Ángel Ruiz Cotorro, medico di Nadal: “Rafa ci sarà a Rio”

Ángel Ruiz Cotorro, medico di Nadal: “Rafa ci sarà a Rio”

Il medico personale di Rafael Nadal ha parlato a Radiogaceta riguardo l’andamento dell’infortunio del maiorchino e ha aperto ad una partecipazione ai Giochi di Rio.

Il dottor Angel Ruiz Cotorro, capo dei servizi sanitari della Federazione e medico di Rafael Nadal, la scorsa notte ha parlato dell’infortunio al polso del numero cinque del mondo e della sua decisione di non andare a Wimbledon. Come sta andando la riabilitazione? Sono in pericolo le Olimpiadi per Rafa? Scopriamolo.

“NON ERA POSSIBILE GIOCARE” – La breve intervista inizia con la descrizione di che cosa ha esattamente Nadal al polso: “L’infortunio è nella guaina del tendine ulnare posteriore. Dopo la pausa, sapendo che il tempo che avevamo per Wimbledon era poco, abbiamo dovuto prendere delle decisioni appropriate. L’evoluzione è stata positiva, ma abbiamo ritenuto che non fosse il momento giusto per giocare un torneo del genere. Rafa è sempre pronto a giocare, ma parlandone con lui abbiamo preso la decisione che tutti sapete” – dice Ruiz Cotorro – ma non è detto che se non ci sarà a Wimbledon salterà anche le Olimpiadi: “Non poteva giocare. E’ stato spesso al limite quest’anno e ha sempre voluto giocare. Questo infortunio l’ha obbligato a non farlo, tornerà sul campo quando la lesione sarà sparita e superata.

PROCESSO ACCELERATO – Ritirarsi dal Roland Garros, sapendo ciò che significa per Nadal, è stato molto difficile da digerire: “E’ stato complicato decidere. In quest casi devi comunicare al giocatore quello che pensi: ho capito che c’era un’elevata percentuale di peggioramento e che non poteva giocare una partita in più. Adesso è un po’ la stessa cosa. Ci sono infortuni che possono andare in un modo o nell’altro e bisogna fare le cose per bene. Ora comanda la biologia.” – ammette il medico circa il tempo di recupero che rimane a Rafa – “Immobilizzazione e riposo sono necessari, ora sta facendo la fisioterapia e sta prendendo i medicinali anti-infiammatori. Cerchiamo di rendere un po’ più veloce il processo, in modo che la lesione sparisca nel più breve tempo possibile“.

RIO NON E’ IN PERICOLO – Angel ammette che questo infortunio è diverso da quello di due anni fa, sull’altro polso: “E’ avvenuto diversamente, con una frattura. Questo è stato più un’infiammazione, le parti sono rimaste insieme“. Ma la grande domanda è, per Rafa sono in pericolo le Olimpiadi: “Credo che tutti noi speriamo che Rafa vada a Rio. Questa è l’intenzione mia e di tutto il team. Se dico che ci sarà ai Giochi, è perchè penso che ci sarà.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy