Indian Wells, i momenti più significativi degli ultimi anni

Indian Wells quest’anno non si terrà: andiamo a scoprire alcuni dei momenti più significativi del “Quinto Slam” negli ultimi anni.

di Alessandro Zecchini

Come ormai sappiamo “Il quinto Slam”, cosi come viene chiamato il torneo di Indian Wells non si giocherà. Il torneo più importante del calendario tennistico dopo i quattro Slam è stato cancellato e non vi sono ancora certezze su un eventuale recupero che appare al momento abbastanza improbabile. La decisone era nell’aria dopo il diffondersi del Coronavirus anche sul territorio americano e coma ha spiegato Tommy Haas, direttore del torneo, la salute viene prima di tutto. Anche il tennis quindi si è accodato ad altri sport e andrà in quarantena per qualche settimana (ci auguriamo).
Le pause si sa aiutano a riflettere (si spera) e mettono in moto la macchina dei ricordi e se parliamo di questo fantastico torneo che si gioca ogni anno in California di ricordi ne affiorano parecchi. L’appellativo di quinto slam già da se spiega l’importanza del torno che per diverse volte è stato votato dai tennisti come il migliore di tutto il circuito. Negli ultimi anni sono andate in scena numerose battaglie soprattutto nel circuito ATP, riviviamole alcune.

2005: i 45 colpi tra Federer e Hewitt
Palla break Federer sul 1 pari del secondo set, lo svizzero ha già vinto il primo set 6-2 della finale. Sul servizio di Hewitt parte uno scambio surreale di ben quarantacinque colpi durante il quale succede di tutto: corse, miracoli, recuperi al limite. Alla fine il punto lo farà l’australiano che perderà però il match con un 62, 64, 64 (si giocava ancora con la vecchia formula delle finali Master 1000 al meglio dei cinque set). Per Federer, all’epoca ventiquattrenne, seconda vittoria ad Indian Wells (aveva vinto anche l’anno prima contro Tim Henman).

2010: la vittoria di Ivan Ljubicic
Gli anni 10 si aprono con una grande sorpresa a Indian Wells. Protagonista di un torneo spettacolare Ivan Ljubicic conquista il suo primo e unico Master 1000. Nel corso del torneo Ljubicic supera Djokovic, Nadal e Roddik (in finale) centrando il successo più importante della sua carriera.

2014-2016: il dominio di Djokovic
Un triennio duro per gli avversari di Novak Djokovic, un triennio dove il serbo si prende più o meno tutto e non fa eccezione il torneo californiano. Djokovic supera per due volte Roger Federer nelle finali 2014 e 2015 sempre al terzo set,  mentre nel 2016 batte più agevolmente Milos Raonic con un netto 62, 60.

Novak Djokovic

2017: la rinascita di Roger Federer
Il 2017 si sa, è stato l’anno di Roger Federer. Dopo il suo ritorno e l’indimenticabile Australian Open vinto in finale con Nadal, Federer si presenta in California in un vero e proprio stato di grazia giocando forse il miglior tennis della sua carriera. Un cammino spedito quello di Roger che non lascia neanche un set per strada in tutto il torneo, colpi pregevoli con due grandi acuti: il quarto di finale contro Nadal e la finale contro Stan Wawrinka. Lo stato di grazia di Federer sarà poi confermato dall’altra grande vittoria sul cemento americano di Miami qualche settimana dopo. È il quinto trionfo al Indian Wells per lo svizzero.

2018-2019 le prime volte di Del Potro e Thiem
L’edizione 2018 vede ancora protagonista Roger Federer che sembra puntare diritto alla sua sesta vittoria californiana. Sulla sua strada però c’è Juan Martin Del Potro che salvando un match point porta a casa il suo primo Master 1000. Copione più o meno identico nel 2019 con Federer che si trova di fronte Dominic Thiem. L’austriaco vince in rimonta al terzo set e centra la sua prima grande vittoria in carriera.

Dominic Thiem
Dominic Thiem con il trofeo di Indian Wells

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy