Serena Willams “Non istraderò i miei figli al tennis professionistico”

Serena Willams “Non istraderò i miei figli al tennis professionistico”

Serena Williams, ex n°1 del mondo racconta al Telegraph dei molti infortuni di quest’anno che le hanno rovinato i tanto agognati Giochi Olimpici, per non parlare del fatto che non è riuscita a vincere il 23esimo Slam e a superare Steffi Graf, dice che non incoraggerebbe eventuali figli a praticare sport da professionisti, ma asseconderebbe i loro interessi.

La superstar del tennis Serena Williams ha rivelato che se un giorno dovesse avere dei figli non li incoraggerebbe a intraprendere una carriera sportiva. Serena, che ha iniziato a giocare a tennis alla tenera età di tre anni e che è passata al professionismo a 15, nel 1995, dice che i bambini non dovrebbero essere troppo sotto pressione in vista di risultati futuri.

L’americana che ha compiuto da poco 35 anni e vinto 22 Slam, nonostante il suo enorme successo ha paura che i suoi eventuali figli seguano le sue orme. ”Non li istraderei al tennis. Non li fermerei però, se fosse loro desiderio giocare, solo non li incoraggerei. Il tennis comporterebbe molta pressione e preferirei che seguissero le loro inclinazioni e facessero tutto quello che pare loro” ha detto Serena al Telegraph.

La 35enne non ha avuto la migliore stagione della sua vita. Ha avuto degli infortuni per non parlare dell’uscita–shock al terzo turno ai Giochi Olimpici di Rio e in semifinale agli US Open, dovuto proprio alla precaria forma fisica.

“Ho avuto un sacco di problemi da Wimbledon che sono stati molto frustranti per me. L’ho detto anche a Venus, questi problemi di salute mi hanno rovinato le Olimpiadi che tanto aspettavo”

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy