Buon compleanno Ashleigh Barty, regina della Wta

Compie oggi 24 anni Ashleigh Barty, regina del circuito da un anno a questa parte, che con intelligenza ed eleganza sta dominando il circuito WTA e sarà la numero 1 quando il tennis potrà ripartire.

di Marco Bonavoglia

Sono 24 candeline per l’australiana Ashleigh Barty, attuale numero 1 del mondo in singolare e 13 in doppio. È arrivata a vincere il suo primo titolo Slam al Roland Garros dello scorso anno e per forza di cose non ha ancora potuto difendere il titolo. Nel frattempo, ha portato a casa anche le WTA Finals, ha sfiorato la vittoria nella finale di Fed Cup e ha iniziato alla grande anche il 2020, con una vittoria nel Premier di casa di Adelaide e due semifinali di grande prestigio, a Melbourne e a Doha, cedendo solo a Kenin e Kvitova. Proprio quando stavano per arrivare le grandi scadenze, come la vittoria a Miami e a Parigi, il tour ha subito lo stop che tutti stiamo vivendo nelle nostre vite. 3 maggio, 7 giugno, 13 luglio, tante date senza alcuna certezza, e così anche la numero 1 del ranking è costretta al riposo forzato in vista di un grande ritorno.

E non stupisce neanche che, mentre le altre grandi protagoniste WTA siano concentrate sulla preparazione atletica e qualcuna anche sui videogiochi – visto che settimana prossima si giocherà virtualmente il Premier Mandatory di Madrid , la classe 1996 aussie preferisca attività che aiutino la sua concentrazione e forza mentale, come golf e puzzle. La mentalità è sempre stata una sua grande chiave, la capacità di gestire i match in modo ottimale, giocare sempre bene i punti importanti e lasciarsi scivolare addosso la pressione. Una ragazza dai mille talenti, che senza tennis, cricket e golf, magari sarebbe potuta essere anche una giocatrice di scacchi.

Ashleigh Barty

Altra grande chiave del suo essere così vincente è la positività, con cui affronta ogni aspetto della sua vita, quarantena compresa. Qualsiasi cosa si faccia, bisogna farla con positività e dando il 100%, e quando si riesce a vivere in questo modo anche la vita nel circuito il successo non può che arrivare. Ha sempre saputo fare tutto sul campo, fin da giovanissima: il servizio è rapido e carico, con una seconda in kick mai aggredibile, da fondo campo sa comandare con il dritto ma anche contenere e muovere con lo slice di rovescio, ma Ash è talentuosa soprattutto sotto rete, anche grazie ai tanti anni di doppio giocato ad altissimi livelli, un tempo in coppia con Casey Dell’acqua e più di recente con Victoria Azarenka.

Ma oltre a ottimismo, concentrazione e talento c’è anche tanta umanità e umiltà, caratteristiche che la rendono un esempio e un modello da seguire per tante e tanti giovani che si avvicinano a questo sport. E non può che essere apprezzata anche dalle colleghe, e con alcune di queste si è sentita in questi giorni, per sapere se stessero bene, dandoci prova del fatto che tutte le volte che abbiamo sentito dire che nel circuito non esiste l’amicizia, forse non era così vero. Probabilmente oggi Ashleigh festeggerà con la sua famiglia e il suo fidanzato, senza grandi eventi, che le si addicono comunque poco, magari brindando in giardino, tra una partita di golf e l’altra, vivendo questa giornata al massimo.

Magari pensando al rientro nel circuito, quando sarà chiamata a dimostrarsi ancora una volta la migliore al mondo, magari proprio nella Parigi che le ha regalato la più grande gioia della sua carriera, almeno fino a qui. Tanti auguri Ash!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy