Ashleigh Barty torna al tennis

Ashleigh Barty torna al tennis

Il baby prodigio australiano, dopo la vittoria Wimbledon junior nel 2011 e le tre finali Slam in doppio, dopo il ritiro e l’esperienza nel cricket, torna ancora giovanissima al suo primo amore.

Settembre 2014: Ashleigh Barty, stella nascente del tennis australiano, annuncia una lunga pausa dal tennis professionistico dopo aver fallito le qualificazioni allo Us Open. All’epoca aveva appena 17 anni e già da due-tre bazzicava nel circuito con risultati altalenanti.

Campionessa di Wimbledon Junior nel 2011, prodigio annunciato del tennis mondiale e tre volte finalista Slam in doppio, la Barty si è dedicata dopo il ritiro, tra le altre cose, al cricket allenandosi con la squadra del Queensland: “E’ dura essere da soli e per questo gli sport di squadra sono così attraenti. Quando hai un momento di difficoltà hai dieci compagne che ti possono aiutare”. Ha sofferto l’esposizione in precoce età, i ritmi massacranti e le aspettative (disattese).

Lo scorso mese, però, il fulmine a ciel sereno, o meglio l’arcobaleno dopo una tempesta: “Amo il tennis, ma ero diventata un robot e non era ciò che volevo. Torno”. Dopo i primi Itf, pare che l’australiana potrebbe essere convocata per la sfida di Fed Cup del prossimo mese contro gli Stati Uniti. Questa convocazione, tra l’altro, potrebbe garantirle l’arrivo ai Giochi di Rio, magari in doppio con la ‘storica’ compagna Dellacqua.

Bentornata, Ashleigh!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy