ATP Cup: nella prima giornata in campo anche Fognini e Medvedev

Parte l’Atp Cup: occhi puntati su Grecia-Canada e Germania-Australia. L’Italia ci prova contro Medvedev e Khachanov

di David Carrozzo, @dedel1906

Tre città, ventiquattro nazioni, sei gironi. Questi sono i più importanti numeri della nuova competizione a squadre del circuito maschile, l’Atp Cup, che si svolgerà dal 3 all’8 gennaio in Australia, tra Brisbane, Perth e Sydney. Come sappiamo, le squadre partecipanti sono state divise in sei gironi da quattro, due per ogni città. A passare alla seconda fase, quella ad eliminazione diretta, saranno le quattro vincenti più le due migliori seconde, che si sfideranno a Sydney. In palio punti Atp e un prize money totale da 15 milioni di dollari.

Ogni team può convocare al massimo cinque giocatori, che si sfideranno in un tie al meglio dei tre punti. Ciascun tie prevede due match di singolare al meglio dei tre set, disputati ovviamente secondo il regolamento Atp, e uno di doppio, in cui i quattro giocatori dovranno scendere in campo anche a risultato già acquisito (0-2 o 2-0), pure quest’ultimo giocato come prevede Atp, ovvero con il killer point sul 40-40 e il super tiebreak al posto del terzo set. L’unica novità riguardo le regole delle partite è l’introduzione del coaching, che sarà ammesso durante i cambi campo e alla fine dei set. I singolaristi disputanti i match verranno decisi automaticamente in base al ranking, mentre i doppisti potranno essere scelti dai due rispettivi capitani.

PROGRAMMA DI VENERDI’ 3 GENNAIO

Nella giornata di domani, a partire da mezzanotte (ora italiana), sono previsti sei tie, due per ogni città che coinvolgeranno tre gironi.

  • Sydney, girone C: Belgio-Moldavia (dalle 00:00)

Ad inaugurare l’Atp Cup saranno il davisman Darcis e Cozbinov, a cui seguiranno Goffin e Albot, mentre per il doppio sono previsti Gille/Vliegen e Albot/Cozbinov. Il Belgio parte più che favorito, ma attenzione ad Albot che potrebbe sorprendere Goffin e portarla al match decisivo.

  • Brisbane, girone F: Grecia-Canada (dalle 01)

Si preannuncia un interessantissimo tie il primo dei due di Brisbane, in cui andranno a scontrarsi due future stelle del tennis, Tsitsipas e Shapovalov, che avranno tutti gli occhi puntati nel loro secondo match di giornata. Il primo incontro vedrà invece un altro giovane, Auger-Aliassime opposto a Pervolarakis; nel doppio finale sono designati gli stessi giocatori dei singolari. Non possiamo non considerare favorito il Canada dei “ragazzini”, tenendo anche conto dell’ultima edizione della Davis in cui Shapo e Pospisil (non convocato) si sono spinti sino in finale, ma mai sottovalutare Tsitsipas, che potrebbe vincerla (quasi) da solo.

  • Perth, girone D: Stati Uniti-Norvegia (dalle 03)

Primo incontro abbastanza morbido per gli USA, che affrontano la Norvegia di Casper Ruud. Primo match FritzDurasovic e secondo Isner-Ruud, entrambi probabilmente a senso unico, come anche il doppio in cui gli stessi norvegesi scenderanno in campo contro Krajicek/Ram. Stati Uniti favoritissimi.

  • Sydney, girone C: Bulgaria-Gran Bretagna (dalle 07:30)

Orfana del suo leader indiscusso, Andy Murray, la Gran Bretagna parte comunque con i favori del pronostico contro la Bulgaria del (solo) Grigor Dimitrov. Norrie se la vedrà con Kuzmanov, mentre Evans con Dimitrov, e fin qui dovrebbe regnare la parità. Il doppio finale però sposta tutta l’inerzia verso gli inglesi, che schierano un ex n.1 del mondo come Jamie Murray e Joe Salisbury, debuttante alle Finals lo scorso anno, contro i bulgari Andreev/Lazarov.

  • Brisbane, girone F: Germania-Australia (dalle 08:30)

Bellissima sfida anche quella tra Germania e Australia, guidate da Zverev e De Minaur, che se la vedranno nel secondo match in programma, dopo la sfida tra Kyrgios e Struff. Di ottimo livello anche il match di doppio, con la terza migliore coppia del mondo, Krawietz/Mies, opposta a Guccione/Peers. Tie molto equilibrato, che in caso di parità vedrebbe la Germania leggermente favorita, ma occhio agli aussie, giocano pur sempre in casa…

  • Perth, girone D: Russia-Italia (dalle 10:30)

Eccoci qui, l’ultimo tie di giornata ci riguarda direttamente. La nostra Italia si presenta con tante assenze (Berrettini, Sonego, Seppi, Cecchinato, Sinner, Caruso), dovute a vari motivi, che ci hanno costretto a convocare giocatori di non primissimo livello. I singolaristi saranno Travaglia e Fognini, impegnati ripsettivamente con Khachanov e Medvedev. Nel doppio invece schieriamo i nostri campioni Slam Bolelli/Fognini di fronte ai già citati russi. Inutile dire che partiamo sfavoriti, in quanto tutti conosciamo il livello di due ottimi giocatori come i russi, specialmente sul cemento. Purtroppo peserà molto l’assenza del nostro n.1, Matteo Berrettini, che avrebbe portato il tie sul fifty-fifty. Non ce ne voglia il buon Travaglia, ma appena l’anno scorso ha debuttato tra i top 100 e ha all’attivo ancora molte poche partite giocate a livello Atp… Un grande Fognini potrebbe portarci al doppio decisivo, in cui ce la giocheremmo alla pari, ma considerando la condizione emotiva di Fabio, da poco nuovamente papà, non speriamoci troppo… Sempre e comunque, forza Azzurri!

Buon anno e buon tennis a tutti, David

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy