ATP Challenger San Benedetto: Giannessi lotta ma si deve arrendere. È Ramos-Vinolas il nuovo campione

ATP Challenger San Benedetto: Giannessi lotta ma si deve arrendere. È Ramos-Vinolas il nuovo campione

Sfuma il sogno di Alessandro Giannessi di trionfare alla San Benedetto Tennis Cup. Il tennista di La Spezia ha raggiunto l’atto finale del torneo senza perdere neanche un set, ma oggi non ha potuto nulla di fronte ad un Albert Ramos-Vinolas solido e concreto. Lo spagnolo ha sfornato una grandissima prestazione, commettendo pochi errori e spingendo sempre da fondo campo. Giannessi però, al contrario di quello che il punteggio potrebbe far pensare, ha dato del filo da torcere al suo avversario, e ha avuto anche qualche chance per girare l’incontro in suo favore.

La partita è stata molto dura, sia a livello fisico che mentale, per entrambi i giocatori. Non sono mancati capovolgimenti di fronte: vi sono stati infatti diversi break e contro break, durante tutto il match. Fin dal primo game, lo spagnolo impone il suo ritmo con il diritto, e si guadagna due chance di break. L’azzurro riesce ad annullarle con coraggio, ma deve cedere il servizio ai vantaggi. L’italiano però non si scoraggia, e con due grandi colpi si prende il contro-break. Ancora una volta, Giannessi non riesce a mantenere il servizio, e l’iberico si porta nuovamente in vantaggio. Ramos da questo momento sale in cattedra con la battuta, e i turni di servizio scorrono velocemente fino al 4-2, quando lo spagnolo centra un altro break, che riesce poi a difendere senza problemi, conquistando il primo parziale.

image

In avvio di seconda frazione,però, qualcosa cambia. L’iberico commette qualche errore in più, mentre Giannessi alza il livello del suo gioco. Dopo aver tenuto la battuta, l’azzurro riesce per la seconda volta a togliere il servizio al suo avversario. Come nel primo parziale, però, non manca la reazione dell’iberico, che a sua volta si guadagna il break. L’italiano non molla, e con due colpi fantastici si issa sullo 0-30. Ramos però dimostra tutta la sua freddezza e concretezza, e con due ace si salva, portandosi sul 2 pari. Il set prosegue senza scossoni fino al settimo gioco. Ora il ritmo è molto intenso, e entrambi spingono e pressano da fondo campo. Giannessi gioca alcuni scambi straordinari, ma Ramos è un muro e ributta tutto di la. Sul 3 pari l’italiano, stremato, perde la battuta a 30, e appare un po’ scoraggiato. Grazie anche all’aiuto del pubblico (e di qualche errore del suo avversario), però, l’azzurro conquista l’immediata contro-break. Ma lo spagnolo non vuole concedere alcuno spazio a Giannessi, e si riporta immediatamente in vantaggio. Sul 5-4, poi, Ramos-Vinolas chiude l’incontro.

image

Questo è il settimo successo a livello Challenger per l’iberico. Curiosamente, quattro di questi sono avvenuti in Italia. Nonostante la sconfitta, ottimo anche il torneo di Giannessi, che dopo l’infortunio che lo aveva costretto a stare fuori diversi mesi, torna ad ottenere un buon risultato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy