Australian Open: primo Slam in carriera per Caroline Wozniacki, che tornerà in vetta al ranking

Caroline Wozniacki batte Simona Halep in tre set e si aggiudica il primo titolo slam in carriera. Una vittoria che per la tennista di Odense vale anche la prima posizione in classifica, dopo sei anni. Partita giocata sul filo della tensione, caratterizzata da continui capovolgimenti di fronte nel terzo set. Generosissima la prova di Simona Halep, visibilmente affaticata al termine di un torneo durissimo e che oggi ha chiesto l’intervento medico per un calo di pressione.

di Monica Tola

Caroline Wozniacki batte Simona Halep in tre set e conquista a Melbourne il primo titolo slam in carriera. La Halep cede a Caroline Wozniacki il primo posto nel ranking. La partita è stata giocata da entrambe sul filo della tensione. Terzo parziale all’insegna dei capovolgimenti di fronte: Caroline Wozniacki ha mancato due palle per il 3-0 e Simona Halep è stata poi avanti 4-3 e servizio. Generosissima la prova della giocatrice rumena, visibilmente in difficoltà negli spostamenti, al termine un torneo durissimo che già le aveva riservato due match-maratona contro Lauren Davis e Angelique Kerber.

PRIMO SET – La sicurezza, perlomeno apparente, con la quale Caroline Wozniacki è scesa in campo la si è intuita da un dettaglio: vinto il sorteggio, ha scelto di servire per prima. E senza tentennare ha gestito la prima parte del set. Simona Halep ha lasciato andare il braccio solo a sprazzi, mentre Caroline Wozniacki ha manovrato con il dritto per chiudere con il rovescio, colpo marchio di fabbrica della danese. Il break della tennista di Odense è arrivato nel primo turno in battuta di Simona Halep e Caroline Wozniacki ha amministrato il 2-0 conquistato in avvio, tenendo i colpi profondi e angolati per togliere il tempo all’avversaria. Tutto ha funzionato a meraviglia fino al nono game. La tensione ha avuto la meglio sulla giocatrice danese quando, avanti 5-3, è andata a servire per il primo parziale: Caroline Wozniacki ha forzato ogni colpo per chiudere velocemente e ha sbagliato tutto. Così ha rimesso in discussione un set che l’aveva vista in vantaggio 5-2: controbreak targato Halep. La rumena ha ripreso coraggio e ha poi agganciato sul 5-5. Caroline Wozniacki non ha accusato psicologicamente il colpo e, dall’altra parte del campo, Simona Halep ha continuato a macinare punti. L’epilogo del parziale è il tie break, il primo tra tutti gli scontri diretti tra le due giocatrici. Caroline Wozniacki lo ha giocato in modo perfetto. Simona Halep ha pagato invece alcuni errori, tra i quali una risposta buttata via su una seconda morbidissima della danese ed è stata punita dal punteggio: dopo 52 minuti Caroline Wozniacki è avanti di un set.

SECONDO SET – L’impressione è che Simona Halep sia a corto di benzina e stia facendo i conti con le energie mentali e fisiche spese in un torneo dall’andamento durissimo e per tentare di rimettere in piedi il primo parziale. Caroline Wozniacki, invece, già nel primo set aveva mostrato maggiore freschezza negli scambi lunghi e che si sono avvicinati ai 20 colpi. La tennista di Costanza continua ad accumulare errori con il rovescio lungolinea, frutto della smania di conquistare vincenti rapidi. A Simona Halep occorrono oltre dieci minuti e 18 punti per mettere in cassaforte il terzo gioco e, soprattutto, annullare quattro pericolosissime palle break. Anche il caldo ha un peso non indifferente sul fisico di Simona Halep che a Melbourne ha affrontato due partite maratona (con match point annullati nell’interminabile incontro vinto 15-13 al terzo contro Lauren Davis e nella battaglia conquistata in semifinale su Angelique Kerber), tanto che la tennista di Costanza sul 3-2 in proprio favore chiama un intervento medico per un calo di pressione. Caroline Wozniacki comprende la situazione e fa correre l’avversaria. Si approda sul 3-3 e mai come ora Simona Halep ha bisogno di servire bene e portare a casa punti rapidi. Una esigenza che paradossalmente porta beneficio alla tennista rumena: la percentuale di prime in campo della Wozniacki è precipitata (dal 72% nel primo set al 43% del secondo): Simona Halep, meno brillante nei movimenti, gioca di braccio e coraggio e si prende il break nell’ottavo gioco. 5-3 e servizio per rimandare tutto al terzo. Simona Halep salva due palle break, si procura un set point e sbaglia incredibilmente un dritto, cercando di forzare. Il terzo set point, arrivato dopo una terza palla break cancellata, è quello buono. Simona Halep ha prevalso sui problemi fisici, Caroline Wozniacki ha ceduto ai demoni della pressione e i fantasmi delle finali slam perse.

Simona Halep, dopo la vittoria al secondo turno contro Bouchard

TERZO SET – Che Simona Halep sia affaticata è visibile negli scambi lunghi. Essenziale per la rumena è servire bene e avere la lucidità tattica di giocare sul dritto di Caroline Wozniacki. Ma la tennista di Costanza non sempre riesce a tenere i piedi ben piazzati in campo e non può contare sugli appoggi e la spinta sulle gambe. Caroline Wozniacki senza fare niente di trascendentale, afferra il break nel secondo game. Si gioca sul filo della tensione: la danese accorcia, serve male non incide quanto dovrebbe, specie quando si ha di fronte una avversaria in evidente difficoltà e combina il disastro subito dopo: dopo due palle per il 3-0, 5 palle break salvate nel terzo gioco fiume di oltre dieci minuti e diciotto punti, rimette momentaneamente in partita Simona Halep: controbreak della numero 1 al mondo e 2-1 Wozniacki. Dura solo un attimo, perché di break la danese se ne riprende immediatamente un altro e con estrema facilità. 3-1. La Wozniacki non vuol saperne di prendere il volo, quanto la Halep non intende lasciare la strada spianata all’avversaria. Quattro break consecutivi e la tennista di Costanza rimane in scia. 3-2 Wozniacki, ma senza break di vantaggio. Ora è la Halep ad essere galvanizzata, mentre la danese è bloccata e dal possibile 3-0 in proprio favore subisce l’arrembante rientro della rumena, che aggancia sul 3-3. In difficoltà al servizio, presta il fianco alle risposte dell’avversaria, perde precisione e il turno in battuta nel settimo gioco: 4-3 e servizio Halep. Il coraggio della rumena non basta però per prendere il largo e Caroline Wozniacki impatta sul 4-4. Tiene il servizio subito dopo e sotto 4-5, Simona Halep che ha da qualche minuto accorciato i colpi serve per rimanere nella finale. Simona Halep commette un doppio fallo ed è 30-30, Caroline Wozniacki vince uno scambio incredibile e si conquista un championship point . E’ un rovescio affondato in rete dalla rumena a consegnare a Caroline Wozniacki il primo titolo slam in carriera al terzo tentativo. Un trofeo che per la danese vale anche il primo posto nel ranking dopo sei anni.

Risultato:

[2] C. Wozniacki b [1] S. Halep 7-6 (2) 3-6 6-4

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Valy Istoc - 3 anni fa

    Quanto mi dispiace x Simona…grazie x averci fatto sognare..sarà la prossima..meritavi di vincere oggi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Angela Bresciani - 3 anni fa

      Meritavano entrambe ma pari merito nel tennis non è possibile…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Laura Marcucci - 3 anni fa

    Molto brava la Halen ma molto allenata e determinata Caroline. .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Umberto Hvalic - 3 anni fa

    brave tutt’e due, tifavo Caroline, ma ha vinto il tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniela Vasile - 3 anni fa

    Complimenti Caroline! !! Forza Simona!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy