5 motivi per cui la vittoria di Sonego contro Djokovic resterà nella storia del tennis

La vittoria di Lorenzo Sonego contro Novak Djokovic nell’Atp 500 di Vienna ha scioccato il mondo del tennis. Ecco 5 motivi che la rendono ancora più importante.

di Antonio Sepe

L’Atp 500 di Vienna è stato teatro di una clamorosa sconfitta rimediata da Novak Djokovic. Il numero uno del mondo è infatti stato battuto dal lucky loser Lorenzo Sonego con il punteggio di 6-2 6-1 nel match valevole per i quarti di finale ed è uscito di scena in maniera inaspettata. Di seguito 5 motivi che spiegano perché quest’incontro resterà nella storia del tennis:

1. In carriera, Djokovic non aveva mai perso contro un lucky loser

Prima d’ora, il tennista serbo non era mai stato sconfitto da un tennista ripescato. Lorenzo Sonego era infatti stato battuto all’ultimo turno di qualificazioni da Aljaz Bedene ma la dea bendata gli ha sorriso e l’azzurro ne ha approfittato, superando due turni nel main draw e prima di annientare Djokovic.

2. Sonego è il sesto italiano di sempre a battere il numero uno del mondo

Prima di lui c’erano riusciti Barazzutti, Panatta (in due occasioni), Pozzi, Volandri e Fognini. Sonego è il primo azzurro da Pozzi (Queen’s, 2000) capace di compiere l’impresa lontano dal Foro Italico, mentre è il primo italiano da Panatta (Houston, 1977) a riuscirci sul cemento.

3. Djokovic ha conquistato solamente tre game: è la sua peggior sconfitta

Si tratta della peggior sconfitta di sempre per Novak Djokovic, che in un match al meglio dei tre set non aveva mai conquistato così pochi games. Qualcosa di simile gli era capitato nel 2005 agli Australian Open, quando Marat Safin lo travolse con il punteggio di 6-0 6-2 6-1, ma si trattava ovviamente di un match 3 su 5.

4. Sonego è il terzo giocatore a battere Djokovic nel 2020

Lorenzo Sonego è appena il terzo tennista a sconfiggere Novak Djokovic nel 2020. Addirittura il secondo “sul campo”, considerando che agli Us Open Pablo Carreno Busta ha portato a casa il match solo per via della squalifica del serbo. Come se non bastasse, l’altro giocatore capace di battere Djokovic è stato un certo Rafa Nadal, che nella finale del Roland Garros ha centrato la vittoria numero 100 sui campi di Bois de Boulogne.

5. “Il miglior match della mia carriera” e best ranking per Lorenzo

Non avevo mai giocato così bene in carriera. E’ senza dubbio la mia vittoria più importante di sempre” ha dichiarato nell’intervista post match Sonego, che grazie a questa vittoria migliorerà il suo best ranking portandosi – momentaneamente – alla 35esima piazza della classifica mondiale.

Lorenzo Sonego
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy