WTA Indian Wells: Conosciamo Lesia Tsurenko

WTA Indian Wells: Conosciamo Lesia Tsurenko

L’avevamo conosciuta fugacemente nel 2012, quando in Fed Cup a Biella, aveva sconfitto un’ irriconoscibile Francesca Schiavone per 6-1, 6-2. Quella volta le azzurre passarono il turno grazie al doppio in cui Flavia Pennetta e Roberta Vinci ebbero la meglio su Olga Svachuk e sulla stessa Tsurenko in tre set.

di Giordano Granelli, @giogran74

Proveniente dalle qualificazioni e dopo aver battuto la Petkovic, la 26enne Ucraina Lesia Tsurenko elimina anche la Bouchard, mettendo a segno una delle sorprese della giornata di ieri. Conosciamola meglio.
L’avevamo conosciuta fugacemente nel 2012, quando in Fed Cup a Biella, aveva sconfitto un’ irriconoscibile Francesca Schiavone per 6-1, 6-2. Quella volta le azzurre passarono il turno grazie al doppio in cui Flavia Pennetta e Roberta Vinci ebbero la meglio su Olga Svachuk e  sulla stessa Tsurenko in tre set.

10984283_767287586682203_7357128173474677675_n
La sconfitta della Schiavone è stata comunque vendicata lo scorso anno quando, al primo turno del Wta di Mosca, la Tsurenko viene sconfitta sonoramente dalla Giorgi 6-0, 6-3 mentre a Tashkent in semifinale viene battuta in due set da Karin Knapp.
E’ certamente il 2013 il suo anno migliore, stagione in cui ha raggiunto la sua prima semifinale a livello Wta, a Brisbane, e il best ranking al 60esimo posto.
Nel torneo americano si è fatta strada mietendo vittime illustri come Jarmila Gajdošová e Daniela Hantuchová ai quarti, ma dovendo poi arrendersi in semifinale in tre combattuti set, alla russa Anastasija Pavlju?enkova.

11069934_784912834919678_5361903460867578803_n
Di buona famiglia con madre economista e padre alle relazioni internazionali in una centrale nucleare ucraina, Lesia ha iniziato a giocare a tennis a 6 anni a Volodymyrets, ma è con il trasferimento a Kiev all’età di 17 anni, che la sua carriera ha preso una svolta. Oggi è allenata dall’ ex tennista ucraino Dmytro Brichek.
Divenuta professionista nel 2007,  la Tsurenko che fa dell’ ottimo servizio e della mobilità di gambe le sue armi migliori, può vantare sei titoli nel circuito Itf, ma nessuno in Wta oltre a sette convocazioni Fed Cup. Con la selezione Ucraina nel febbraio scorso, è stata sconfitta sul campo neutro di Budapest, ad opera dell’Inghilterra. Nel primo singolare è stata battuta da Johanna Konta per 6-3, 6-2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy