Atp Madrid: Fognini si arrende a Mayer. Ottavi per Shapovalov

Atp Madrid: Fognini si arrende a Mayer. Ottavi per Shapovalov

Il tennista ligure è stato eliminato da Leonardo Mayer. In un’ora e mezza di gara ha subito un netto 6-3 6-4. Relativamente alle gare di maggior rilievo disputate nel primo pomeriggio, Denis Shapovalov si è imposto al terzo set su Benoit Paire. Mentre Hyeon Chung ha subito una sonora sconfitta da parte di Robin Haase. Stefanos Tsitsipas, infine, è stato eliminato da Evgeny Donskoy.

di Federico Gasparella

La cronaca della gara tra Fabio Fognini e Leonardo Mayer:

PRIMO SET – La gara ha avuto un avvio piuttosto altalenante. Entrambi i giocatori hanno incontrato notevoli difficoltà nel prendere il ritmo partita, soprattutto all’interno dei propri turni di servizio, dove sono risultati eccessivamente fallosi. L’argentino ha ceduto un break in apertura, mentre l’azzurro ha perso i primi due turni consecutivamente. Tuttavia, man mano che ci si è avvicinati alla metà del parziale, Mayer si è dimostrato più consistente dell’azzurro nelle fasi di palleggio, riuscendo ad aggiudicarsi diversi duelli ed avvantaggiandosi nel punteggio in modo determinante. Inoltre, ha trovato maggiore confidenza con la prima palla di servizio, eseguita di frequente in kick, che di certo non ha agevolato gli attacchi di risposta da parte di Fabio. Quest’ultimo, di contro, spesso è rimasto a giocare troppo distante dalla linea di fondo campo, consentendo all’avversario di attaccare con molta facilità e di raggiungere addirittura la rete per chiudere il punto. Mayer si è così aggiudicato la prima partita per 6-3, dopo quaranta minuti di gioco.

SECONDO SET – L’azzurro è sembrato più convinto nelle fasi iniziali della seconda frazione, riuscendo ad entrare con maggiore incisività negli scambi. Mayer, invece, ha dato continuità agli elevati standard di gioco espressi durante la prima frazione. In merito al punteggio, al quinto gioco, la partita si è messa male per il ligure, il quale ha ceduto un break fondamentale. Successivamente, Fognini ha cercato di recuperare lo svantaggio, procurandosi un palla break ai vantaggi dell’ottavo gioco, ma non è stato in grado di concretizzarla. Anche sul 5-4 in favore di Mayer, l’azzurro ha avuto addirittura 3 occasioni per raggiungere l’avversario, ma non ha saputo approfittarne, consegnando all’argentino definitivamente la vittoria del set e della partita.

Le altre partite:

Denis Shapovalov si è aggiudicato il passaggio del turno, prevalendo su Benoit Paire con il punteggio di 7-6(5) 4-6 6-4. Si è trattato di un confronto lottato, che è rimasto in bilico sino al termine della frazione decisiva. La prima partita ha avuto uno svolgimento bilanciato e si è decisa al tie break: il talento canadese ha condotto nel migliore di modi i punti determinanti, riuscendo a raggiungere la vittoria del set. La seconda partita, invece, ha visto il transalpino dar vita ad una reazione veemente, in cui ha costantemente messo sotto pressione l’avversario, attraverso il compimento di frequenti  continui cambi di ritmo. In ragione di questo atteggiamento, ha pareggiato con autorevolezza il conto dei parziali per 6-4. La terza e decisiva frazione, a parte i primi game, è stata favorevole a Shapovalov, il quale alla lunga ha potuto contare su di una condizione fisica migliore rispetto al francese. Quest’ultimo, invece, ha evidenziato un netto calo di rendimento, che l’ha portato a non potersi più confrontare a dei livelli sufficientemente competitivi. Anche Roberto Bautista Agut, testa di serie numero undici del seeding, è approdato al secondo turno. Lo spagnolo ha avuto ragione di Jared Donaldson, per 6-7(3) 6-4 6-4.  Relativamente al confronto tra Hyeon Chung e Robin Haase, il coreano ha subito una sonora sconfitta. Nel primo set ha realizzato appena due game, mentre nel secondo parziale è stato letteralmente travolto dall’avversario, accusando un passivo di sei giochi a zero. Anche Stefanos Tsitsipas non ha passato il turno. Il giovane ellenico ha certamente pagato la stanchezza accumulata nelle ultime due settimane di gare. Nella sfida contro Evgeny Donkoy, si è dovuto arrendere per 5-7 6-4 7-6(3). Mentre Philipp Kohlschreiber ha avuto la meglio su Yuchi Sugita per 6-4 6-3. In conclusione, Pablo Cuevas ha superato Jack Sock, con il punteggio di 6-7(4) 6-4 6-0.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Mangiarotti - 2 settimane fa

    Non è in possesso delle qualità da top 10 già tanto nei top 20.!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Roberto Aurecchia - 2 settimane fa

    Diglielo Franca Corradini è molto superiore ma non ha la volontà di giocare..ed ad una intervista ambiva al top 10 se vai di questo passo scenderà di nuovo alla trentesima posizione altrochè

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Franca Corradini - 2 settimane fa

    Fognini si sta arrendendo a tutti ormai. Per vincere bisogna aver voglia di giocare e di impegnarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy