I 6 migliori tennisti “erbivori” della storia

I 6 migliori tennisti “erbivori” della storia

Dalle leggende del passato ai fenomeni ancora in attività, chi sono i migliori di sempre sul grass?

Con la stagione sul rosso mandata in archivio dalla memorabile Decima” di Rafa Nadal, e quella sul verde già al via fra Stoccarda, Nottingham e S-Hertogenbosch, non ci resta che attendere con il fiato sospeso la terza prova Slam dell’anno: Wimbledon. Il torneo più prestigioso ed ambito di tutti i tempi tornerà infatti nelle case degli appassionati tra poco più di due settimane (dal prossimo 3 luglio per la precisione), ma nel frattempo, per prepararci alle emozioni che solo i Championships sanno dare, abbiamo deciso di stilare una classifica assoluta dei migliori tennisti “erbivori”, passando per le leggende del passato fino ad arrivare ai fenomeni ancora in attività.

Tennis: WIMBLEDON 1985, Boris BECKER, Deutschland, mit Siegerpokal.

6) Boris Becker

Un grande nome di questo sport ed un maestro del serve and volley: Bum-Bum Becker, così come lo hanno soprannominato i cronisti, giocava un tennis interamente improntato sull’attacco, ideale per l’erba. Sorprendentemente carismatico e dotato di un immenso talento, il tedesco in sette finali disputate si è aggiudicato per ben tre volte The Championships. Ancora oggi detiene il record di giocatore più giovane della storia ad aver vinto Wimbledon. I suoi trionfi risalgono al 1985, 1986 e 1989.

john mcenroe

5) John McEnroe

Altro maestro del serve and volley, celebre per il suo temperamento così come per le sue imprese in campo, John McEnroe entra di diritto in questa classifica “verde”. L’americano è riuscito ad imporre la propria presenza in un’epoca interamente dominata dal binomio Borg-Connors, vincendo ben otto tornei sull’erba (tra cui tre Wimbledon) e raggiunto la finale dei Championships in altre due occasioni.  La sua percentuale di vittorie in carriera su questa superficie a ammonta circa all’85.6%, mentre quella assoluta supera di poco l’80% (la più alta dell’era Open).

federer wimbledon-2016

4) Roger Federer

2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2009 e 2012: sono gli anni che hanno visto l’affermarsi di una leggenda vivente. I sette Wimbledon conquistati da Roger Federer si commentano da soli, così come le uniche tre finali perse dallo svizzero su suolo londinese. Nel 2008 fu infatti il suo rivale numero uno, Rafa Nadal, a strappargli il titolo in quello che è stato definito come il più bel match mai giocato nella storia del tennis. Mentre nel 2014 e nel 2015 si è arreso al serbo Novak Djokovic, attualmente a quota 12 Slam, di cui 3 Wimbledon.

Serena Williams

3) Serena Williams 

Anche lei ancora in attività come Federer, è una delle tenniste più forti di tutti i tempi. Fino ad ora, la statunitense ex n.1 WTA, ha fatto suoi sette titoli di Wimbledon nel singolare, sei nel doppio in coppia con sua sorella Venus ed uno nel doppio misto. Inoltre, questa superficie le ha regalato la gioia di due medaglie olimpiche ai giochi di Londra 2012.

pete sampras wimbledon

2) Pete Sampras

Non ha mai perso una finale dello Slam verde. Guardando alle statistiche è il migliore di tutti i tempi sull’erba ed il dominatore indiscusso degli anni ’90. Sampras ha iniziato a scrivere il suo nome nell’albo d’oro del torneo di Wimbledon nel 1993, e da allora nessuno lo ha più fermato. L’unico anno in cui non è riuscito a fare suo lo scettro di re dell’erba è stato nel 1996, per poi terminare la sua corsa al settimo titolo nel 2000.

navratilova wimbledon

1) Martina Navratilova

Si scrive erba ma si legge Martina Navratilova. La statunitense ed il grass sono stati per lungo tempo un’accoppiata più che vincente. Martina era agile ed il suo tennis trovava la sua massima espressione nel gioco a rete. La ex campionessa in 12 finali ha catturato ben 9 titoli di singolare a Wimbledon (record attualmente imbattuto), sette nel doppio e quattro nel doppio misto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy