ATP Parigi-Bercy, analisi del tabellone: Djokovic va a caccia dell’ennesimo titolo, lo inseguono Murray, Federer e Nadal. Presenti anche Seppi e Fognini

ATP Parigi-Bercy, analisi del tabellone: Djokovic va a caccia dell’ennesimo titolo, lo inseguono Murray, Federer e Nadal. Presenti anche Seppi e Fognini

È stato sorteggiato il main draw del Master 1000 di Parigi Bercy, ultimo grande appuntamento prima delle ATP World Tour Finals. Novak Djokovic guida il seeding, mentre Murray, Federer e Nadal proveranno a dargli battaglia.

Manca poco all’ultimo Master 1000 del 2015, ultimo appuntamento per la maggior parte dei tennisti e preludio alle ATP World Tour Finals. Novak Djokovic va a caccia del titolo da grande favorito, ma dovrà guardarsi le spalle da Federer, Nadal, Murray e Wawrinka.

Siamo ormai ai titoli di coda della stagione ATP. Questo Lunedì prenderà il via il Master 1000 di Parigi-Bercy, ultimo grande appuntamento prima del Master di Londra. La posta in palio sarà altissima, e saranno tanti i giocatori con tanta voglia di fare bene, da chi vuole chiudere al meglio l’anno a quelli che cercano gli ultimi, preziosi punti per le Finals.

A guidare la truppa, come sempre nel 2015, sarà il numero 1 del mondo Novak Djokovic, campione in carica. Il serbo va alla caccia da grande favorito del decimo titolo dell’anno, e del terzo consecutivo a Bercy. E, se consideriamo che Nole non perde indoor dal 2012, le sue probabilità sembrano davvero alte. Dietro Djokovic, seguono a ruota Andy Murray e Roger Federer, che sembrano i principali rivali del serbo, anche se non mancano i dubbi sul loro stato di forma. Più indietro invece troviamo Stan Wawrinka, che non sta vivendo un gran periodo, e Rafael Nadal, che sta piano piano ritrovando la sua forma migliore.

Nella tarda sera di ieri è stato sorteggiato il main draw dell’evento, ricco di match interessanti e che si preannunciano combattuti. Nella parte alta, il primo quarto di finale è presidiato proprio da Djokovic, atteso da un esordio ostico contro Philipp Kohlschreiber o Thomaz Bellucci, entrambi avversari che potrebbero rivelarsi fastidiosi. Anche negli ottavi, Novak è atteso da una sfida tutt’altro che banale, contro uno tra Monfils, Simon e Paire: tutti i tre francesi hanno le armi per metterlo quantomeno in difficoltà, anche se la sua vittoria sembra abbastanza scontata.

Nell’altro ottavo di finale invece sono Thomas Berdych e Jo-Wilfried Taonga i principali favoriti a raggiungere i quarti. Il ceco potrebbe incontrare qualche insidia al secondo turno, dove sarà probabilmente opposto a Ivo Karlovic, che non dovrebbe avere problemi contro un qualificato: nel 2015 Berdych è già stato sconfitto dal croato, il cui servizio è sempre e comunque un’arma da non sottovalutare. Tsonga invece, se esprimerà il suo miglior tennis, approderà al quarto turno agevolmente, sconfiggendo uno tra Bautista-Augt e Pierre-Hugues Herbert.

Nello stesso lato di tabellone di Djokovic sono presenti Rafael Nadal e Stan Wawrinka. Lo svizzero, come già accennato, non sta attraversando un buon momento di forma, come dimostrano le ultime sconfitte a Shangai, proprio contro il maiorchino, e a Basilea, contro Karlovic. Dopo il classico BYE al primo turno, “Stanimal” potrebbe trovare sulla sua strada il nostro Fabio Fognini, su cui però ci sono non pochi dubbi, in particolare sulla forma fisica. Il ligure dovrà prima superare il giovane Bernard Tomic, nella sfida tra teste matte. Nell’altro ottavo invece Feliciano Lopez ha una ghiotta occasione per avanzare, considerando che incontrerà Jack Sock, impegnato quest’oggi a Basilea, o Vikotr Troikci. L’iberico però non dovrà prendere sottogamba un’eventuale sfida con l’americano, che sta dimostrando di essere un grande giocatore, di tutt’altra pasta rispetto ai connazionali come Young e Harrison.

Nadal invece  avrà un cammino non troppo complicato: all’esordio affronterà Gullermo Garcia-Lopez o un qualificato, mentre agli ottavi di finale dovrà stare molto attento al bombardiere Kevin Anderson, favorito contro Thiem o Mannarino. Il sudafricano quest’anno ha già dimostrato di poter battere i migliori (ne sanno qualcosa Djokovic e Murray), e Nadal dovrà tirare fuori una grande prestazione per arginarlo.

Sembra quindi probabile una semifinale tra Djokovic e Nadal, che sono i giocatori più in forma di questa parte di tabellone.

Passiamo ora alla parte bassa, che vedrà come grandi favoriti Andy Murray e Roger Federer. Non mancano però i dubbi su entrambi: riuscirà Murray, a poco prima dall’inizio del tour de force delle Finals e della Davis, a trovare le motivazioni per dare il meglio? E riuscirà invece Federer ad alzare il livello, dopo le ultime prestazioni non brillantissime?

In ogni caso, entrambi non hanno avuto un sorteggio agevole. Nel primo quarto di finale troviamo David Ferrer, testa di serie numero 7, che  è atteso da un percorso davvero complicato: dopo l’ esordio contro Vesely o Dolgopolov, l’iberico incontrerà Grigor Dimitrov o Marin Cilic, avversari ostici, soprattutto per un ottavo di finale. Nello stesso spicchio è presente proprio Federer, che prima dei quarti potrebbe avere problemi solo agli ottavi. Al primo round l’elvetico potrebbe sfidare ancora una volta il nostro Andreas Seppi, con cui ha dato vita a grandi match quest’anno; l’altoatesino però dovrà prima avere la meglio di Pablo Cuevas, e considerando la serie di sconfitte consecutive al primo turno, non sembra scontato. Al quarto turno invece Federer sarà opposto a John Isner, e, pur essendo il logico favorito, non dovrà deconcentrarsi.

Concludiamo infine con l’ultimo quarto di finale. Il primo spicchio vede in testa Kei Nishikori, che potrebbe vedere le uniche insidie agli ottavi contro Gasquet: il francese sta giocando davvero un gran tennis, e vista la non ottimale condizione del nipponico, potrebbe scapparci la sorpresa. Andy Murray invece è atteso da un esordio ostico, contro Coric o Verdasco, ma superato questo pericolo dovrebbe avere vita facile fino ai quarti di finale. Proverà a sbarrargli la strada David Goffin, che, curiosamente, sarà il suo avversario anche nella finale di Coppa Davis.

Si preannuncia quindi in tornei interessante e ricco di match divertenti e spettacolari. La grande domanda, però, è se riusciranno i rivali ad ostacolare il dominio di Novak Djokovic?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy