Atp Finals: il titolo di “Maestro” va a Stefanos Tsitsipas

Atp Finals: il titolo di “Maestro” va a Stefanos Tsitsipas

Il tennista di Atene si è affermato in rimonta nei confronti di Dominic Thiem, con il punteggio di 6-7 6-2 7-6, in due ore e quaranta minuti di gioco.

di Federico Gasparella
Stefanos Tsitsipas

Nitto ATP Finals 2019

[6]S.Tsitispas b. [5]D.Thiem 67(6) 62 76(4)

La cronaca – Entrambi i giocatori si sono esibiti senza titubanze in occasione dei primi scampoli di gara. Al servizio hanno subito offerto una solidità significativa, tanto da conseguire il punto direttamente con la prima palla nella maggior parte dei casi. In occasione delle manovre nate in uscita dal servizio invece hanno cercato di verticalizzare il gioco e di porre in essere delle soluzioni coraggiose. Soprattutto l’ellenico ha praticato un tennis votato all’attacco, forzando i colpi non appena il suo avversario ha rallentato il ritmo. Quest’ultimo di contro ha articolato di più i palleggi, con l’obiettivo di prendere gradualmente il comando del gioco. Verso la metà del parziale, sebbene abbiano mantenuto elevato il rendimento al servizio, i due contendenti hanno iniziato ad essere più intraprendenti nei reciproci turni di risposta. Dapprima è stato il giocatore di Atene a guadagnarsi una palla break, al quarto game, mentre in seguito, al settimo gioco, Thiem si è procurato le prime due opportunità nel corso dei vantaggi. Il tennista austriaco si è poi trovato di nuovo a fronteggiare due palle break nel game seguente. Ma in tutte queste circostanze i due tennisti si sono tolti dai guai con personalità ed in maniera assai brillante. Quindi la contesa è tornata a svolgersi in equilibrio, con i due che hanno ripreso saldamente il controllo dei rispettivi turni di battuta, fino ad arrivare a regolare i conti del set al tie break. Thiem si è guadagnato un mini break in apertura, per poi sfruttare nel migliore dei modi i due turni di servizio, portandosi sul 3-0. Poi ha custodito la lunghezza minima di vantaggio in maniera magistrale. Sul 5-4, tuttavia, ha commesso un errore di misura con il rovescio in uscita dal servizio, permettendo all’ellenico di rifarsi sotto. Ma nelle fasi cruciali Tsitsipas non ha saputo ribaltare l’andamento dello jéu decìsif, finendo per consegnare un altro mini break ed infine la vittoria a Thiem per 8-6.

Dominic Thiem

 

La reazione del tennista greco è stata immediata. Nel game di apertura del secondo parziale si è guadagnato di prepotenza il primo break dell’incontro, per poi confermare il vantaggio difendendo il game di battuta seguente a zero. La sua replica è rimasta ferma ed incontenibile anche in seguito, tanto da conseguire il secondo break di fila e raggiungere il punteggio di 4-0. Thiem è riuscito a liberarsi dalla pressione del suo avversario soltanto al quinto gioco, quando ha difeso la propria battuta a quindici, a seguito dell’esecuzione di una serie di prime di servizio vincenti. Ma il vantaggio cospicuo ottenuto dall’ellenico si è rivelato impossibile da recuperare, quindi, dopo aver conservato il secondo game di servizio, si è arreso per 6-2, in appena ventisei minuti di partita. In merito al parziale decisivo si è aperto all’insegna della spettacolarità, in quanto i due atleti si sono misurati a tutto campo, eseguendo spesso dei colpi a tutto braccio e dall’elevata difficoltà tecnica. Nel game di apertura ben condotto da Thiem il suo avversario si è dimostrato intraprendente, sfiorando il break in due circostanze durante i vantaggi. Il tennista greco  ha comunque evidenziato una migliore gestione dei turni di servizio, in quanto ha continuato a sfoderare nella maggior parte delle prime palle vincenti o di difficile contenimento. Di rado ha quindi concesso delle reali occasioni di risposta all’austriaco. Quest’ultimo invece ha offerto la medesima efficacia soltanto a sprazzi. Di conseguenza in diverse circostanze si è esposto ai contrattacchi di Tsitsipas. Al terzo game ha accusato oltremodo le sue ribattute profonde e le conseguenti manovre aggressive, finendo per cedere il break. Al sesto game, peraltro, il giovane ellenico ha compiuto un inaspettato passo falso, che gli è costato il contro break. Dopodiché Thiem è tornato a difendere la battuta senza troppi patemi d’animo, a zero. Da quel momento in poi il livello della sfida si è ulteriormente alzato e si sono potute ammirare diverse contese disputate sul filo del rasoio, altamente spettacolari per l’intensità e la qualità delle manovre. L’equilibrio fra i due giocatori si è mantenuto anche nelle fasi cruciali, dunque si è tutto deciso al tie break. All’interno dello jéu decìsif è partito meglio Tsitsipas, che ha allungato sul 4-1, facendo propri due mini break di fila. Thiem non si è perso d’animo ed ha prontamente accorciato le distanze. L’epilogo infine è stato propizio al 21enne di Atene, il quale, approfittando di una serie di errori di misura commessi dal suo avversario, lo ha distanziato in maniera irrimediabile ed ha fatto proprio il titolo a seguito di una seconda di servizio vincente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy