Buon compleanno, Steffi Graf!

Buon compleanno, Steffi Graf!

Spegne oggi 51 candeline una delle più grandi tenniste che la storia abbia conosciuto, e Tennis Circus le rende omaggio

di Gabriele Congedo

Tempo fa ho deciso di fare un esperimento. Ho iniziato a chiedere ai miei colleghi e amici tedeschi, che fossero appassionati di sport oppure no, se sapessero chi fosse Steffi Graf, e poi se sapessero chi fosse Alexander Zverev. Risultato: Graf 100%, Zverev 30%. La motivazione è abbastanza logica, se ci si pensa: i tedeschi sono stati abituati assai bene nel tennis, avendo delle autentiche leggende come Becker e come, appunto, la Graf, quindi nella loro mentalità, non interessa tanto se un loro atleta è n.4 del mondo. A loro interessano solo i numeri 1. E che numero uno è stata, Stefanie Maria Graf.

Steffi Graf con il trofeo di Wimbledon. Ne ha vinte ben sette edizioni

Nata 51 anni fa esatti a Manheim, iniziata al tennis allorchè aveva solo 3 anni dal padre Peter, che fosse una predestinata lo si intuì ben presto, se si pensa che già all’età di 13 anni era stata inserita nella classifica WTA al numero 124. Fu lei, tra il 1986 e il 1987, a fare da terzo incomodo alla leggendaria rivalità  fra Martina Navratilova e Chris Evert, per poi issarsi in vetta al mondo del tennis femminile. Come non ricordare l’anno seguente, il 1988, che la vide vincere tutte e quattro le prove del Grande Slam e l’oro olimpico nello stesso anno, e per cui fu appositamente coniato il termine “Golden Slam”.

Il famosissimo, potente dritto della Graf, che le è valso in patria il soprannome di Fräulen Forehand (miss dritto)

Come dimenticare le rivalità storiche con le già citate Navratilova ed Evert, ma anche con Gabriela Sabatini, Monica Seles, la quale dominerà sulla tedesca negli anni 1991-1993 (prima di quella sciagurata coltellata subita ad Amburgo), Jana Novotna, Arantxa Sanchez, Conchita Martinez, Mary Jo Fernandez.

E non si possono neanche dimenticare gli anni del suo secondo dominio, quelli dal 1993 al 1996, poi il ritiro, e l’inizio della relazione con Andre Agassi, che poi Steffi sposerà e con cui avrà due figli. E non ci stupiremmo per nulla se uno dei due figli di questa storica coppia di campioni, diventasse a sua volta un campione o una campionessa, considerato i geni di chi li ha messi al mondo…

Steffi Graf e Andre Agassi, sposati nel 2001. La coppia ha messo al mondo due figli

I numeri della carriera di Fräulen Forehand sono veramente impressionanti: 107 titoli vinti (solo in singolare), 22 titoli Slam (più uno in doppio), 5 trionfi alle WTA Finals, due medaglie olimpiche (più una in doppio), 900 incontri di singolare vinti contro 115 persi (88.67% di vittorie). Tornando dunque all’inizio di questo articolo e al mio esperimento, se si guardano queste cifre risulta abbastanza chiaro perchè in Germania la signora Agassi sia così conosciuta, anche dai non appassionati di sport, anche solo per sentito dire, e che i tedeschi abbiano delle aspettative assai alte dai propri tennisti e atleti. Perchè un’atleta come lo è stata Steffi Graf nasce ogni tre o quattro generazioni, e riesce a rendere un’intera popolazione orgogliosa e fiera, portando la propria bandiera a dominare la scena mondiale.

Alles Gute zum Geburtstag, Fräulen Forehand!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy