Mondo Challenger: i risultati di ieri

Mondo Challenger: i risultati di ieri

Scopriamo quanto successo nella giornata di ieri nei tornei Challenger di questa settimana.

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

Charlottesville

La prima semifinale del torneo americano è stata raggiunta dalla testa di serie numero 1 Bradley Klahn, che si è imposto con un doppio 6-3 sul connazionale Bjorn Fratangelo. Il suo avversario per un posto in finale sarà un altro americano, ossia Tommy Paul, il quale ha superato per 7-6(5) 6-4 un Ivo Karlovic ancora alla ricerca di ritornare ai livelli che gli spettano.
Nella parte bassa del tabellone, invece, la testa di serie numero 8 Peter Polansky ha raggiunto i migliori 4 del torneo battendo per 7-6(6) 6-4

Canberra 2

Nella città australiana si sono già decisi i finalisti del torneo: il primo è la testa di serie numero 3 Jordan Thompson, che si è imposto per 6-4 7-5 sul francese Maxime Janvier. A sfidarlo per il titolo sarà il 18enne Nicola Kuhn, che è potuto accedere all’ultimo atto battendo per 7-6(1) 6-4 la seconda forza del seeding Yoshito Nishioka.

nicola-kuhn-18-reacts-to-his-maiden-masters-1000-win-

Shenzhen 2

Spostandoci in Cina, la finale sarà disputata da Mionir Kecmanovic, 19enne serbo, quinta testa di serie, che si è imposto per 7-5 6-4 sul kazako Nedovyesov, e Blaz Kavcic che ha superato con lo stesso punteggio il NextGen Alejandro Davidovich Fokina.

Eckental

In Germania, i primi a raggiungere la semifinale sono stati la testa di serie numero 7 Ruben Bemelmans, che ha interrotto la corsa della wildcard di casa Daniel Masur per 1-6 6-2 6-3, e Evgeny Donskoy, che ha battuto per 6-4 7-6(2) il francese Albano Olivetti.
Nella parte bassa del tabellone, invece, il qualificato francese Gleb Sakharov, che si è imposto con lo score di 3-6 7-5 6-1 su Bachinger, sfiderà Antoine Hoang, uscito vincitore dallo scontro con un Lukas Rosol ancora alla ricerca del suo vero livello, per un posto in finale.

Guayaquil

L’ultimo challenger della settimana si disputa in Ecuador, dove la finale è stata raggiunta dal portoghese Pedro Sousa, che ha superato Arthur De Greef per 7-5 6-2 in poco più di un’ora, e dall’argentino Guido Andreozzi, terza testa di serie, che ha battuto con non poche difficoltà Santiago Giraldo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy