente, l’iberico si è guadagnato il contro break. Ma Nadal ha trovato lo spunto decisivo solo al termine, sul 5-4 in suo favore, quando ha spinto l’avversario a cedergli il break e la vittoria definitiva.

G.Simon b. M.Berrettini 6-3 7-6(4) 6-2

L’azzurro ha faticato a prendere il ritmo partita nel corso della prima frazione, alternando fasi in cui ha realizzato delle belle azioni offensive a momenti in cui ha commesso degli errori banali, dettati dalla smania di prendere subito l’iniziativa. Anche nell’esecuzione della battuta, il tennista romano non ha trovato la necessaria continuità e consistenza, permettendo all’avversario di attaccare troppo spesso di risposta. Simon, di contro, pur non brillando particolarmente, si è rivelato attento ed efficace, soprattutto nelle fasi di palleggio nonché molto solido al servizio. In merito al punteggio, l’azzurro ha avuto quattro opportunità per conquistare il break durante ai vantaggi del quarto game, ma non ha saputo cogliere l’occasione. Mentre il transalpino si è aggiudicato il break nel game successivo. Nelle fasi successive Simon ha custodito il vantaggio fino alla vittoria del parziale per 6-3. Nelle seconda frazione, l’azzurro ha mostrato ancora qualche problema alla battuta, non trovando la necessaria precisione e potenza con la prima palla e permettendo al suo avversario di farsi sotto di frequente. Il tennista francese si è così aggiudicato un break al quinto gioco, tuttavia, non ha saputo consolidarlo nel game di battuta successivo, cedendo a sua volta il contro break all’azzurro. La frazione è proseguita in equilibrio e si è decisa al tie break, dove Simon, giovandosi dei tanti regali dell’italiano, si è imposto per 7-4. Il registro della competizione non è mutato neanche nel terzo parziale. Anzi, man mano che ci si è avvicinati al termine, si è acuita la difficoltà nel condurre la partita secondo il giusto grado di concentrazione da parte del tennista capitolino, il quale è risultato oltremodo falloso. In sostanza, ha ceduto due break fondamentali, che hanno consegnato la vittoria del set e della partita a Simon.

[15]N.Kyrgios b. R.Haase 6-3 6-4 7-5

Nick Kyrgios ha avuto la meglio su Robin Haase in poco meno di un’ora e mezza di gara. Il tennista australiano ha trovato confidenza con il servizio fin dai primi game, riuscendo a condurre i game di battuta in maniera pressoché perfetta. Si è reso particolarmente insidioso anche con la seconda palla, eseguita spesso in kick e con traiettorie imprevedibili. Questa robustezza al servizio ha fatto si che la partita si giocasse prevalentemente all’interno dei turni di servizio dell’avversario. L’olandese, ovviamente, ha faticato a mantenere costante il profitto e nei momenti in cui è calato, Kyrgios ha potuto acquisire i punti determinanti ed allungare nel punteggio. E’ assai probabile che il suo prossimo avversario sarà Bernard Tomic, compagno di coppa Davis, che in molto lo danno per favorito nella sfida che domani lo vedrà opposto a Kei Nishikori.

Gli altri risultati:

Le partite che sono state interrotte ieri a causa della pioggia si sono concluse questo pomeriggio. Il traguardo che emerge tra tutti gli altri è quello che riguarda il nostro Thomas Fabbiano, il quale è riuscito nell’impresa di superare Stan Wawrinka con il punteggio di 7-6(7) 6-3 7-6(6). Per il tennista pugliese si tratta probabilmente del risultato più importante raggiunto in carriera. Si ricorda che ieri, prima dell’interruzione, l’azzurro si trovava in vantaggio di due set, prossimo a giocarsi il tie break della terza frazione. Relativamente ad Andreas Seppi, l’altoatesino si è dovuto arrendere a Kevin Anderson, per 6-3 6-7(5) 6-3 6-4. Mentre Marin Cilic, testa di serie numero 3 del tabellone nonché finalista della scorsa edizione di questa competizione, è stato sconfitto a sorpresa da Guido Pella, con il punteggio di 3-6 1-6 6-4 7-6(3) 7-5. Il croato era in vantaggio di due set ottenuti piuttosto nettamente prima che fosse sospeso il confronto. Alla ripresa, tuttavia, avvenuta nel primo pomeriggio di oggi, non è mai stato in grado di prendere l’iniziativa, rimanendo agganciato all’avversario grazie esclusivamente alla conduzione di buoni turni di battuta. John Isner, invece, si è imposto su Ruben Bemelmans, per 6-1 6-4 6-7(6) 6-7(3) 7-5. Anche Stafanos Tsitsipas è approdato al terzo turno. Nella sfida che l’ha visto contrapposto a Jared Donaldson, ha avuto la meglio per 6-3 6-2 3-6 4-6 6-3. Infine, Philipp Kohlschreiber si è imposto su Gilles Muller, per 7-6(6) 7-6(4) 7-6(3).

F.Tiafoe b. J.Benneteau 4-6 6-3 6-4 6-2

A.De Minaur b. P.H.Herbert 6-2 6-7(8) 7-5 6-3

In aggiornamento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy