Atp Shanghai: Paire batte Carreno Busta, out Shapovalov e Thiem. Ok Novak Djokovic

Atp Shanghai: Paire batte Carreno Busta, out Shapovalov e Thiem. Ok Novak Djokovic

Al penultimo Master 1000 dell’anno il francese Benoît Paire estromette lo spagnolo in due set. Ok Chung, Gasquet, De Minaur e Medvedev. Basilashvili conferma il suo ottimo momento rifilando un doppio 6-2 a Denis Shapovalov. Djokovic supera Chardy soffrendo nel secondo parziale, Ebden estromette Thiem al terzo.

di Redazione Tennis Circus

Tempo di primi e secondi turni al Master 1000 dell’anno, in quel di Shanghai (Cina, $7.086.700, cemento). Tutto facile per Novak Djokovic, che continua la sua striscia di vittorie consecutive, 14, e accresce il suo severo bilancio di scontri diretti contro il francese Jeremy Chardy, 31 anni e n. 41 del mondo: addirittura 28 successi contro 0 sconfitte, il bilancio head to head più netto in assoluto fra i professionisti nel circuito Atp. Djokovic non ha avuto problemi nel primo set, ma il tennista nato a Pau ha avuto il merito di farlo sudare nel secondo, equilibratissimo fino al 6-5 in favore del serbo, che ha tirato fuori la sua grinta del suo cuore strappando servizio, set e match alla seconda occasione nei vantaggi. Al terzo turno Novak potrebbe incontrare il nostro Marco Cecchinato, che al primo turno ha battuto Gilles Simon e ora aspetta il sudcoreano Hyeon Chung in un match tutt’altro che scontato. Il vincitore delle Atp NextGen Finals 2017 oggi ha superato in tre set il polacco Hubert Hurkacz, mostrando un tennis altalenante e alla portata del palermitano.

Il prossimo avversario di Andreas Seppi (esecutore di un altro transalpino, Adrian Mannarino) sarà l’ostico britannico Kyle Edmund, 23 anni e n. 14 del mondo, che oggi ha battuto in due set il serbo Krajinovic. Bene anche l’australiano De Minaur (in due set sul canadese Pospisil) e Benoît Paire, in vero stato di grazia contro l’iberico Pablo Carreno Busta, con il risultato finale di 6-3 6-4. Vittoria più lottata per Richard Gasquet, capace di vincere in rimonta di un set dopo aver perso il parziale d’esordio per 6-1, contro l’argentino Leo Mayer. Soffre anche il russo Daniil Medvedev, fresco vincitore del Japan Open, che si è trovato sotto 3-6 6-6 e 1/3 al tie-break, prima di aggiudicarselo 9-7 e poi spuntarla al terzo contro la wild card di casa Zhizhen Zhang, 21 anni e n. 458 del ranking Atp: al secondo turno il NextGen di Mosca sfiderà Roger Federer, testa di serie n. 1, che ha beneficiato di un bye. Bene anche il connazionale Kukushkin, vincitore in due frazioni contro Ramos.

Sorride anche il tedesco Peter Gojowczyk, 29 anni e n. 68 del mondo, che in oltre 2 ore e 40 minuti ha avuto ragione sull’ungherese Fucsovics; lotta con due tie-break anche nel match fra Matthew Ebden e l’austriaco Dominic Thiem, testa di serie n. 6, che ha ceduto a sorpresa con il punteggio di 4-6 7-6(8) 6-7(4). Spicca, infine, la facile vittoria del georgiano Nikoloz Basilashvili, 26 anni e n. 23 del mondo, che dopo l’inatteso successo al China Open la scorsa settimana prosegue il suo favoloso momento umiliando con un doppio 6-2 la promessa canadese Denis Shapovalov.

Negli ultimi due match di giornata, clamorosa sconfitta per Marin Cilic, che regala al cileno Jarry un match per buona parte già vinto ed esce di scena all’esordio nel torneo. Dopo aver dominato il primo set il lungo e in largo, il gigante di Medjugorie ha avuto a disposizione un match point sul 5-4, non riuscendo però a sfruttarlo ed arrivando dunque al tie-break. Qui, il croato, dopo un inizio molto equilibrato, è riuscito a portarsi avanti nel finale, procurandosi un altro match point, sul 6-5, con entrambi i servizi a disposizione. A sorpresa, però, la lampadina si è spenta ed i punti consecutivi per Jarry sono stati ben tre, tanto da valergli il secondo parziale. Il momento peggiore per Cilic non è ancora arrivato: nella terza frazione di gioco, infatti, grazie al break ottenuto nel quinto gioco si è rapidamente portato a servire per il match e, almeno all’apparenza, tutto sembrava ormai scritto. Incredibilmente, dal 5-3 in poi, Cilic ha attraversato un momento di black out non indifferente, aggiudicandosi appena quattro punti in altrettanti games e perdendo il match dopo due ore e dodici minuti di gioco. Nell’altro incontro in programma, invece, molto bene l’altro croato, Borna Coric, che ha concesso sei giochi a Klahn ed è approdato al terzo turno.

Atp Master 1000 Shanghai (Cina, $7.086.700, cemento): 

Primo turno:

D. Medvedev b. [Q] Z. Zhang 3-6 7-6(7) 6-4
R. Gasquet b. L. Mayer 1-6 6-2 6-1
[11] K. Edmund b. F. Krajinovic 7-5 6-3
[Q] B. Paire b. [15] P. Carreno Busta 6-3 6-4
A. De Minaur b. [Q] V. Pospisil 6-4 7-6(4)
N. Basilashvili b. D. Shapovalov 6-2 6-2
[Q] M. Kukushkin b. A. Ramos-Vinolas 6-4 6-2
H. Chung b. [Q] H. Hurkacz 6-4 2-6 6-1
K. Edmund b. F. Krajinovic 7-5 6-3

Secondo turno: 

[2] N. Djokovic b. J. Chardy 6-3 7-5
M. Ebden b. [6] D. Thiem 6-4 6-7(8) 7-6(4)
P. Gojowczyk b. M. Fucsovics 6-4 6-7(3) 7-6(5)

 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Angela Serusi - 2 mesi fa

    Finalmente Ebden fa vedere un gioco spumeggiante, discese a rete, servizio preciso, Thiem gioca sempre allo stesso modo, da fondo campo non scende a rete manco sotto minaccia, per lui tutte le superfici uguali

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy