Challenger Genova, prima giornata: colpacci Fonio e Basso, out Moroni

Challenger Genova, prima giornata: colpacci Fonio e Basso, out Moroni

Sulla terra rossa di Genova va in scena uno dei più prestigiosi Challenger del circuito: nel day one un buon bilancio per gli italiani.

di Filippo Gallino, @Pheeling7

Paire si ritira per la convocazione in Coppa Davis, Bellucci entra in tabellone al posto di Ofner e sconfigge Moroni. Dustin Brown conferma il feeling con Genova e trionfa con Andujar, domani è il giorno di Paolo Lorenzi.

GLI AZZURRI – Giovanni Fonio è la sorpresa che non ti aspetti: il classe 1998 di Novara, in tabellone grazie ad una wild card, ha sconfitto il numero 113 del mondo Gastao Elias con una prestazione sontuosa. 6-4 6-2 il punteggio finale, una vera impresa considerata l’attitudine del suo avversario portoghese alla terra rossa e, soprattutto, la sua esperienza. Fonio guadagnerà ben 48 posizioni nel ranking mondiale e si assesterà tra i primi 600 del mondo. Impresa ancor più difficile quella di Andrea Basso, che sconfigge in tre set l’argentino Guido Andreozzi, numero 113 del mondo e testa di serie numero 6. Il genovese, aiutato anche dal pubblico della sua città, ha lottato nei primi due set perdendo il secondo parziale per qualche ingenuità di troppo, prima di distruggere l’avversario per 6-0 nell’epilogo del match. Tra gli azzurri, purtroppo, c’è spazio anche per qualche delusione: Stefano Napolitano perde malamente in due set contro il 21enne indiano Sumit Nagal, proveniente dalle qualificazioni. Gian Marco Moroni, invece, lotta contro Thomaz Bellucci ma non basta: perde il primo set al tie-break e subisce il contraccolpo psicologico nel secondo, oltre a soffrire molto il servizio del brasiliano. L’ultimo italiano in programma, Filippo Baldi, è stato sconfitto sonoramente dalla testa di serie numero 2 Martin Klizan nel match in serale.

Esordio vincente anche per Federico Delbonis che sconfigge Rogerio Dutra Silva in tre set
Esordio vincente anche per Federico Delbonis che sconfigge Rogerio Dutra Silva in tre set

PAIRE OUT, DELBONIS AVANTI – Sugli altri campi l’argentino Federico Delbonis (#111 ATP), uno dei grandi nomi del torneo assieme a Martin Klizan (#71 ATP) ed Hubert Hurkacz (#109 ATP, reduce da un secondo turno agli US Open), ha sconfitto il brasiliano Rogerio Dutra Silva in tre set. Sconfitto anche l’altro brasiliano Thiago Monteiro, testa di serie numero 7 del torneo, dal cileno Christian Garìn, finalista al Challenger di Como la scorsa settimana e in grande forma. Dustin Brown, eclettico tedesco di origini giamaicane e vincitore a Genova nel 2013, ha sconfitto al primo turno Pablo Andujar in due set, non senza difficoltà: allo spagnolo non sono bastati nove game vinti per conquistare almeno un parziale e portare la partita al terzo. Benoit Paire, numero 56 del mondo e star del torneo, si è dovuto ritirare in seguito alla convocazione in Coppa Davis: difenderà i colori della Francia nel match di semifinale contro la Spagna di Rafa Nadal. Al suo posto entra in tabellone il peruviano Juan Pablo Varillas come lucky loser.

DOMANI LORENZI – Gli italiani in campo domani saranno moltissimi: aprirà il programma sul Centrale “Beppe Croce” Andrea Arnaboldi, contro il talentuoso NextGen polacco Hubert Hurkacz. Poi Lorenzo Sonego, Gianluigi Quinzi e Stefano Travaglia prima del derby serale tra Salvatore Caruso e Paolo Lorenzi, testa di serie numero 3 del torneo. Anche Andrea Pellegrino giocherà, ma sul Campo 1: per lui la difficilissima sfida contro il ceco Lukas Rosol.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dario Giorgi - 2 settimane fa

    Grande Fonio !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy