Circuito Atp: Carreno Busta e Cilic mettono il primo timbro in stagione, trionfa anche Zverev

Circuito Atp: Carreno Busta e Cilic mettono il primo timbro in stagione, trionfa anche Zverev

Ad Istanbul, Cilic sorprende il canadese Raonic vincendo in due set, dopo una battaglia durata oltre due ore. Ad Estoril, la prima tds, Carreno Busta, liquida in due set il malcapitato Muller. A Monaco di Baviera, Sascha Zverev supera Pella in due parziali, conquistando il secondo titolo in stagione dopo quello vinto a Montpellier.

Commenta per primo!

CILIC RE DELLA TURCHIA- Nel torneo di Istanbul, dopo due ore di battaglia, a portare a casa il titolo è stato Marin Cilic, tds 2, che ha sconfitto in due parziali il canadese Raonic. Nel set d’apertura, dove ci sono state palle break solo in due games, si è rapidamente arrivati al tie-break; qui, a sorpresa, Milos Raonic ha perso ben 4 punti su 5 al servizio ed ha ceduto, di fatto senza lottare, al suo avversario con il punteggio di 73. Nella seconda frazione di gioco, il gigante del Canada è partito decisamente sotto tono, concedendo tre palle break nel turno di servizio d’apertura e perdendo la battuta nel successivo game. Con un vantaggio di 31, Cilic ha provato ad amministrare il match, ma non è stato molto abile ed ha immediatamente offerto diverse chances di controbreak al suo avversario. Dal canto suo, Raonic ha fallito un’enorme occasione per rientrare nell’incontro ed è andato verso una sconfitta inevitabile, arrivata con un 63 maturato in 50 minuti. Cilic mette così in bacheca il primo torneo dell’anno trionfando per la prima volta in carriera ad Istanbul.

CARRENO BUSTA TRIONFA AD ESTORIL- In Portogallo, come da pronostico, il vincitore è Pablo Carreno Busta, prima tds che ha dominato tutti i match del torneo e che ha trionfato appunto senza aver perso neppure un parziale per strada. Nella giornata odierna, il giovane di Gijòn ha superato la tds 3, Gilles Muller, costretta a soccombere in due parziali. Nel primo set, dopo uno scambio di break iniziale, Carreno Busta è salito in cattedra prepotentemente prendendo in mano le redini del gioco e neutralizzando in maniera netta il suo avversario, che nulla ha potuto per evitare un pesante 62, dettato da due break realizzati nel quinto e nel settimo gioco. Nella seconda frazione di gioco, invece, Muller ha voluto alzare il livello del suo tennis, giocando alla pari con lo spagnolo e rischiando in una sola occasione, ovvero quando nel settimo gioco ha concesso una palla break, poi prontamente annullata. Giunti dunque al tie-break, Carreno Busta si è portato avanti di un mini-break dopo pochi punti, ma si è fatto rimontare nel momento clou dal lussemburghese, che poi non è stato però pronto a sfruttare il buon momento, perdendo l’ultimo punto dell’incontro, terminato con lo score di 62 76 (5).

Pablo Carreno Busta

A.ZVEREV VINCE IN CASA- Nel torneo di Monaco, Alexander Zverev non ha mancato l’appuntamento con la vittoria, bissando il successo si Montpellier ed aggiungendo un altro titolo alla sua bacheca ancora priva di slam o Masters 1000. Nell’ultimo atto del torneo tedesco, il beniamino di casa ha trionfato in due rapidi set, chiudendo 64 63. Nella prima frazione, dopo un inizio un po’ a rilento che è valso all’argentino Pella un break nel primo gioco, il 20enne di Amburgo ha messo in atto una rimonta eccezionale, partita da una sfavorevole situazione di 42, velocemente ribaltata e fatta propria con il finale di 64. Nel secondo set, il più piccolo dei fratelli Zverev è partito subito spedito, strappando il servizio a Pella nel primo turno di battuta del parziale e, pur mancando l’occasione di un ulteriore break, arrivata nel sesto game, dove il tedesco ha avuto a disposizione ben 4 palle break, l’attuale numero 20 della classifica mondiale ha fatto suo il set, il match ed il torneo, quest’ultimo che rappresenta un trionfo più dolce del solito, in quanto arrivato in terra tedesca, quindi più o meno in casa.zverev-2016-montpellier-friday

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy