Azarenka-Zvonareva, il match che non ha deluso. Ora per Vika c’è Karolina Pliskova

Azarenka-Zvonareva, il match che non ha deluso. Ora per Vika c’è Karolina Pliskova

A Stoccarda è andato in scena l’atto numero 11 della datata rivalità tra Vika Azarenka e Vera Zvonareva, rispettivamente ex numero 1 e 2 del mondo. Nonostante non siano più in top 10, Vika e Vera hanno dato vita a un match avvincente. Prossima avversaria della bielorussa sarà Karolina Pliskova. Pliskova-Azarenka chiuderà il programma odierno sul campo centrale.

di Monica Tola

A Stoccarda è andato in scena l’undicesimo atto della rivalità tra Vika Azarenka e Vera Zvonareva, rispettivamente ex numero 1 e 2 del mondo. Con la vittoria al primo turno nel torneo tedesco su terra indoor, la bielorussa ha ridotto il gap che negli scontri diretti con la Zvonareva la vedeva sotto 4-6. Gli ultimi due precedenti risalivano al 2011: a Miami Vika si era imposta con un 6-0, 6-3 e alle Wta Finals di Istanbul Vera Zvonareva aveva raccolto appena 5 giochi. Da quel match, chiuso dalla Azarenka con un netto 6-2, 6-3 sono cambiate tante cose. Nel frattempo, Vika e Vera sono diventate madri e otto anni fa, entrambe stazionavano nei quartieri alti del tennis. Ora sia Vika Azarenka che Vera Zvonareva sono in top 100 (la Azarenka è numero 61, mentre la Zvonareva occupa la posizione 84) e mentre la bielorussa gioca con l’ambizione dichiarata di tornare ai vertici, la Zvonareva a 34 anni non si pone obiettivi se non quello di far bene vivendo il tennis senza troppe pressioni. A Stoccarda Vera Zvonareva è entrata in tabellone come lucky loser, dopo il ritiro di Garbine Muguruza. Nonostante il loro non fosse un incontro tra top 10, Vika Azarenka e Vera Zvonareva hanno dato vita a un match nel quale non sono mancati colpi splendidi e sprazzi di ottimo gioco. Victoria Azarenka era peraltro reduce dalla semifinale di Fed Cup e da un lungo viaggio dall’Australia. “Il volo sembrava interminabile. Il match contro Vera è stato anche una sfida con me stessa e sono soddisfatta per come l’ho gestita. Non mi aspettavo di esprimermi al meglio, sia per la stanchezza, sia perché a corto di partite sulla terra, ma sapevo che avrei dato il massimo”. Vika Azarenka ha buoni motivi per sottolineare gli aspetti positivi della propria prestazione, perché dall’altra parte del campo ha trovato una avversaria ispiratissima: la tennista di Mosca si è difesa molto bene e ha fatto partire vincenti di rovescio degni della Vera Zvonareva dei giorni migliori.

Per Vika Azarenka è già tempo di pensare al prossimo turno, che la opporrà alla campionessa in carica Karolina Pliskova. La partita, prevista per le 20, chiuderà il programma odierno sul campo centrale.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maria Diomede - 4 mesi fa

    Non ho visto il match ma da quello che ho letto…. immagino che sia stata una partita combattuta.Questi giorni Supertennis sta dando poco visibilità al torneo di Stoccarda…preferendo i tornei maschili.Spero che Vika possa far bene….. anche se oggi ha una avversaria piuttosto ostica

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy